“Marzo Divino”, alla ricerca dell’abbinamento perfetto tra vino e cibo

37

SALENTO – Si rinnova la collaborazione tra Area dei Servizi 24 ore su 24 e le prestigiose cantine e aziende vitivinicole del Salento: l’occasione è data da “Marzo Divino”, seconda edizione dell’evento dedicato alle eccellenze enogastronomiche del territorio. Un appuntamento nato per celebrare il Salento, oramai considerato tra le Terre d’origine della cultura enologica, territorio ricco di storie e tradizioni che hanno svolto e svolgono un ruolo di primaria importanza nello sviluppo dell’economia pugliese.

Sono quattro gli itinerari enogastronomici in programma presso l’Area Servizi di via Vernole, uno per ogni settimana di marzo.
Si comincia giovedì 7 con l’Azienda vitivinicola Marulli: ad un primo piatto preparato con la pasta di grano duro trafilata al bronzo, ottenuta da una lenta essiccazione e prodotta dall’azienda Donna Oleria, saranno abbinate le bottiglie di punta dell’azienda copertinese: Tenuta Paraida (Copertino Dop Rosso), Capuccini (Primitivo Salento IGP) e Corte Saggese (Salento IGP Chardonnay).

Negli appuntamenti successivi saranno presenti le Cantine Otri del Salento (il 15 marzo), le Cantine Candido di San Donaci (il 22 marzo) e la Cantina Feudi di Guagnano (il 29 marzo).

Ogni degustazione, alla quale si accede esclusivamente con prenotazione, avrà inizio alle ore 18.30 presso l’Area dei servizi 24 ore su 24, in via Vernole al km 1,5.

Per richiedere informazioni o prenotare si può contattare il numero 0832.343594 o scrivere una mail a info@areadeiservizi.it.

“Marzo Divino” diventa, per appassionati e curiosi, un’occasione unica per confrontarsi a tu per tu con i più autorevoli produttori di vino del territorio salentino e di Puglia, attraverso il racconto di esperti sommelier, pronti ad illustrare tutti i segreti della vinificazione e dell’affinamento dei vini presenti in degustazione. Come in una grande enoteca, gli esperti del settore accompagneranno i curiosi con professionalità e competenza alla scoperta dell’abbinamento perfetto tra vini e piatti, affinché il buon gusto del cibo si armonizzi alla perfezione con le dimensioni sensoriali del vino.