Domenica 17 marzo concerto dell “Arthemis Duo” nel Salone della Provincia di Taranto

42

TARANTO – Da Bizet e Ravel sino a Gershwin. Nel segno del clarinetto, del pianoforte e del canto. Ma, soprattutto, di due giovani musicisti pugliesi di grande talento. Insieme formano l’Arthemis Duo. Loro sono Giovanni Marinotti, di Grottaglie, e Sara Lacarbonara, di Taranto. E domenica 17 marzo (ore 18), suonano nel Salone della Provincia di Taranto per la sezione «Young» della 75a Stagione concertistica degli Amici della Musica “Arcangelo Speranza” (biglietti 5 euro).

Clarinettista il primo, pianista e cantante la seconda, entrambi con un diploma all’Istituto musicale “Paisiello”, che continua a sfornare musicisti dotati, preparati e brillanti. D’altro canto, Marinotti ha già suonato con le Orchestre del Petruzzelli, del Teatro Lirico di Cagliari e del Teatro La Fenice di Venezia. E ora collabora con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, il top. Mentre Sara Lacarbonara, doppio diploma in tasca, in pianoforte e canto lirico, perfezionamenti sugli ottantotto tasti alle prestigiose Accademie di Imola e Fiesole e in tecnica e repertorio vocale con Francesca Ruospo, Carmela Apollonio e Brigitte Meyer, oltre a concorsi vinti un po’ ovunque svolge un’intensa attività concertistica e didattica.

L’Arthemis Duo aprirà il concerto con il “Vocalise-etude en forme de Habanera” di Maurice Ravel per proseguire con il compositore e direttore britannico Joseph Horovitz e la sua “Sonatina”, brano che ha poco più degli anni dei due interpreti, la Romanza senza parole “Venetianisches Gondollied” op. 30 n. 6 di Mendelssohn e la “Fantasia da concerto” dal “Trovatore” di Verdi firmata da Luigi Bassi. E, a proposito di trascrizioni, di Michele Mangani, clarinettista, compositore e direttore d’orchestra, tra l’altro specializzato nel repertorio per bande, sono gli adattamenti di “Summertime” da “Porgy and Bess” e “Blues” da “Un americano a Parigi” di Gerswhin che Marinotti e Lacarbonara eseguiranno a metà concerto. Completano il programma, “Sholem-Alekhem rov Feidman” del clarinettista ungherese Béla Kovács e “Carmen Strip”, una fantasia dalla celebre opera di Bizet elaborata dal clarinettista francese Florent Héau.

La 75a Stagione degli Amici della Musica proseguirà martedì 19 marzo, nel Salone della Provincia (ore 21), con il pianista napoletano Francesco Caramiello, concertista dalla carriera internazionale, interprete virtuoso, colto e dalla sonorità di speciale bellezza, atteso con un programma comprendente musiche di Beethoven, Chopin, Döhler e Granados.

Info e prevendite Amici della Musica “Arcangelo Speranza”, via Toscana n. 22/a, tel. 099.7303972 www.amicidellamusicataranto.it , Box-Office di via Nitti n. 106/a – tel. 099.4540763, Basile Strumenti Musicali – via Matteotti n. 14 – tel. 099.4526853.

La 75ª Stagione Concertistica, organizzata sotto l’egida del Ministero per i Beni e le Attività Culturali- Dipartimento dello Spettacolo dal vivo, si avvale dei contributi della Regione Puglia e del Comune di Taranto insieme al patrocinio della Provincia.