Alla scoperta di Castellaneta

61

CASTELLANETA (Taranto) – La primavera è senz’altro la stagione ideale per scoprire i borghi italiani, custodi delle nostre tradizioni e scrigni preziosi che rivelano opere artistiche, chiese, musei e stili architettonici al fascino di incontri inaspettati, momenti conviviali e cibi prelibati in un piccolo universo a misura d’uomo.

Come Castellaneta, città natale di Rodolfo Valentino, situata in provincia di Taranto, nel cuore del Parco naturale delle Gravine, gli spettacolari canyon che solcano le propaggini meridionali delle Murge e degradano verso il Mar Jonio.

E perchè non approfittarne già domenica prossima, grazie alle interessanti iniziative in programma, per una giornata da trascorrere tra i candidi vicoli del borgo antico, con le sue case a picco sul canyon, fra chiese e palazzi storici, visitando magari il Museo
Valentino, con i cimeli e i memorabilia del grande
divo del cinema.

Nella mattinata, l’Infopoint Castellaneta propone la visita all’antico Convento di San Francesco d’Assisi, risalente al 1400, ed inserito fra i 100 Luoghi del Cuore del FAI – Fondo Ambiente Italiano. Il Convento custodisce interessanti opere d’arte e – per l’occasione – la comunità dei frati minori aprirò le porte del loro convento ai visitatori accompagnati dalle guide dell’Infopoint.

Al termine, imperdibile una sosta in uno dei ristoranti tipici del borgo, per gustare la primavera in tavola con le verdure di stagione e pesce locale.

Nel pomeriggio, l’Associazione Amici delle Gravine di Castellaneta (Tel. 3398888933 – 3207133366) propone un’affascinante passeggiata nel
sottosuolo del borgo, alla scoperta della “Castellaneta Sotterranea”.
Antichi cunicoli e grotte, ipogei utilizzati come granai, forni, cantine ed altri usi civili, che costituiscono una vera e propria città  sotterranea.