Prende il via la nuova programmazione primaverile dell’ Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento

525

SALENTO – È un nuovo ricco cartellone quello presentato dall’Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento OLES per la programmazione primaverile 2019. Un mix di tradizione e novità con alcune gradite sorprese che arricchiscono il percorso artistico di OLES cominciato appena due anni fa.

Il 16 aprile prende il via la prima edizione del “Festival di Pasqua e Primavera” sotto la direzione artistica di Giandomenico Vaccari e il coordinamento artistico di Maurilio Manca. Il Festival è realizzato grazie al sostegno e al finanziamento della Regione Puglia e dell’Assessorato all’industria turistica e culturale, con le collaborazioni del Teatro Pubblico Pugliese e di Apulia Film Commission.

La musica sacra, declinata anche attraverso il linguaggio contemporaneo, caratterizza i primi due appuntamenti del Festival eseguiti durante la Settimana Santa. Si parte martedì 16 alle 19.30 a San Vito dei Normanni, nella Basilica di Santa Maria della Vittoria (ingresso libero), con l’esecuzione in prima mondiale del brano di Luigi Morleo I passiuna tu Christù per contralto, percussioni e orchestra, abbinato allo Stabat Mater per contralto, archi e continuo di Antonio Vivaldi e La grande Pasqua russa di Rimskij-Korsakov, con la partecipazione del contralto Tina D’Alessandro e la direzione di Christian Deliso. Alle percussioni è lo stesso Morleo che con I passiuna, commissionata per l’occasione da OLES, dà forma musicale all’antico testo in lingua grika dedicato alla passione di Gesù Cristo presentando, alla sua maniera, una cifra stilistica originale e al tempo stesso legata alla tradizione etnico-popolare.

Si entra nel vivo del rito del Venerdì Santo con il concerto del 19 aprile, alle 13, presso la Cattedrale di Nardò (ingresso libero) che prevede l’esecuzione delle Sette ultime parole di Cristo sulla Croce di Franz Joseph Haydn nella versione per orchestra del 1785. A dirigere OLES la bacchetta del maestro salentino Eliseo Castrignanò.

Una vera rarità caratterizza la terza serata in programma al Teatro Apollo di Lecce, sabato 27 aprile alle 20.45 (ingresso 10 euro): il pubblico potrà assistere, infatti, alla proiezione del film “Frate Sole” (1918) di Mario Corsi, incentrato sulla vita di San Francesco d’Assisi, con la sonorizzazione dal vivo dell’Orchestra OLES e il Coro Opera in Puglia chiamati a cimentarsi, in sincrono con le immagini, nella complessa partitura di Luigi Mancinelli, proposta per la prima volta in tempi moderni nella versione originale per organico sinfonico. Emanuela Aymone è il maestro del Coro, sul podio a dirigere OLES il maestro Gioele Muglialdo.

Si prosegue con il concerto del 1 giugno, sempre al Teatro Apollo (ore 20.45), per le celebrazioni della Festa della Repubblica (ingresso 10 euro). Sul palco, per questa importante ricorrenza, la pianista Gloria Campaner e il direttore Michele Nitti, in un programma assolutamente da non perdere: il Concerto in la min. op. 54 per pianoforte e orchestra di Robert Schumann e la Sinfonia n. 9 in mi min. “Dal Nuovo Mondo” op. 95 di Antonín Dvořák.

Il Festival si chiude con il Concerto Sinfonico del 7 giugno presso il Chiostro dell’ex Convitto Palmieri di Lecce (ingresso 10 euro). Sarà Alvise Casellati a dirigere OLES nella Sinfonia n. 3 “Eroica” di Beethoven e il Concerto n. 2 in re min. op. 22 per violino e orchestra di E. Wienavski, interpretato dal virtuoso violinista ucraino Oleksandr Semchuck.

 

Nella programmazione primaverile di OLES s’inserisce la rassegna concertistica itinerante “Musica e Cinema” che si propone di indagare il processo musicale nel cinema e diffondere la conoscenza del repertorio a esso legato.

La rassegna, finanziata dalla Regione Puglia nell’ambito del Programma Straordinario 2018 in materia di Cultura e Spettacolo, comprende concerti e attività didattico-formative dedicate al rapporto tra immagini e sonoro, percepiti spesso come un unico messaggio.

Dopo il concerto inaugurale del 7 aprile, al Teatro Apollo, dedicato a Nino Rota (Nino Rota. Musica per il cinema) e inserito fra gli eventi di apertura del XX° Festival del Cinema Europeo, la rassegna prosegue il 5 giugno, alle 20.45, all’Ex Convitto Palmieri di Lecce con il concerto Music Movies affidato all’OLES Ensemble e alla direzione del maestro Eliseo Castrignanò. Il ricavato del concerto sarà devoluto in beneficenza a favore dei progetti dell’associazione Tria Corda Onlus, che collabora alla rassegna anche con l’organizzazione di incursioni musicali nei reparti dell’Ospedale Vito Fazzi. La musica da film è sempre al centro del programma del concerto con brani celebri tratti da La vita è bella, Titanic, Il postino, C’era una volta il West, Nuovo Cinema Paradiso, Psycho, e altri ancora.

Il concerto sarà eseguito anche in decentramento in dieci scuole della provincia, per educare e avvicinare giovani e giovanissimi a questo specifico repertorio. All’approfondimento del lavoro del compositore e all’evoluzione del linguaggio musicale nel cinema è, invece, dedicato il Workshop “La musica per immagini” del 23 maggio (ore 9.00-14), previsto al CineLab “G. Bertolucci” di Lecce e aperto agli studenti dei Conservatori, del DAMS, dei Licei e degli Istituti superiori, con l’intervento di esperti, registi e compositori. Il workshop è organizzato in collaborazione con l’Apulia Film Commission, l’Orchestra Italiana del Cinema, il Conservatorio di Musica “T. Schipa” di Lecce, l’Università del Salento-DAMS, partner di progetto.

Prime anticipazioni sulla Stagione lirica 2019 di «Opera in Puglia», primo circuito lirico del Mezzogiorno d’Italia. Due grandi titoli del repertorio operistico, amatissimi dal pubblico, saranno portati sulle scene del Teatro Politeama Greco di Lecce: Carmen di George Bizet prevista il 17 e il 20 ottobre, e Rigoletto di Giuseppe Verdi, l’8 e il 10 novembre 2019. Prossimamente saranno fornite ulteriori informazioni anche su biglietti e abbonamenti.

 

Prosegue il progetto Open Orchestra, avviato grazie alla collaborazione siglata tra il Polo Biblio Museale, OLES e la Provincia di Lecce, che prevede l’apertura degli spazi del Convitto Palmieri alle prove dell’Orchestra per i mesi di aprile e giugno, con la possibilità di prove aperte per tutti il 18 aprile e il 6 giugno (dalle 10 alle 12). L’iniziativa si inserisce nelle attività della Biblioteca Bernardini tese a coinvolgere i giovani e riflette gli obiettivi di OLES all’apertura della grande musica verso la città, dentro e fuori le sale da concerto.

 

I biglietti dei singoli concerti saranno disponibili a breve presso il Castello Carlo V e al botteghino del Teatro Apollo la sera del concerto.