Il mare incontra la terra a Ischitella

160

PUGLIA – Il mare incontra la terra a Ischitella, il 1° maggio 2019, dalle ore 9,00 alle ore 22,00, dove sulla Foce di Varano i prodotti agricoli del Mercato contadino di Campagna Amica completeranno la gamma delle ‘cose buone per persone buone’ in occasione dell’evento ‘1° Mangio’, dove ci sarà la promenade del gusto nello splendido scenario del Gargano.

Ad ostriche e cozze a gogo, con cozze ripiene, cozze antipasto e impepata di cozze, si aggiungeranno prodotti lattiero – caseari, salumi, vino, confetture, ortofrutta, passate, pane e taralli, limoncello a base di limoni del Gargano con i personal trainer del cibo, i contadini di Campagna Amica, che racconteranno la storia dei loro territori di produzione, accompagnando le degustazioni guidate e raccogliendo le firme per la petizione europea Eat Original.

“I cittadini italiani ed europei hanno il diritto di essere protetti e di ricevere informazioni accurate sul cibo che scelgono di acquistare e il collegamento fra cibo e suolo è quanto di più naturale possa esistere. Il cibo sano non può nascere in condizioni di sfruttamento e depauperamento del suolo. Per fare scelte consapevoli, i consumatori devono conoscere il luogo di raccolta e trasformazione degli alimenti, l’origine degli ingredienti e maggiori informazioni sui metodi di produzione e di lavorazione”, spiega il presidente di Coldiretti Foggia, Giuseppe De Filippo, in merito alla petizione europea ‘Eat Original – Scegli l’Origine’. Attraverso la raccolta di 1 milione di firme i cittadini/consumatori all’Europa di rendere obbligatoria l’indicazione di origine degli alimenti per proteggere la  salute contro contraffazione e adulterazione di prodotti alimentari, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa qualità o addirittura tossici provenienti da altri Paesi con un’etichetta chiara che indichi l’origine degli ingredienti, aiutando a prevenire e combattere gli scandali alimentari che mettono in pericolo la salute e i danni sull’ambiente.

“La Puglia può contare – aggiunge il presidente De Filippo – su 245mila ettari di aree naturali protette, di cui il 75,8% rappresentato da parchi nazionali – del Gargano e dell’Alta Murgia – e l’8,3% da aree naturali e riserve naturali marine. La provincia di Foggia ha la più alta percentuale pari al 51,5% del territorio soggetta a protezione e in questi luoghi protetti la varietà vegetale comprende 2.500 specie. Va rispettato il modello di agricoltura costruito attorno al territorio e alla certezza di sicurezza alimentare e ambientale da garantire ai cittadini-consumatori, perché il territorio è lo strumento per offrire bellezze, bontà e genuinità, quindi, anche occasione di autentico miglioramento della qualità della vita, non sacrificabile sull’altare di uno sviluppo apparente e non sostenibile”.

Scegliere alimenti sfusi, invece che confezionati, per evitare di disperdere gli imballaggi contribuisce a ridurre i rifiuti, mentre – sottolinea la Coldiretti – preferire prodotti di stagione e a km zero acquistati direttamente nelle aziende agricole locali riduce l’inquinamento provocato dai trasporti e aiuta a sentirsi in sintonia con il territorio circostante.

Tra le mete preferite per la Festa dei Lavoratori oltre al mare scelto dal 40% e le città d’arte ci sono – spiega la Coldiretti – anche la montagna, i parchi naturali e la campagna con il risveglio della natura che riguarda piante, fiori e uccelli migratori, ma anche le attività agricole con i lavori di preparazione dei terreni e di semina. Il successo del turismo ecologico e ambientale è dovuto – continua la Coldiretti – ai costi contenuti, all’elevato valore educativo e alla pluralità di mete disponibili senza dover percorrere grandi distanze.