Al via domani i festeggiamenti in onore di Santa Maria della Fontana a Francavilla Fontana

48

FRANCAVILLA FONTANA (Brindisi) – Alle 11.30 di venerdì 13 settembre le campane della Basilica Minore Maria SS del Rosario con La Solenne, suonata distesa delle 4 campane, daranno ufficialmente il via alla Festa della Madonna della Fontana 2019.

Ricchissimo il programma di appuntamenti pensato dal Comitato Festa Patronale per questa prima giornata di festeggiamenti.

Si comincerà alle 16.00 in piazza Dante e lungo le vie del Centro Storico con i “Giochi tradizionali nel borgo antico” a cura dell’Associazione “Le Radici e le Ali”.

Dalle 18.00 su via Roma sarà presente l’AVIS con “Una goccia per la vita”, un momento di solidarietà con la donazione del sangue sotto le luminarie della festa.

In piazza Dante dalle 18.30 la Pro Loco “Ti prenderà per le orecchiette” con un laboratorio didattico sulla produzione della pasta fresca a cui seguirà, dalle 19.30, una competizione a suon di farina e tavolieri. Dalle 20.00 tutti con il piatto in mano per la degustazione delle orecchiette al sugo. L’evento è realizzato con il supporto di Soave srl.

Sempre in piazza Dante, dalle 19.00, spettacolo di danza aerea, ventriloquia, teatro e cabaret con il ballerino Alessio Spirito e il ventriloquo Antonio Diana.

Alle 19.30 al Castello Imperiali l’International Inner Wheel Club di Francavilla Fontana – Terre degli Imperiali presenterà il libro “Il boss è immortale” (Mondadori) del giornalista e scrittore Massimo Nava, corrispondente per il Corriere della Sera da Parigi. Dialogherà con l’autore Angelo Maria Perrino, direttore di Affaritaliani.it.  Alle 20.00 grande tiro alla fune con 709 partecipanti, tanti quanti gli anni di Francavilla, in via Roma. Alle 21.00 inaugurazione della festa in Cassarmonica con il via dato dal Sindaco Antonello Denuzzo, dall’arciprete Mons. Alfonso Bentivoglio e dal Presidente del Comitato Festa Patronale Pietro Balsamo.

Chiuderà la giornata di festeggiamenti il concerto di Bandadriatica. Trasportata dai venti vorticosi che illuminano le coste del mare orientale, la BandAdriatica voga sulle onde agitate della musica salentina con elementi di tutte le coste sonore mediterranee come una complessa “babilonia”, dove i linguaggi iniziano ad armonizzarsi sulle melodie popolari nel fervore meticcio delle città portuali. Così le tradizioni pugliesi assumono una nuova risonanza e portano lontano gli echi frenetici della musica del Salento attraverso suoni di feste, processioni, funerali, serenate e viaggi di notte, di paese in paese che arrivano dopo dieci anni di ricerca sulle matrici musicali comuni delle sponde del Mare Adriatico, confrontandosi con le musiche di Albania, Macedonia, Croazia, con le fanfare Serbe e il Nord Africa e spingendosi fino al Mediterraneo più orientale.