Dal 25 novembre al 10 dicembre sedici giorni di attivismo contro la violenza di genere

137

LECCE – “La violenza di genere si combatte educando al rispetto delle persone e dei diritti delle donne, cambiando la cultura e lottando contro gli stereotipi di genere, che sono alla base di una visione errata  del ruolo di donne e uomini nella società. Un problema così concreto richiede soluzioni altrettanto concrete. Dobbiamo lavorare sui giovani e sulle nuove generazioni, garantendo risposte concrete alle donne che denunciano la violenza, offrendo loro  opportunità di riscatto  economico e sociale; dobbiamo altresì sostenere fattivamente  i centri antiviolenza che svolgono un lavoro fondamentale e capillare sui territori con azioni concrete” con queste parole la presidente del Soroptimist Club Lecce avv. Alessia Ferreri, avvia le iniziative dei sedici giorni di attivismo contro la violenza di genere e di promozione di uguaglianza, non discriminazione e rispetto dei diritti umani.

Anche quest’anno il Soroptimist International Club Lecce sostiene la campagna mondiale “Orange the World to Stop Violence Against Women” per l’eliminazione della violenza di genere e quella nazionale rilanciando l’#DECIDOIO.

Dal 25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, fino al 10 dicembre, giornata dei diritti umani, saranno messe in campo diverse iniziative ad alto contenuto simbolico:

  • lo Spot Sociale “STOP VIOLENZA” per sensibilizzare alla lotta ed al contrasto alla violenza di genere;
  • l’azione coordinata “LECCE SI ILLUMINA DI ARANCIONE” con le Istituzioni Locali. In conformità alle linee guida delle Nazione Unite, saranno illuminati di arancione, per dire No alla violenza contro le donne e come segno tangibile di impegno alla eliminazione della violenza: il Sedile di Lecce del Comune, Palazzo dei Celestini della Provincia di Lecce, il Palazzo del Tribunale Amministrativo Regionale Sez. Lecce, il Palazzo della Prefettura, Palazzo Codacci Pisanelli dell’Università del Salento, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Lecce dove è presente altresì “una stanza tutta per se” (altro progetto nazionale del Soroptimist) ovvero un ambiente protetto per gli ascolti delle donne vittime di violenza e la Guardia di Finanza Comando Provinciale di Lecce;
  • la promozione del progetto nazionale delle “CLEMENTINE ANTIVIOLENZA” di Confagricoltura Donna che ricorda Fabiana, uccisa in un clementineto a Corigliano e tutte le altre donne che subiscono o hanno subito violenza invitando all’acquisto di clementine on-line direttamente sul sito: confagricolturadonnacalabria.it/; il ricavato sarà devoluto in favore dei centri antiviolenza della rete Di.re.