Giovedì 8 aprile il critico musicale Eraldo Martucci terrà una conferenza online sul tenore Franco Corelli curata dall’Associazione Festinamente

62

“Franco Corelli. Quando la voce diventa mito” è il titolo della conferenza online, a cura del critico musicale Eraldo Martucci, che si terrà giovedì 8 aprile alle 19 presso il Museo Castromediano di Lecce e che verrà trasmessa in diretta sulle pagine Facebook e Instagram dell’Associazione Festinamente. L’incontro streaming, in occasione del centesimo anniversario della nascita del celebre tenore, rientra nella rassegna “Conferenze: tra musica, arte e letteratura”, curata da Festinamente e sostenuta dalla programmazione Custodiamo la cultura in Puglia.

Cento anni fa, l’8 aprile 1921, nasceva ad Ancona Franco Corelli, tenore leggendario, uno dei più grandi di tutti i tempi grazie ad una voce scura, possente, con un registro acuto eccezionale, che riusciva però a piegarsi a filature e smorzature degne dei più grandi tenori di grazia. Divo incontrastato della Scala, dove cantò per un decennio con ben sei inaugurazioni (la prima delle quali, il 7 dicembre 1954 accanto alla Callas nella “Vestale”, coincise con il suo debutto), e del Metropolitan di New York, dove fu acclamato protagonista per 15 stagioni dal 1961 al 1975, Corelli aveva un carattere molto riservato ed un elevatissimo scrupolo professionale che lo portava ad affrontare ogni suo ruolo anelando alla perfezione.

E in occasione di questo centesimo anniversario, a ricordarne la figura proprio nel giorno del genetliaco sarà il giornalista Eraldo Martucci, critico musicale del Nuovo Quotidiano di Puglia e di OperaClick, e socio dell’Associazione Nazionale Critici Musicali. “Franco Corelli. Quando la voce diventa mito” è il titolo della conferenza in streaming che, con l’ascolto di alcune sue famose interpretazioni, si terrà giovedì 8 aprile alle 19 presso il Museo Castromediano di Lecce. L’incontro online sarà trasmesso in diretta sulle pagine Facebook e Instagram dell’Associazione Festinamente, che lo ha organizzato in collaborazione con il Polo Biblio-Museale di Lecce e il Museo Castromediano di Lecce, l’Associazione Amici della Lirica “Tito Schipa”, il Teatro Politeama Greco e la Libreria Palmieri. L’incontro rientra nella rassegna “Conferenze: tra musica, arte e letteratura”, curata dall’Associazione Festinamente e sostenuta dalla programmazione Custodiamo la Cultura in Puglia (Fondo Speciale per la Cultura e Patrimonio Culturale L.R. 40 art. 15 comma 3 – Investiamo nel vostro futuro).