Una ricetta al giorno: Pittule

1910

Ingredienti

 1 kg di farina di grano duro

25 gr di lievito di birra

Sale

Zucchero

Acqua tiepida

Olio evo

 

Procedimento

 

Sciogliere il lievito di birra in un bicchiere di acqua tiepida aggiungendo un pizzico di zucchero e una presa di sale;

In una coppa molto capiente versare la farina e mescolare con l’acqua in cui è stato precedentemente sciolto il lievito;

Aggiungere acqua tiepida finché non si otterrà un impasto dalla consistenza omogenea ed elastica, simile ad una crema;

Lasciare lievitare al buio per almeno 3 ore;

In una padella capiente far bollire l’olio evo;

Formare delle palline prendendo un poco di pasta con la mano, stringendo delicatamente il pugno lasciando una piccola apertura tra il pollice e l’indice dalla quale lasciar fuoriuscire l’impasto. Aiutandosi con l’altra mano, staccarlo e lasciarlo cadere nell’olio bollente;

Friggere fino a completa doratura;

Scolare e servire.

 

N.B. Ѐ possibile aggiungere all’impasto cavolfiori, baccalà, cipolla o tonno, oppure realizzare il tipico impasto “alla pizzaiola” con pomodori in pezzi, olive nere e capperi.

Con la medesima ricetta possono anche essere preparate le pittule dolci condendole con miele e zucchero.