Giovedì 17 gennaio, Erotica del corpo sociale di Fabio Tolledi ad Astragali Teatro di Lecce

509

LECCE – Giovedì 17 gennaio (ore 20 – ingresso libero) la storica sede di Astràgali Teatro in via Giuseppe Candido Lecce ospita la presentazione di “Erotica del corpo sociale” di Fabio Tolledi, attore, autore, regista, direttore artistico della compagnia salentina e vicepresidente della rete mondiale dell’International Theatre Institute – Unesco.

Amore, erotismo, orgasmo, sessualità: sono tutti aspetti in cui il corpo trova la propria multidimensionalità, dove il corpo diviene limite indicibile, confine aperto tra l’individualità e la società. Amore, erotismo, orgasmo, sessualità: che forme assumono oggi? Quale partita si gioca sul terreno primo e ultimo del corpo? Del corpo sociale? Del corpus sociale, dove saperi e pratiche discorsive si innervano nella vita concreta di ogni individuo? Queste alcune delle questioni al centro della riflessione di Tolledi. E come dice lo stesso autore “La questione del corpo in sociologia non deve essere ritenuta come una semplice eredità filosofica, ma accorre affrontarla all’interno dei modi e degli strumenti del pensiero sociologico”. Dall’attraversamento dell’opera di Georges Bataille individuando i nessi tra corpo ed erotismo alle “pratiche discorsive” entro cui la bio-politica esercita la propria azione. Dalla storia della pornografia, fino al porno di massa, alle nuove identità, anche quelle cyber, intese come “una vasta moltitudine plurale, scontornata dalle classiche e biologiche differenze di genere”. Il testo di Fabio Tolledi, “Erotica del corpo sociale” (Astragali Edizioni) appare ricco di elementi, di molteplici prospettive, di conclusioni provvisorie, verso e per una sociologia del corpo.

La compagnia Astràgali Teatro nasce nel 1981 a Lecce per fare teatro, per formare attori, per dare vita ad uno spazio di circolazione dei discorsi e delle pratiche. Riconosciuta dal 1985 dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come compagnia teatrale d’innovazione, dal 2012 è sede del Centro Italiano dell’International Theatre Institute dell’Unesco ed è membro della Anna Lindh Euro-Mediterranean Foundation for the Dialogue between Cultures. Ha realizzato progetti artistici, spettacoli, attività in circa 30 paesi in tutto il mondo. Nel corso di questi anni numerosi lavori hanno trovato casa in molti siti in Italia e all’estero anche patrimonio dell’umanità dell’Unesco come Palazzo Topkapi, uno dei monumenti più importanti di Istanbul che fa parte delle “Aree storiche d’Istanbul”, nella Cittadella di Erbil, simbolo del Kurdistan iracheno.