Da gennaio ad aprile al Teatro Radar di Monopoli, un ciclo di incontri a cura del Premio Strega Nicola Lagioia

594

MONOPOLI (Bari) – “StagioniDiverse, come l’arte di raccontare storie
cambia la nostra vita”: da gennaio ad aprile al Teatro Radar di Monopoli, un ciclo di incontri a cura del Premio Strega Nicola Lagioia.

Se non ci fosse l’arte il mondo sarebbe cieco. La Storia continuerebbe a sballottarci da tutte le parti, a imporci la propria spietata volontà, ma la vita segreta del mondo – la sua anima – sarebbe intraducibile.

L’arte (in particolare l’arte di raccontare storie, di dire la verità attraverso una menzogna) è uno degli strumenti conoscitivi più potenti a nostra disposizione, ed è anche un prodigioso strumento di trasformazione della realtà.

L’arte non procede tuttavia sempre in senso lineare.
Ogni tanto arriva qualcuno o mqualcosa che cambia le carte in tavola.
Quattro lezioni appassionanti (dagli antichi greci alle prese con l’eros; all’irrompere della letteratura fantastica nella modernità; all’arrivo di Fabrizio De André nella canzone italiana; al modo in cui Truman Capote stravolse i rapporti tra realtà e finzione letteraria) su altrettanti cambiamenti epocali nell’arte di raccontare storie, e dunque nella nostra vita.

18 GENNAIO – NELL’ ABISSO DI EROS
La scoperta di Eros nell’antica Grecia.
Come gli antichi greci codificarono il più potente, misterioso e ingovernabile dei sentimenti umani.
Con Matteo Nucci.

8 FEBBRAIO – GUIDA GALATTICA PER SIGNORI DEGLI ANELLI
L’arrivo della letteratura fantastica nella nostra modernità.
Come la letteratura fantastica ha ridisegnato il nostro immaginario, anche attraverso l’umorismo.
Con Loredana Lipperini

8 MARZO – LUI, IO, NOI
L’arrivo di Fabrizio De André nella canzone italiana.
Come Fabrizio De André ha cambiato la canzone italiana, e tutti noi.
Con Ghezzi, Meacci, Serafini.

5 APRILE – COLAZIONE DA TRUMAN
La rivoluzione portata da Truman Capote nel rapporto tra realtà e finzione letteraria.
Come Truman Capote ha rivoluzionato l’arte di raccontare la verità attraverso la finzione letteraria.

Biglietto unico 5 euro | abbonamento 15 euro