La Villa Comunale di Lecce si prepara ad accogliere la seconda “Giornata dello Scambio interculturale”

793

LECCE – La Villa Comunale di Lecce si prepara ad accogliere la seconda “Giornata dello Scambio interculturale”. Laboratori, arte, sport, attività circensi e momenti di incontro saranno gli ingredienti di una manifestazione dedicata all’inclusione sociale e alla bellezza dell’integrazione.

 

L’evento, organizzato da Arci Lecce promosso all’interno del progetto “ARCINCLUSIONE 2018” in collaborazione con Arci Servizio Civile e la Libreria Palmieri, si svolgerà giovedì 17 ottobre, a partire dalle 9.00.

Una giornata ricca di iniziative per ribadire la necessità della buona accoglienza. Una vera e propria festa dell’integrazione che vedrà la partecipazione di tutti i progetti Siproimi e Fami gestiti da Arci Lecce, insieme a istituzioni, enti pubblici, organizzazioni e cittadini che hanno collaborato e collaborano con Arci.

 

“Abbiamo organizzato questa giornata pensando alla nostra società, che si sta aprendo sempre più al dialogo fra diverse culture. Lecce è una città che ha sempre avuto uno spirito accogliente – continua Anna Caputo – e di questo noi siamo veramente molto felici. Crediamo che l’interazione culturale sia il motore che farà sviluppare il mondo”

 

Un percorso nato grazie alla costante collaborazione tra il Servizio Civile di Arci Lecce e le scuole primarie e secondarie leccesi, con la volontà di raccontare in un’unica giornata il mosaico delle iniziative condivise sul territorio, espressione di una forte sinergia, fondamentale per favorire l’integrazione dei migranti con uno sguardo attento ai più piccoli.

 

Giovedì 17 Ottobre, dalle 9 alle 13, la Villa Comunale si trasformerà in uno spazio di incontro e unione tra le diversità, con attività per grandi e piccini.

 

Dopo i saluti istituzionali, con la presenza di Anna Caputo, presidente Arci Lecce e Carlo Salvemini, sindaco del comune di Lecce, prenderà il via la kermesse.

 

Fondamentale il contributo delle associazioni Baraonda e L’isola del Sapere che organizzeranno molteplici attività dedicate a diversi temi, pensati per sensibilizzare i partecipanti circa il valore della diversità come ricchezza culturale, all’importanza della solidarietà e alla necessità di immaginare e costruire un mondo ecologicamente sostenibile.

 

A seguire lo spettacolo circense a cura de “Il Grande Lebuski” che animerà la giornata con delle spettacolari acrobazie per far divertire proprio tutti! Per tutta la giornata Imma Vitello, face painter professionista, regalerà ai bambini delle fantastiche mascherine colorate.

Un momento della giornata sarà dedicata alla human library, che avrà inizio dopo lo spettacolo circense, in cui beneficiari dei progetti di accoglienza come un libro vivente racconteranno la loro storia e il loro viaggio.

 

Nel pomeriggio, sempre nell’ambito della “Giornata dello Scambio interculturale”, Arci Lecce ospiterà Adiam Woldemichael, chirurgo pediatra di Medici Senza Frontiere che attraverso il progetto di sensibilizzazione #RACCONTIUMANI  presenterà il lavoro che la Ong con più di 45 anni di esperienza porta vanti in tutti i contesti di crisi con rapidità ed efficacia. Al dibattito parteciperanno il sindaco Carlo Salvemini, l’assessore Silvia Miglietta e Ubaldo Villani-Lubelli docente presso l’Università del Salento. Coordinerà il dibattito Umberto Cataldo responsabile delle attività culturali di Arci Lecce.

 

“In un contesto di crisi globale, con l’emergenza dell’attuale conflitto in Kurdistan dove vengono colpite anche strutture sanitarie, – dichiara Anna Caputo – questo incontro rappresenta un modo per accendere i riflettori sulle sofferenze che milioni di persone vivono quando l’accesso alle cure mediche è ostacolato, le strutture mediche sono messe a rischio, ma soprattutto quando le crisi sono dimenticate dai più”

 

L’appuntamento per #RACCONTIUMANI è Giovedì 17 Ottobre alle ore 18.30 presso DUNYA – Centro d’Interazione Culturale in via Pappacoda 25.