Venerdì 17 gennaio Delijah al Caffè del Teatro di Aradeo

344

ARADEO (Lecce) – Venerdì 17 gennaio al Caffè del Teatro di Aradeo, la cantautrice romana Delijah sarà la protagonista della nuova programmazione di eventi del locale. L’artista proporrà un repertorio di inediti – Un forte applauso è il titolo del suo singolo di esordio – ed alcune cover di artisti che hanno influenzato il suo percorso musicale, interpretate e riadattate in un sound essenziale e a tratti nostalgico, un repertorio per chi, tra una birra e una chiacchierata, vorrà un attimo connettersi con la parte più intima di se stesso. Sul palco insieme a lei il musicista Simone Guzzino.

Classe 1998, Sara d’Elia, in arte Delijah, inizia a esibirsi nella capitale in chiave acustica (chitarra e voce) prediligendo toni intimisti e confidenziali. Scrive per esigenza personale dall’età di sedici anni, trattando tematiche sociali, esistenziali e sentimentali. Nel 2019 l’incontro Simone Guzzino (Il Solito Dandy), nel panorama emergente di San Lorenzo, che poco dopo inizia ad affiancarla, insieme ad Alessandro Scorta (Laago!), durante i live in formazione completa. Nasce così un sodalizio artistico che porta, il 29 settembre 2019, all’uscita del singolo d’esordio “Un forte Applauso”, di cui Guzzino cura minuziosamente la produzione. Il brano nasce nel lontano 2014, come una sorta di sfogo personale, durante un viaggio da Foggia, città originaria dell’autrice, verso Roma. Frutto di una spiccata sensibilità da parte dell’autrice, le tematiche affrontate oscillano tra il grido al cielo di chi vorrebbe cambiare il mondo – condannandone i difetti più evidenti – e la rassegnazione di chi ha perso fede nell’umanità. La speranza è forte ma la realtà è troppo cruda, e il senso di inadeguatezza si fa sempre più evidente, come suggerisce il finale aperto a varie interpretazioni. In questo modo l’ascoltatore ha la possibilità di immedesimarsi e rendere suo il pezzo. Il brano vuole quindi essere una sorta di preghiera sincera e amara. Un punto di ripartenza per tagliare con il passato e abbracciare il futuro, a partire dalla presa di consapevolezza del proprio dolore. L’unica soluzione che sembra realizzabile si apre nel ritornello: è la via dell’Amore. Che ci accomuna tutti e ci rende umani. La produzione è ispirata dal gusto e dall’ascolto di molteplici icone della Musica, italiane e non. Su tutte Bluvertigo, Arctic Monkeys, Lana Del Rey, Amy Winehouse. Mentre sul versante liriche l’autrice, in arte Delijah, prende come riferimento autori come Renato Zero, Giuliano Sangiorgi e Luigi Tenco. Un gusto sofisticato e ricercato che dà sensazioni estranianti ma allo stesso tempo stimolanti, in bilico tra l’utilizzo di chitarre distorte e theremin. “Un forte applauso” è l’esempio di un cantautorato che non vuole esaurirsi soltanto in un genere.