Ramoscelli di ulivo in dono ai consumatori dagli agricoltori del Mercato contadino di Campagna Amica di Brindisi

473

BRINDISI – Ramoscelli di ulivo in dono ai consumatori dagli agricoltori del Mercato contadino di Campagna Amica di Brindisi per la benedizione della Domenica delle Palme, un gesto simbolico per non rinunciare a momenti religiosi cari ai pugliesi, anche in questo momento di sacrificio doloroso ma necessario, con il blocco agli spostamenti e tutte le altre misure di prevenzione contro la diffusione della pandemia da Covid-19.

 

Una situazione – sottolinea Coldiretti Puglia – che sta sconvolgendo le abitudini delle famiglie che per le festività pasquali, soprattutto se c’è bel tempo, ogni anno approfittano per  stare all’aria aperta a contatto con la natura insieme a parenti e amici, con brevi spostamenti in giornata, in una regione come la Puglia  che può contare su 245mila ettari di aree naturali protette, di cui il 75,8% rappresentato da parchi nazionali – del Gargano e dell’Alta Murgia – e l’8,3% da aree naturali e riserve naturali marine. Le provincie che presentano la più alta percentuale di territorio soggetta a protezione sono quella di Foggia (51,5%) e Bari (27,7%).

 

Stavolta però per tutti i pugliesi pic nic all’aperto o i pranzi delle feste in agriturismo devono spostarsi per forza dentro le mura di casa. Ma per far vivere comunque ai cittadini pugliesi il contatto con il verde è stato ottenuto – riferisce la Coldiretti – il chiarimento dal Governo sul via libera alla vendita di piante e fiori in supermercati, mercati, punti vendita e vivai. Nel pieno rispetto di tutte le disposizioni i vivai continuano a lavorare per garantire la massima qualità ma si stanno organizzando anche – continua la Coldiretti – per fare consegne a domicilio, con contatti per telefono o mail. E la Coldiretti invita tutti gli italiani a mettere fiori e piante nei propri giardini, orti e balconi come segno benaugurante della primavera che segna il momento del risveglio con la mobilitazione #balconifioriti.

 

“Lanciamo ora un appello alla grande distribuzione, ai mercati e a tutti i punti vendita aperti affinché promuovano la vendita di fiori e piante Made in Puglia perché fiore e piante tricolore aiutano a vincere la paura e portano felicità nelle case e nelle nostre vite. Invitiamo tutti cittadini ad adornare i balconi, le finestre, dando un segnale positivo al mondo, perché il fiore è il simbolo della resilienza e della voglia dei pugliesi di non farsi sopraffare dalla paura”, afferma Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia, chiedendo l’adesione alla campagna #balconifioriti.

 

E proprio per sostituire gli abbracci, Giuseppe Caporale, responsabile del settore florovivaistico di Coldiretti Puglia, ha lanciato l’iniziativa ‘DAMM NU VES!’, dove ‘ves’ in canosino è “bacio” ma che qui suona come un “vaso”. L’iniziativa solidale, ideata dall’azienda Caporale, realizzata in collaborazione con Il Comune di Canosa di Puglia, nasce con l’obiettivo di dare sostegno alla comunità e alle famiglie più bisognose del territorio in piena emergenza Coronavirus.  Con l’acquisto di tre diverse tipologie di piantine, una fragola, una Polygala o un Jasminum i cittadini potranno partecipare alla raccolta fondi e il 50% del ricavato sarà devoluto in beneficenza e per l’acquisto di beni di prima necessità per le famiglie più fragili.

 

Al contempo per rispettare le limitazioni agli spostamenti e garantire il rispetto della tradizione a tavola gli agricoltori di Campagna Amica si sono organizzati in tutta Italia anche per la consegna a domicilio dei prodotti tipici e di qualità del territorio. L’obiettivo della Coldiretti è garantire a tutti una tavola di Pasqua “apparecchiata” a casa direttamente dai contadini con prodotti freschi e di qualità nell’ambito della campagna #MangiaItaliano a difesa del Made in Italy, del territorio, dell’economia e del lavoro.