Il 17 maggio Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia

114

RACALE (Lecce) – Il 17 maggio si celebra in tutta Europa la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia.
La commemorazione fu istituita nel 2007 per condannare le discriminazioni che ancora oggi moltissime persone sono costrette a subire sulla base del loro orientamento sessuale.
Per l’occasione,  il Comune di Racale in collaborazione con la  Consulta Giovanile di Racale, organizza un incontro on line in diretta sulla  pagina Facebook della Consulta; ospite dell’evento la Senatrice Monica Cirinnà.
L’incontro vuole essere un momento di riflessione e campagna di sensibilizzazione per denunciare e lottare contro ogni abuso fisico e morale legato all’orientamento sessuale.

Mattia Antonio Chetta, Presidente della Consulta giovanile di Racale, dichiara: “Abbiamo accolto con grande entusiasmo la proposta pervenuta dalla Presidente del Consiglio comunale, Anna Toma, perché è un’iniziativa che dà seguito al percorso cominciato qualche mese fa proprio dai giovani della città. Infatti, dopo Brindisi, Lecce e Martano, a Racale non volevamo essere da meno e decidemmo, con la Consulta giovanile, di invitare il nostro Consiglio comunale a sostenere formalmente questa battaglia di civiltà, invitando l’assise a pronunciarsi sul ddl Zan. Siamo altresì felici di dialogare con la senatrice Monica Cirinnà, promotrice delle unioni civili e difensore dei diritti LGBTQI.”

“Il Comune di Racale -afferma Anna Toma Presidente C.C. con delega alle Pari opportunità- aderisce a questa importante giornata internazionale. La realtà è policroma e ogni tonalità ha pari diritti di fronte al mondo: un messaggio che riassume le aspirazioni di milioni di persone e che il Ddl Zan sta tenacemente cercando di trasformare in giusta legge dello Stato. La battaglia per la non violenza, contro ogni discriminazione e per l’affermazione dei diritti delle Comunità LGBTQ+ è la nostra battaglia.
Mi rammarica il fatto che ogni anno si debbano celebrare la giornata contro l’omofobia, contro la violenza sulle donne, quella per i diritti dei minori, contro la povertà……come se certi valori non fossero già, naturalmente, patrimonio di una civiltà evoluta e moderna e si debba, invece, ribadirne di continuo l’importanza.
Ognuno di noi ha sensibilità differenti, ognuno nella vita pubblica, ma soprattutto privata, compie scelte in base alle proprie inclinazioni e ai propri desideri e su questo è impensabile che si continui su uno scontro di valori.
Credo si possa rimanere della propria idea politica pur continuando a rispettare le scelte dell’altro.
Per la nostra Amministrazione, che già in passato ha compiuto scelte ed azioni concrete sul tema dei diritti civili, l’obiettivo del 17 maggio è quello di promuovere la consapevolezza e individuare le azioni positive di prevenzione e contrasto al fenomeno dell’omofobia, lesbofobia, bifobia, transfobia.
Scriviamoli e ripetiamoli bene tutti questi termini, perché le persone purtroppo non sono ancora tutte libere di essere e il compito di un’Amministrazione non è solo quello di promuovere la libertà, garantita in primis dalla Costituzione, ma di diffondere una cultura aperta e inclusiva e di lavorare costantemente, nella società e nelle sue diramazioni, a partire dalla scuola, per rimuovere gli ostacoli che si frappongono alla realizzazione di quella libertà.
Non basta promuovere la libertà per dichiararsi a posto con la propria coscienza e il proprio ruolo.
Il 17 maggio avremo l’onore di ospitare, in una diretta Facebook, la Senatrice Monica Cirinnà, da sempre in prima linea su queste tematiche e fautrice della normativa sulle unioni civili, nonché il Presidente di “ArciGay Salento” Giuseppe Todisco su impulso del quale nel gennaio scorso abbiamo portato in Consiglio la mozione a sostegno del Ddl Zan, e per questo ringrazio l’Amministrazione e la Consulta per aver accolto con entusiasmo tale iniziativa.”

Appuntamento quindi in diretta Facebook sulla pagina della Consulta Giovanile di Racale lunedì  17 maggio alle ore 17.