Venerdì 18 giugno ad Arnesano secondo appuntamento di Sfere Sonore con il Quartetto Werther

56

ARNESANO (Lecce) – La Stagione Concertistica Sfere Sonore, diretta dalla violoncellista Ludovica Rana e prodotta dall’Associazione Musicale Opera Prima, prosegue la sua stagione concertistica con un appuntamento che vede protagonista un giovane quartetto italiano: venerdì 18 giugno alle ore 20,30 presso il Cortile del Teatro Oratorio Don Orione di Arnesano (Le), sarà la volta del Quartetto Werther, formazione cameristica vincitrice del Premio Abbiati 2020.

Si tratta di quattro giovani musicisti uniti dall’amore per la musica, oltre che da un talento fuori dal comune, che hanno dato vita a un gruppo da camera che si sta facendo strada sulla scena concertistica nazionale. L’ensemble è formato dalla violinista Misia Jannoni Sebastianini, la violista Martina Santarone, il violoncellista Vladimir Bogdanovic e il pianista Antonino Fiumara.

Eseguiranno il Quartetto di R. Schumann Op. 46 e il Quartetto di Beethoven Op. 16°, due capisaldi della letteratura cameristica per questa formazione.

Il concerto è realizzato grazie al sostegno della “Programmazione Puglia Sounds Live 2020/2021” “REGIONE PUGLIA – FSC 2014/2020 – Patto per la Puglia – Investiamo nel vostro futuro.

 

“Proporre giovani musicisti del valore del Quartetto Werther nella nostra stagione concertistica è veramente galvanizzante – dichiara Ludovica Rana, direttrice artistica di Sfere Sonore. Noi siamo onorati di accoglierli e di farli conoscere anche ai bambini e alle famiglie di Sistema Musica Arnesano, il nostro programma di formazione strumentale inclusiva avviato nella scuola primaria”.

 

Quartetto Werther, vincitore del XXXIX Premio “Abbiati”, Premio “Farulli” 2020, e Terzo Premio al Concorso Internazionale di Musica da Camera “Trio di Trieste”, il Quartetto Werther, è stato ammesso alle fasi finali del 10th Osaka International Chamber Music Competition, membro della World Federation of International Music Competition che si terranno in Giappone nel 2021.

A Marzo 2021 è stato pubblicato da Brilliant il disco di debutto sostenuto dall’Associazione Musica con le Ali e dedicato all’integrale dei quartetti per archi e pianoforte di Gabriel Fauré.

Realtà emergente del panorama cameristico italiano, ha già all’attivo numerosi concerti e collaborazioni con importanti Festival ed associazioni concertistiche, tra cui l’Unione Musicale di Torino, Bologna Festival, Fondazione Perugia Musica Classica, Istituzione Universitaria dei Concerti, Amici della Musica di Firenze, Moscow International House of Music, Accademia Filarmonica Romana, Teatro Ristori di Verona, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Sociale di Como, Teatro Civico di Varallo, Associazione Chamber Music di Trieste, Festival Bartolomeo Cristofori di Padova, Amici della Musica di Palermo, Accademia Filarmonica di Messina, Festival delle Nazioni, Fondazione Musicale “Santa Cecilia” di Portogruaro, Società dei Concerti di Parma.

Secondo premio al Concorso Internazionale di Musica da Camera-Premio “L. Boccherini” di Lucca e del Concorso Internazionale “Luigi Nono”, nel 2019 si è imposto al premio “A. Burri” 2019 promosso dal 52esimo Festival delle Nazioni.

Fondato a Roma nel 2016, si è formato alla Scuola di Musica di Fiesole e al Conservatorio “A. Boito” di Parma nella scuola cameristica del Trio di Parma e di Pierpaolo Maurizzi, docenti che rivestono tutt’ora un importante punto di riferimento per il Quartetto ed ha approfondito lo studio del repertorio durante importanti Festival e Campus, tra cui l’International Chamber Music Campus organizzato dalla Jeunesse Musicale Deutschland e tenuto dal Cuarteto Casals.

Molto preziosi, inoltre, i consigli di Patrick Jüdt (direttore della Bern ECMA Session) e di Rainer Schmidt (secondo violino dell’Hagen Quartett, docente presso l’Hochschule für Musik Basel).

Membro del circuito de Le Dimore del Quartetto, è allievo dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. All’attività concertistica, affianca quella didattica in qualità di assistente ai corsi di Musica da Camera dell’Avos Project di Roma.

 

Il concerto si svolgerà nel Cortile del Teatro Oratorio Don Orione e durerà circa 60 min.
E’ obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata del concerto.

I biglietti (5 euro) devono essere prenotati scrivendo a sferesonore@gmail.com.