Compagnia Diaghilev Mola di Bari, da martedì 21 settembre al 29 ottobre bambini e famiglie a teatro

82

MOLA DI BARI – Parte martedì 21 settembre, con una rilettura della fiaba di Pollicino della Compagnia Senza Piume, la rassegna di teatro per bambini e famiglie organizzata dalla Compagnia Diaghilev al Teatro van Westerhout di Mola di Bari in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Mola di Bari. Il ciclo di appuntamenti prevede nove spettacoli sino al 29 ottobre tutti in programma alle ore 17.30 con prenotazione obbligatoria al 333.1260425 (biglietti 3 euro).

Si parte, dunque, martedì 21 settembre con la rilettura di un classico delle fiabe, «Come Pollicino», ideata e diretto da Damiano Nirchio per la Compagna Senza Piume e interpretata da Tony Marzolla e Anna de Giorgio, cui si devono anche i pupazzi, sulle scene di Bruno Soriato e Tea Primiterra. Lo spettacolo propone una riflessione giocosa sul potere, sul «diventar grandi» in modo non-violento, sulla crescita individuale e il progresso civile e, perché no, sulla Democrazia. La storia narra, infatti, del potere di un grande dittatore in una piccola città, nella quale il tiranno si è impossessato di tutto e tutti. Ma a un certo punto i bambini, abbandonati come Pollicino a loro stessi, ritroveranno la strada e dimostreranno di poter fare una rivoluzione pacifica sovvertendo l’ordine costituito.

La rassegna proseguirà il 27 e 28 settembre con «Le stagioni in città» di Astragali Teatro, rilettura di Fabio Tolledi del «Marcovaldo» di Italo Calvino. Doppia recita anche l’1 e il 2 ottobre per «Arcoiris» di Silvia Civilla, una produzione di Terrammare Teatro. La Compagnia Senza Piume tornerà il 5 ottobre con la pièce «Dalla parte del lupo», mentre il Granteatrino di Paolo Comentale proporrà un trittico di spettacoli per pupazzi e attori ispirati ad altrettanti racconti e disegni di Nicoletta Costa: il 7 e l’8 ottobre «La natura fantastica», il 13 e il 14 ottobre «La strega Teodora e il compleanno magico», il 20 e 21 ottobre «La strega Teodora e Draghetto».

Inoltre, la rassegna prevede il 25 e il 26 ottobre «Storia di Bella» del Teatro delle Forche che Giancarlo Luce ha tratto da «Lo cunto de li cunti» di Giambattista Basile prima della chiusura prevista il 28 e 29 ottobre con «Imma, l’albero e il cane» della Compagnia Il Crogiuolo per la drammaturgia e la regia di Virginia Martini.