Sabato 19 marzo “Tropicana” Teatro Comunale di Massafra

16

MASSAFRA (Taranto) – “Tropicana è un brano del Gruppo Italiano: dopo aver dominato le classifiche dell’estate 1983, diventa un brano simbolo dell’estate tout-court, inno alla spensieratezza e ballo di gruppo per eccellenza. Ma di cosa parla davvero questa canzone?”.

 

Per la stagione di teatro contemporaneo ‘Légami’, a cura del Teatro delle Forche, in scena, sabato 19 marzo 2022, alle ore 21.00, al Teatro Comunale di Massafra, lo spettacolo TROPICANA, finalista In-Box 2020, un progetto della giovane e brillante compagnia milanese FRIGOPRODUZIONI.

Con Francesco Alberici, Salvatore Aronica, Claudia Marsicano, Daniele Turconi. Drammaturgia collettiva a cura di Francesco Alberici. Scenografia Alessandro Ratti in collaborazione con Sara Navalesi. Disegno luci Daniele Passeri. Produzione Associazione Culturale Gli Scarti.

 

Tra gli attori in scena, Francesco Alberici, Premio UBU 2021 Nuovo attore o performer (under 35), e Claudia Marsicano, Premio UBU 2017 Nuova attrice o performer (under 35), attualmente nel cast di NOI, fiction di Rai 1, nei panni di Caterina.

 

“Tropicana è il succo di frutta numero uno al mondo, leader di mercato negli Stati Uniti, in Francia e in Gran Bretagna. È il 1947 quando Antonio Rossi, un emigrante siciliano, crea in Florida un impianto di pastorizzazione e imbottigliamento di spremuta d’arancia. Negli anni sessanta Tropicana è la prima società a vendere le spremute della Florida oltreoceano.

Tropicana è un brano del Gruppo Italiano. Dopo aver dominato le classifiche dell’estate 1983, anno di uscita, è diventato un brano simbolo dell’estate tout-court, passando alla storia come inno alla leggerezza estiva, ballo di gruppo per eccellenza e immancabile colonna sonora di ogni villaggio turistico. Ma di che cosa parla veramente questa canzone?

Sul palco l’identità della compagnia si sovrappone a quella del Gruppo Italiano, in un cortocircuito tra identità reali e immaginarie, in cui ogni attore sembra fare outing delle proprie debolezze, vigliaccherie e speranze. Lo spettacolo, tra ironia e nonsense, cela il malessere di una generazione senza ideali, una generazione che “esplode” tra balli superficiali, bevendo una bibita dolce.

In un’epoca in cui anche l’arte diventa merce, la soluzione può essere la prostituzione dell’artista? Come si può andare avanti in un percorso artistico reinventandosi ma mantenendo una propria identità? L’analisi del testo di una canzone, tesa allo svelamento del significato recondito del brano, diventa il pretesto per una lenta immersione negli abissi, alla ricerca del nero che è sempre nascosto dentro un involucro colorato; e del punto di contatto tra quel nero e questo attuale che ci sommerge.”

 

Massafra (TA) – Teatro Comunale ‘Nicola Resta’ di Massafra (Piazza Garibaldi).

Porta ore 20.30. Sipario ore 21.00. Prenotazione obbligatoria al numero 3246103258.

Ticket intero 10 euro / ridotto 8 euro (under 25, over 65 e gruppi di almeno 10 persone).

Accesso con Green Pass, valido secondo le normative vigenti, e con mascherina FFP2.