Domenica 3 aprile Francesca Villani suona le Variazioni Goldberg di Bach a Taranto

13

TARANTO – Per la sezione «Young» degli Amici della Musica “Arcangelo Speranza”, domenica 3 aprile (ore 18.30), nell’aula Magna dell’Università di Taranto (ex Rossarol), la pianista Francesca Villani suona le Variazioni Goldberg di Johann Sebastian Bach. Un capolavoro assoluto che, secondo un’ipotesi poco attendibile, ma molto nota, sarebbe stato composto dal genio di Eisenach per rasserenare le notti insonni dell’ambasciatore russo a Dresda, il conte von Keyserling, il quale avrebbe fatto suonare queste pagine al suo clavicembalista, Johann Gottlieb Goldberg, da cui il nome dell’opera.

Ma al di là della veridicità dell’affermazione, basata su un aneddoto narrato nel 1802 dal biografo bachiano Johann Forkel, le Variazioni Goldberg, pubblicate nel 1742, rappresentano uno dei punti più alti del repertorio di Bach e uno dei massimi monumenti della letteratura per strumento a tastiera. Francesca Villani, ventitreenne pianista di Manduria con vittorie in diversi concorsi, ha scelto di affiancarle a una selezione dei Klavierstücke op. 76, espressione dell’ultimo periodo creativo di Johannes Brahms, in cui il pianoforte si nutre di poesia assoluta, e a «La parade» di Maurice Ravel, schizzo per un balletto incompiuto di Antonine Meunier.

Allieva a soli nove anni di Benedetto Lupo al Conservatorio Nino Rota di Monopoli, dopo si è diplomata con il massimo dei voti, Francesca Villani ha seguito varie masterclass e un corso specialistico all’Accademia del Ridotto di Padova con il grande Aquiles Delle Vigne, il pianista argentino scomparso all’inizio di quest’anno. La musicista tarantina è vincitrice di una trentina di concorsi Nazionali ed Internazionali, tra i quali il «Pietro Argento» di Gioia del Colle, il Concorso «Giovani Musicisti» di Barletta – dove le viene assegnato anche il premio speciale Bach – e, ancora, l’Aevea Piano Prize con una menzione speciale, il Concorso pianistico “Città di Bobbio” e il concorso Città di Magliano Sabina. Inoltre, ha conquistato il primo premio al Grand Prize Virtuoso e nel 2016 è stata selezionata tra i vari concorrenti per suonare alla Royal Albert Hall di Londra, uno dei templi della musica.

Le «Domeniche in concerto» della sezione «Young» proseguiranno il 24 aprile con una performance della coppia formata dalla violinista Cristina Ciura e dal pianista Carmine Chiarelli. Chiusura ancora nel segno del pianoforte solista, il 1° maggio, con Luca L’Erario.

Per info e prevendite di biglietti, che potranno essere acquistati direttamente la sera del concerto, rivolgersi alla sede degli Amici della Musica in via Abruzzo 61. L’acquisto online è sul sito www.amicidellamusicataranto.it. Biglietti 5 euro.