Appuntamento il 4 aprile a Calimera con i “Canti di Passione – Ce custi o gaddho na cantalìsi”

13

CALIMERA (Lecce) – Appuntamento domani 4 aprile a Calimera con i “Canti di Passione – Ce custi o gaddho na cantalìsi” (e si udì il gallo cantare) il festival itinerante organizzato dall’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina in collaborazione con la Fondazione La Notte della Taranta e il sostegno dell’Istituto Diego Carpitella  che sino al 13 aprile 2022 farà conoscere al pubblico una delle più importanti tradizioni dei riti pasquali e della settimana santa.

I canti di passione sono un percorso tra il fisico e l’emozionale che rimanda ai secoli passati, ai rituali dell’area grika, agli eventi tradizionali, ai riti religiosi e ai canti popolari sacri che caratterizzavano la settimana santa. La poesia popolare grika raggiunge la sua più alta espressione poetica nelle vicende che narrano la vita e la morte di Cristo.

I canti, sia in lingua grika che romanza, venivano eseguiti a ridosso di Pasqua. Rappresentano la pietas popolare e la modalità più complessa e articolata attraverso la quale il popolo esprime il suo misticismo e la necessità di comunicare con la divinità.

Le rappresentazioni sonore e gestuali del Festival itinerante “Canti di Passione” faranno tappa in tutti i paesi della Grecìa Salentina, Lecce e Alessano.

Il festival del 2022, quello della ripartenza, caratterizzato dalla presenza del pubblico, vedrà la direzione artistica di Antonio Melegari e la partecipazione di numerosi artisti, espressione del territorio, depositari di queste antiche tradizioni.

«Il festival dei Canti di passione del 2022, segna il ritorno sulla scena di una delle più importanti tradizioni popolari, una manifestazione che mira a valorizzare la storia, l’arte e l’appartenenza culturale all’area grika. Un’edizione che vedrà il ritorno del pubblico nelle varie tappe e che vuole essere uno stimolo per le compagnie, le congreghe e le squadre dei cantori che negli anni hanno portato in giro tra case e masserie “Lu Santu Lazzaru”, “Lu Lazzarenu” o “I Passiuna tu Christù” afferma Antonio Melegari.

«La Grecìa Salentina – dichiara il presidente dell’Unione dei comuni ellenofoni Roberto Casaluci – negli ultimi decenni si è fortemente caratterizzata per il fatto di aver puntato sulla cultura e sull’identità come traini per lo sviluppo del suo territorio; i Canti di Passione rientrano a pieno titolo nella tradizione della cultura popolare di quest’area grika e, per questo, intendiamo investire risorse ed energie per riprendere questa sentita tradizione e farne – da qui in avanti – un evento portante, nel rispetto della storia e della memoria popolare.

Quest’anno il festival si arricchirà della presenza di un ospite d’onore: la Presidente della Repubblica Ellenica S.E. Katerina Sakellaropoulou, che proprio il 9 e 10 aprile sarà in visita nel territorio per la celebrazione del ventesimo anno dalla nascita dell’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina.»