Dal 21 al 24 aprile la stand up comedy di Saverio Raimondo torna in Puglia a Gallipoli, Lecce, Bari e Foggia

18

PUGLIA – Dal 21 al 24 aprile la stand up comedy di Saverio Raimondo torna in Puglia per quattro serate da non perdere. Il mini tour, promosso da Diffondiamo idee di valore e Conversazioni sul futuro, partirà giovedì 21 aprile (ore 20:30 – ingresso con tessera associativa 10 euro – info 3483819266) da Spazio.Zero a Gallipoli (Le). Venerdì 22 aprile (ore 22 – ingresso 10 euro –  Biglietti su Eventbrite – info 3394313397) Raimondo sarà alle Officine Cantelmo di Lecce. Sabato 23 aprile (ore 21 – ingresso 12 euro –  Biglietti  su TicketOne – info 0805947301) il comico romano si esibirà all’Officina degli Esordi di Bari. Domenica 24 aprile (ore 21 – ingresso 12 euro – info e prevendite 3293848435 – 08811961158), infine, sarà ospite del Piccolo Teatro Impertinente di Foggia.

Saverio Raimondo è un vigliacco in tempo di guerra, un ipocondriaco durante una pandemia, un borghese alle prese con il disagio economico ed energetico, un maschio bianco eterosessuale ai tempi del politicamente corretto, un intollerante al caldo durante il riscaldamento globale: in poche parole, l’uomo sbagliato al momento sbagliato. Ma nel posto giusto, quando si trova su un palco a fare stand-up comedy. Con la sua ironia militante, la sua satira feroce e la sua spontanea irriverenza, il Satiro Parlante di Netflix demolisce tutto e tutti, a cominciare da sé stesso. Perché Saverio Raimondo non ha paura di mostrarsi umano, cioè ridicolo.

Classe 1984, inizia come autore di Serena Dandini a 18 anni. Ha partecipato a diversi programmi tv, radiofonici e ha lavorato con tutti i fratelli Guzzanti. Negli anni è stato definito «l’unico stand up comedian italiano che sembra vero» (Riccardo Staglianò – la Repubblica), «il più bravo comico in circolazione» (Aldo Grasso – Corriere della Sera), «miglior satiro attualmente in Italia» (Riccardo Bocca – L’Espresso). Nel 2021 l’artista ha prestato la sua inconfondibile voce  sia nella versione originale inglese che nel doppiaggio in italiano a Ercole Visconti, il cattivo di “Luca”, pellicola Pixar – Disney diretta da Enrico Casarosa, candidata come miglior film d’animazione ai recenti Premi Oscar.