Venerdì 29 e sabato 30 aprile, nelle cattedrali di Bitonto e Bari, doppio programma per Ferruccio Bartoletti, tra i più grandi organisti italiani

12

PUGLIA – Doppio programma per uno dei più grandi organisti italiani. Ferruccio Bartoletti si fa in due per l’N&B Mareterra Festival diretto da Gilberto Scordari, del quale è ospite venerdì 29 aprile (ore 19.45) nella Concattedrale di Bitonto con il recital «Herr Bach», il signor Bach, del quale eseguirà in apertura il Preludio e Fuga in mi minore BWV 548, seguito dal Corale «Schmücke dich, o liebe Seele» BWV 654 e dalla Toccata e fuga in re minore «Dorica» BWV 538. Completano il programma il Corale «O Mensch, bewein dein Sünde gross» e la Passacaglia in do minore BWV 582.

Sabato 30 aprile (ore 20.30), invece, Bartoletti sarà protagonista nella Cattedrale di Bari di un concerto-meditazione con improvvisazioni organistiche su testi tratti dal Libro dell’Esodo accompagnate da alcune riflessioni di monsignor Franco Lanzolla.

Entrambi i concerti sono a ingresso libero e organizzati in collaborazione con JSBach.it., la Società Bachiana Italiana, e con le parrocchie delle due cattedrali.

Spezzino, classe 1962, Bartoletti ha iniziato gli studi musicali e pianistici con Mario Fiorentini e Martha Del Vecchio, diplomandosi successivamente (col massimo dei voti) in organo sotto la guida di Giancarlo Parodi, al Conservatorio “Cesare Pollini” di Padova e perfezionandosi in Danimarca con Knud Vad ed in Francia con René Saorgin. Concertista di fama internazionale, Bartoletti conta circa ottocento recital nelle più importanti cattedrali, chiese e sale da concerto di tutta Europa. Ha inciso per Bottega Discantica e Bongiovanni opere di Bach, Buxtehude e anche musica improvvisata. Musicista di formazione classica, è stato tra i primi in Italia a realizzare opere interattive d’improvvisazione che coniugano narrazione, poesia e immagine. Da molti anni si dedica, infatti, alla ricostruzione sonora di pellicole cinematografiche degli anni Venti, di autori italiani ed esteri, proponendo la tradizionale figura dello strumentista improvvisatore dei primi del Novecento.

Consulente per il restauro degli antichi organi presenti in Liguria e alta Toscana, Bartoletti è direttore artistico del Festival Internazionale di Musica 5terre e del Festival Organistico Apuano, oltre ad essere docente d’Organo e Armonia alla Scuola di Musica Sacra della Diocesi di Massa Carrara-Pontremoli, attività che nel 2016 lo ha portato ad essere nominato dal vescovo organista titolare della Cattedrale di Massa.