N&B Mareterra Festival, Quintetto Lupiae a Torchiarolo il 7 maggio e Monopoli l’8 maggio

106

PUGLIA – La programmazione itinerante dell’N&B Mareterra Festival diretto da Gilberto Scordari prosegue con un doppio appuntamento del quintetto di fiati Lupiae, di scena sabato 7 maggio (ore 19.45) nella chiesa Maria Ss Assunta di Torchiarolo, in provincia di Brindisi, e domenica 8 maggio (ore 20) nella chiesa dell’Amalfitana di Monopoli.  Composto da Teobaldo Scardino (flauto e direzione), Cosimo Tafuro (clarinetto), Giuseppe Giannotti (oboe), Antonio Vergine (fagotto) e Roberto Ala (corno), l’ensemble propone un gustosissimo programma condito con alcune fra le più celebri ouverture di due epigoni dell’opera italiana, con la riduzione per quintetto di fiati delle Sinfonie dal «Barbiere di Siviglia» e da «L’italiana in Algeri» di Gioacchino Rossini e dalla «Forza del destino» e dal «Nabucco» di Giuseppe Verdi. E la solennità, il dramma e la leggerezza di queste pagine si alternano con grande maestria in contrappunto con le composizioni piene di brio di due compositori del Novecento, il francese Jacques Ibert e l’inglese Malcom Arnold, dei quali si ascolteranno rispettivamente «Trois pièces brèves» e «Three Shanties». Si tratta di lavori nati inizialmente per accompagnare pièces teatrali ma poi divenuti suites musicali a sé stanti, veri e propri saggi rispetto alle possibilità timbriche e virtuosistiche del quintetto di fiati, in questo caso composto da cinque giovani brillanti musicisti, tutti diplomati al Conservatorio Tito Schipa di Lecce con il massimo dei voti ed accomunati dalla stessa passione per la musica da camera.

I componenti del quintetto Lupiae si sono specializzati nel campo della musica da camera con docenti di fama nazionale ed internazionale e svolgono un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero, sia da solisti che in formazioni cameristiche ed orchestrali, tra cui l’Orchestra dell’Accademia Scala di Milano, l’Orchestra del Gran Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Cherubini fondata da Riccardo Muti, l’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai di Torino, l’Orchestra dello Stato dell’Ucraina, l’Orchestra Harmonia Catalana e, ancora, l’Orchestra dei Virtuosi di Roma e l’Orchestra della Magna Grecia di Taranto. Tra gli impegni di rilievo dell’ensemble, l’esecuzione delle «Sei bagatelle» di Gyorgy Ligeti (uno tra i brani di più difficile esecuzione per questo tipo di formazione) al Todi Arte Festival 2003 in occasione dell’ottantesimo compleanno del compositore. Nel 2006 il quintetto Lupiae ha collaborato con il pianista Francesco Libetta in occasione della realizzazione di un cd di audio-letture di poesie giovanili inedite di Carmelo Bene. Inoltre, i cinque musicisti affiancano all’attività concertistica quella didattica nei conservatori, nelle scuole a indirizzo musicale e nelle accademie di musica, oltre ad essere invitati come giurati in concorsi musicali nazionali ed internazionali.

I due eventi ai quali daranno vita per l’N&B Mareterra Festival sono realizzati in collaborazione con la Pro Loco Turchellis e la Parrocchia Maria Ss. Assunta di Torchiarolo e l’associazione Sentieri Armonici e la Parrocchia S. Maria Amalfitana di Monopoli.