Sabato 14 maggio teatro, musica, vari appuntamenti in provincia di Lecce

191

LECCE – A Lecce prosegue la terza edizione di “#leparolevalgono – Festival Treccani della lingua italiana”, ideato dalla Fondazione Treccani Cultura per presentare i temi più rilevanti della sua costante ricerca sulla lingua italiana. Sabato dalle 18 (anche in diretta streaming sulla pagina Facebook @FondazioneTreccani), nel Complesso degli Agostiniani, nella sessione moderata da Cristina Faloci (autrice e conduttrice di Radio3), dopo i saluti del direttore della Treccani Massimo Bray, e l’introduzione sulla parola ambiente della linguista Maria Vittoria Dell’Anna (docente di Linguistica Italiana Università del Salento), si discuterà di “Rischi e opportunità per l’ambiente” con Enrico Alleva (etologo), Mariagrazia Midulla (responsabile Clima ed Energia di WWF Italia), Fabio Pollice (rettore dell’Università del Salento), Carlo Salvemini (sindaco di Lecce e delegato nazionale Anci su Rifiuti ed Energia), Edoardo Zanchini (vicepresidente di Legambiente). Alle 21 (ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti) il Teatro Apollo di Lecce accoglierà “In camera caritatis”, un concerto speciale in acustico di Francesco Bianconi, cantante e autore dei Baustelle e scrittore, accompagnato da Zevi Bordovach (organo), Alessandro Trabace (violino) e Angelo Trabace (pianoforte). Sarà l’occasione per presentare in una versione più intima, in attesa dell’avvio del tour ufficiale, i suoi ultimi lavori in studio, in una summa ideale della sua prolifica produzione, dai progetti più recenti ad incursioni nel recente passato e nel prossimo futuro, con alcuni brani inediti. Dopo “Forever” (BMG), disco d’esordio da solista prodotto da Amedeo Pace (Blonde Redhead), uscito nell’ottobre 2020, nel gennaio 2022 è arrivato “Accade” (BMG), un progetto di personali versioni di grandi autori e interpreti della canzone italiana e alcuni brani scritti da Bianconi per altre interpreti come Paola Turci (“Io sono”) e Irene Grandi (“Bruci la città” e “La Cometa di Halley”) con la partecipazione di Baby K. e Lucio Corsi. Poche settimane fa è arrivato il nuovo singolo “Perduto insieme a te” in coppia con Malika Ayane. Bianconi ha recentemente vinto anche il Premio nazionale di narrativa Bergamo con il suo romanzo “Atlante delle case maledette” (Rizzoli Lizard, 2021). Domenica alle 12 (anche in diretta streaming sulla pagina Facebook @FondazioneTreccani) si torna agli Agostiniani per l’appuntamento di chiusura. “Le parole delle canzoni dal vivo”, un ciclo di incontri con cui Treccani si propone di raccontare l’evoluzione della lingua della musica italiana attraverso i testi di cantautori e rapper in dialogo con scrittori, ospiterà infatti Giovanni Truppi e Paolo Di Paolo, che a seguire, (dalle 13:15 alle 14) registrerà una puntata speciale di “La lingua batte”, trasmissione di Rai Radio 3. In collaborazione con ISPRA – Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, il Chiostro degli Agostiniani ospita anche la mostra fotografica “L’Italia perde terreno” a cura di Angelo Antolino, che affronta il tema del consumo di suolo e il degrado di territorio in Italia. “#leparolevalgono – Festival Treccani della lingua italiana” è organizzato a Lecce da Fondazione Treccani Cultura in collaborazione con il Comune di Lecce con il supporto del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia e del Teatro Pubblico Pugliese grazie al Fondo speciale per Cultura e patrimonio culturale (L.R. 40/2016) – Investiamo nel vostro futuro, il contributo di Treccani Reti, il patrocinio del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università del Salento e il sostegno di Cooperativa Socio Culturale e Cime di Rapa. Media partner Rai Radio 3. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Teatro per famiglie a Melendugno e Lecce con gli spettacoli pugliesi vincitori degli Eolo Awards
Sabato a Melendugno e Lecce doppio appuntamento con gli spettacoli pugliese vincitori degli Eolo Awards 2022,  i premi d’eccellenza dedicati al teatro ragazzi italiano assegnati il 4 maggio al Teatro Bruno Munari di Milano all’interno della trentaduesima edizione del Festival di teatro ragazzi Segnali. Alle 19 al Nuovo Cinema Paradiso di Melendugno, nell’ambito della stagione per famiglie organizzata da Principio Attivo Teatro e Comune di Melendugno, in scena “Paloma, ballata controtempo”. Lo spettacolo, prodotto da Factory Compagnia Transadriatica e Teatro Koi con Michela Marrazzi, le musiche di Rocco Nigro, la drammaturgia e la regia di Tonio De Nitto e la cura della manipolazione di Nadia Milani, ha conquistato una menzione speciale per il teatro di figura del riconoscimento promosso dal 2006 dalla rivista online Eolo. Si tratta di un nuovo successo per Factory Compagnia Transadriatica che nel 2020 aveva vinto il Premio con “Mattia e il nonno”. “Paloma” è un dialogo tra due anime. Uno scambio scenico ed emozionale tra il fascino di una bambola, che riproduce con grazia e minuzia la realtà dei gesti di una donna anziana, e quello della musica, che quei gesti li ispira, li accompagna, li asseconda.

Alle 20:30 sul palco del Teatro Paisiello di Lecce per l’ottava edizione “straordinaria” di “Kids. Festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni”, l’attesissimo “Esterina centovestiti” di e con Daria Paoletta della Compagnia Burambò, prodotto con il sostegno di Giallomare Minimal Teatro (dai 6 anni), fresco vincitore degli Eolo Awards come miglior spettacolo di Teatro Ragazzi. In V elementare Lucia è alle prese con l’arrivo in classe di una nuova compagna cui per condizione economica ed estrazione sociale, sembra negata la possibilità di scegliere la propria vita e che viene per questo emarginata e schernita. Una narrazione che appassiona bambini e adulti che si riconoscono nella protagonista della storia perché tutti in classe, almeno una volta, l’abbiamo incontrata Esterina. “Esterina centovestiti” conclude la lunga giornata di Kids che prenderà il via alle 10:45 e 11:45 nel Museo Ferroviario di Puglia con “In viaggio con le storie”, uno degli appuntamenti più appassionanti del festival, una finestra sulla narrazione per farsi trasportare con la fantasia. Sui vagoni storici, si alterneranno “Narciso il primo amore” di e con Ilaria Carlucci, “Il drago al centro della terra” (liberamente tratto da “Il drago Aidar” di Marjane Satrapi) con Alessandro Lucci e “Il viaggio di Maria, dRama di compagnia” con Chiara Saurio e Alice Toscana. Alle 17 il Convitto Palmieri accoglierà la presentazione del volume “Manù e Miché. Il segreto del principe” di Francesco Niccolini (Mondadori). Hanno la stessa età, Manù e Michè. Domenica 15 maggio alle 19 alle Manifatture Knos, Kids ospita “Bob” (da 8 anni), una performance che usa il corpo come veicolo e innesco di alcune domande e scenari che congiungono gli immaginari sul non-reale, dai bestiari alle fantasie d’infanzia, e la nostra presenza nella realtà. Cosa si nasconde nei luoghi bui? Cosa ha a che fare con noi? La creazione di Matteo Marchesi (Zebra produzioni) è stata selezionata per CollaborAction Kids grazie al monitoraggio avviato dal Network Anticorpi XL con il bando Vetrina della giovane danza d’autore 2020 – sezione KIDS, dedicato alla ricognizione dei lavori rivolti alle nuove generazioni. Il Festival Kids è ideato e organizzato da Factory Compagnia Transadriatica e Principio attivo teatro con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Puglia, Comune di Lecce, Teatro Pubblico Pugliese, Polo BiblioMuseale di Lecce, Chain Reaction, Storie cucite a mano, progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, in collaborazione con BlaBlaBla, Assitej Italia, Network Anticorpi XL, Manifatture Knos, Museo Ferroviario di Puglia, Cirknos, Cpk – bicycle centre.

I fratelli Redi ed Ekland Hasa in concerto a Lu Mbroia di Corigliano d’Otranto
Week end di musica a Lu Mbroia di Corigliano d’Otranto. Sabato i due fratelli albanesi Redi (violoncello) ed Ekland Hasa (piano) con lo spettacolo “Tempistiche irregolari” propongono un live intenso e ricco di emozioni, ritmi e suoni provenienti da tutti i lati del Mediterraneo. Un concerto intimo ma allo stesso tempo carico di intensità, di linguaggi distanti e differenti. Redi Hasa, in oltre vent’anni di carriera, ha suonato, tra gli altri, con Kocani Orkestra, Mauro Pagani, Rita Marcotulli, Pacifico, Boban Markovic, Ambrogio Sparagna, Paolo Fresu, Mauro Pagani, Goran Bregovic, Giovanni Sollima, Maria Mazzotta. Nel 2017 è violoncellista ospite nel disco Carry Fire di Robert Plant, voce dei leggendari Led Zeppelin. Dopo aver lavorato per molti anni nell’ensemble di Ludovico Einaudi e, non ultimo, per il progetto “Seven Days Walking” (2019), nel 2020 è uscito, per Decca Records, “The Stolen Cello”, suo primo album solista. Ekland Hasa è concertista, compositore, docente e arrangiatore dalle numerose anime. Raffinato e graffiante, legato tanto al jazz quanto alla musica classica, alla composizione per orchestra come alle musiche etniche di tutto il mondo. Domenica appuntamento con la cantante Miss Mykela e il pianista Marco Rollo per Donne Note Festival. Insieme condurranno il pubblico in un viaggio tra le sonorità della musica reggae che fanno parte del percorso artistico della cantante (ai classici di Bob Marley si alterneranno brani della stessa cantante salentina) e brani internazionali, in chiave swing e vintage, in un incontro tra sound e dimensioni evocative ed emozionanti. rima del concerto (dalle 20) è possibile degustare primi e secondi piatti, insalatone, verdure. Inizio ore 21. Contributo associativo 7 euro.

Lo storico Angelo D’Orsi con “Un Gramsci mai visto” sul palco di Astràgali Teatro a Lecce
Alle 20:30, Astràgali Teatro a Lecce, per la rassegna “Teatri a Sud”, promossa con il sostegno del Ministero della Cultura, ospita il secondo appuntamento con il professore Angelo D’Orsi, già ordinario di Storia del pensiero politico all’Università di Torino, che si occupa di storia delle idee e degli intellettuali, di nazionalismo e fascismo, di guerra e di temi di teoria politica e di metodo storico. In scena “Un Gramsci mai visto” scritto e interpretato da D’Orsi e ispirato al suo libro “Gramsci. Una nuova biografia” (Feltrinelli). In cinque monologhi, intervallati da musiche e canti d’epoca a cura di Anna Cinzia Villani e Morris Pellizzari, lo storico fa rivivere Gramsci, in una narrazione appassionata e appassionante: la vita, gli affetti, la malattia, la sofferenza, gli incontri e gli scontri politici, l’elaborazione teorica, tra la Sardegna, Torino, Mosca, Vienna, Ustica, Milano, Turi, Formia e Roma, dove muore a 46 anni. Gramsci è il pensatore italiano più studiato oggi nel mondo, ma poco conosciuto in Italia, al di fuori della ristretta cerchia di specialisti. Gramsci, con la ricchezza del suo pensiero critico, con la sua volontà dialogica, con la sua dirittura morale, con il suo rigore intellettuale, con la sua creatività di pensiero e di linguaggio, con i suoi interessi così ampi e multiformi, appare un punto di riferimento tanto importante quanto negletto. Nello spettacolo le vicende umane di Gramsci, vengono proposte, in un intreccio con le vicende politiche e l’elaborazione di un pensiero originale, con la sua lenta affermazione sulla scena politica nazionale e internazionale, nei diversi contesti geografici, politici e umani, dalla Sardegna a Torino, dalla Russia al ritorno in Italia fino al carcere e alla clinica dove morrà, con la stesura dei Quaderni, e delle Lettere. Ingresso 5 euro.

Sold out a Novoli per Salvatore Cosentino
Alle 21 nel Teatro Comunale di Novoli (già sold out da giorni) con “Addirittura padre” di Salvatore Cosentino si conclude “Padri, madri, eroi”, stagione promossa da Comune di Novoli, Teatro Pubblico Pugliese e Factory Compagnia Transadriatica, in collaborazione con Blablabla nell’ambito della rete Teatri del Nord Salento. Il magistrato mette in scena le emozioni vissute dalla nascita di un figlio. È il racconto, fondamentalmente autobiografico, di un pensiero astratto e distaccato – quello di mettere al mondo, in un imprecisato giorno, un figlio – che si fa “addirittura” realtà. Con la partecipazione del piccolo Francesco Saverio Cosentino, lo spettacolo dà voce ed immagini ad emozioni contrastanti, uniche ed irripetibili, vissute nel continuo scambio di ‘messaggi’ e intese tra padre e figlio, sempre più consapevole ed infine vitale per entrambi. Ne deriva, infatti, la continua costruzione di un mondo condiviso, fatto di curiosità, di conoscenza, di divertimento, di complicità, di scoperta incessante, di cultura, di Amore. Si tratta dello spettacolo di chiusura di “Padri, madri, eroi” che da marzo, tra Novoli, Trepuzzi e Campi Salentina, ha ospitato nove spettacoli di teatro, musica, circo e danza e quattro appuntamenti per le famiglie. Tra gli ospiti Claudio Prima e Seme, Wu Ming 2 e la compagnia circense El Grito, Oscar De Summa, Roberto Anglisani, Pino Ingrosso, Nardinocchi – Matcovich, Sara Bevilacqua, Los Guardiola, Otto Marco Mercante, Factory Compagnia Transadriatica, Fondazione Sipario Toscana e Crest.

Saltano i concerti serali al Castello Volante di Corigliano d’Otranto
Il Castello Volante di Corigliano d’Otranto prosegue il suo viaggio tra arti, sapori, musiche e culture. Sabato 14 e domenica 15 maggio dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 22 sarà attivo l’infopoint con la possibilità di visitare le sale e gli spazi esterni dell’antico maniero. Dalle 18 per l’aperitivo e la cena sulle terrazze aperto anche “Nuvole – Cibi, storie, culture”, Officina del gusto e degli spiriti del Castello che propone un’identità rinnovata e un inedito menù tutto da gustare (info e prenotazioni 3343429268 – nuvole@ilcastellovolante.it). Salta invece il concerto di Adriano Viterbini e Mamah Diabate e l’aftershow con le selezioni musicali a cura di Elettro Mascarimirì previsti in serata. La nuova “speciale” domenica di Primavera si aprirà invece con una doppia visita guidata del Borgo “Volante” a cura della Pro Loco (partenza dalla Quercia Vallonea alle 10 e alle 16 – prenotazioni 3792802903). Alle 18 per i più piccoli apre “La stanza delle meraviglie”, un laboratorio a cura di Elena Campa rivolto a bambine e bambini dai 5 anni in su. Disponendo e sovrapponendo grandi forme e simboli magici costruiremo delle carte da parati dipinte a mano che allestiremo in una delle sale nobili del castello. Alle 19:30 secondo appuntamento con “Il salotto di Storiella bonsai. Parole, musiche, disegni” a cura di Max Nocco con reading di Massimo Colazzo e disegni dell’artista Massimo Pasca. I grandi protagonisti della storia della musica saranno raccontati ogni domenica al Castello Volante. Info ilcastellovolante.it

My fairy books: laboratorio per piccoli lettori a Cutrofiano
Nel Museo della Ceramica – Biblioteca Comunale di Cutrofiano prosegue la rassegna “ContemporaneaMente. Leggere per comprendere” promossa dall’associazione 34° Fuso in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Cutrofiano, le operatrici e gli operatori volontari del Servizio Civile e la Cooperativa Ventinovenove nell’ambito della campagna nazionale “Il Maggio dei libri”.  Sabato 14 e 18 maggio dalle 10 alle 12 spazio a “My fairy books”, laboratorio che mira a trasmettere alle bambine e ai bambini in età prescolare il piacere della lettura, la gioia di scoprire e imparare nuove parole in lingua italiana e inglese, arricchendo il lessico personale e la capacità di espressione. Tutte le attività di 34° Fuso, nuovo ente gestore del polo Biblio-Museale di Cutrofiano sono pensate affinchè questo divenga luogo accogliente di svago, di riflessione e d’azione e di crescita.