Lo show di Matteo Borghi per l’inaugurazione dell’Albatros beach club

9

CASTELLANETA MARINA (Taranto) – Sabato 18 giugno prenderà il via la stagione dell’Albatros beach club di Castellaneta Marina, diretta da Anonima Group, con l’esibizione di Matteo Borghi, showman noto per i suoi spettacoli fatti di musica, con un vasto repertorio che spazia da cover del passato a hit del momento e al genere latino-americano, oltre a sketch e una costante interazione con il pubblico, oltre alle selezioni musicali dei dj resident.

La mia performance – ha commentato Borghi – è un viaggio nella musica, dai classici che abbiamo nel cuore, partendo dagli anni ‘40/’50 fino alla musica dei giorni nostri. Non canto perché un brano è il pezzo del momento, ma perché mi trasmette qualcosa. Sono affascinato dal Mediterraneo e quindi dalla musica napoletana, da quella latina e da quella araba. La musica è una sola soprattutto quella che bagna il Mare nostrum”.

Originario di Milano, a diciassette anni è entrato a far parte di uno dei primi cori gospel del milanese diretto da Beatrice Senigallia, con la quale ha continuato gli studi. Al canto ha affiancato anche la danza e grazie a una spiccata voglia di comunicare, divertire e divertirsi ha iniziato a fare del suo hobby il suo lavoro, ottenendo i primi ingaggi in feste private, manifestazioni pubbliche e locali vari. Successivamente ha partecipato al Festivalbar 98 come ballerino, si è esibito a Lombardia7 come cantante e ha collaborato con Match-Music come presentatore. Importante nel suo percorso artistico è stato l’incontro con Umberto Smaila. Con il noto artista, Matteo Borghi ha collaborato per tre anni, lavorando negli Smaila’s. Tuttavia non è il solo personaggio dal quale Matteo Borghi ha avuto la fortuna di apprendere. Infatti è stato al fianco di Enrique Iglesias, in qualità di corista e ballerino nel singolo “Rithim Divine”, nonché ospite fisso di “Ogni maledetta Domenica” show radiofonico condotto da Giorgio Panariello su RTL e successivamente nei teatri e palasport più importanti con lo spettacolo in tour di Giorgio Panariello “Panariello non esiste.

Sono nato con Umberto, che mi ha voluto subito con sé. A Sharm ho lavorato tantissimo, ho avuto la possibilità di conoscere molta gente e di creare molti contatti. Tra questi c’è stato Giorgio Panariello, con il quale ho vissuto una bellissima esperienza tra programmi e tour. Da lui ho imparato tanto. Tutto il mio background lo riverso sul palco e il mio spettacolo è aperto, diventa una grande festa ed è interattivo”.

Al termine dell’esibizione live si alterneranno in consolle Piero Scratch, Penn brothers, Domenico Palumbo, Dimarno e Ale G, accompagnati dai vocalist Chicco e Loco.