Presentato questa mattina il festival letterario “Dalle sponde del Mediterraneo” promosso dall’associazione Porta d’Oriente

10

BARI – Si è tenuta questa mattina, nella sala consiliare di Palazzo di Città, la conferenza stampa di presentazione del festival letterario itinerante “Dalle sponde del Mediterraneo” organizzato dall’associazione culturale “Porta d’Oriente – Libero sviluppo del Mediterraneo”, da sempre impegnata alla realizzazione di eventi socio-culturali legati al mondo della letteratura e della poesia.

All’incontro hanno partecipato l’assessora alle Culture Ines Pierucci, la presidente di Porta d’Oriente Cettina Fazio Bonina, il sindaco di Modugno Nicola Bonasia, la sindaca del di Campofelice Roccella Michela Taravella, il docente universitario e vincitore del Premio Porta d’Oriente del 2016 Massimo Onofri, la presidente dell’associazione “Porta delle Madonie” Mimma Di Figlia, il presidente onorario di Porta d’Oriente, il professor Giovanni Dottoli e il presidente di BC Sicilia Alfonso Locascio. Tra i presenti anche alcuni rappresentanti della Croce Rossa italiana, gli sponsor dell’iniziativa e molti fra i vincitori delle precedenti edizioni del premio letterario.

“Veniamo da un fine settimana di eventi culturali che si sono tenuti sul mare della nostra città, un mare che media le terre – ha dichiarato l’assessora Ines Pierucci -. Il patrimonio della parola scritta è certamente uno degli strumenti di arricchimento che rinsaldano il concetto della vicinanza tra i popoli, anche attraverso il mare, e questo festival della letteratura è un mezzo per favorire, nella nostra città, sempre più eventi di qualità. Ringrazio la professoressa Cettina Fazio Bonina, alla quale auguro tante future edizioni perché possano far crescere l’ambiente culturale della nostra terra con uno sguardo rivolto anche ai più piccoli”.

“Oggi è una giornata importante per Porta d’Oriente – ha affermato Cettina Fazio Bonina – perché nell’anno del suo decennale diamo il via a una manifestazione itinerante che ha coinvolto tutte le regioni del Sud Italia. Ringrazio tutte le amministrazioni e le associazioni che credono in questo progetto e quelle che, dalla Puglia alla Sicilia, passando per Calabria e Campania, vorranno condividere questo tour letterario. L’elemento fondamentale che ci porta ad ottenere sempre più obiettivi resta il pubblico che ringrazio e auspico possa essere composto sempre da giovani e studenti”.

“Le amministrazioni comunali come quella che rappresento – ha concluso Nicola Bonasia – non possono che trarre giovamento dall’attivazione di processi virtuosi di diffusione della cultura, esattamente come accade con questo festival letterario. Abbiamo già organizzato tanti momenti di approfondimento in passato, ospitando autori che hanno impreziosito i luoghi di cultura della nostra città. Questo festival, inoltre, esalta il valore dell’acqua, patrimonio irrinunciabile delle nostre comunità e il sentimento di accoglienza fra i popoli”.