Orsara e la LUISS presentano il progetto per i Monti Dauni digitali

39

ORSARA DI PUGLIA (Foggia) – Internet ultraveloce e una rete per “Una governance digitalizzata e sostenibile della Daunia”, con particolare riferimento ai borghi dei Monti Dauni: è questo il progetto promosso, in sinergia, da Comune di Orsara di Puglia e Università LUISS Guido Carli di Roma. L’iniziativa sarà presentata domenica 16 ottobre 2022, a Orsara di Puglia, nel corso di una tavola rotonda che si terrà con inizio alle ore 10, nella tenuta Villa Jamele dello chef Peppe Zullo.

“Il nostro è un paese che ha sempre ritenuto strategica la collaborazione con le istituzioni universitarie”, ha dichiarato il sindaco Mario Simonelli. “Abbiamo collaborato e continuiamo a farlo con l’Ateneo di Foggia su diverse iniziative e, in questo caso, intendiamo supportare il know-how dell’Università Luiss per un progetto che, partendo da Orsara, ha l’ambizione di coinvolgere l’intero territorio dei Monti Dauni”. Alla presentazione, infatti, non a caso interverrà Pasquale De Vita, presidente del Gal Meridaunia, l’agenzia per lo sviluppo territoriale che unisce tutta l’area dell’Appennino Dauno. Per la LUISS, saranno presenti Christian Fernando Iaione, docente di Diritto e Politiche Urbane, nonché esperto di regulatory innovation e condirettore di Lab Gov. City; e Mario Manna, dottorando di ricerca in Diritto e Impresa. Interverranno, inoltre, Antonio Falcone, responsabile dei sistemi di gestione integrati della società cooperativa “Giardinetto”; Paolo Zanenga, presidente di Diotima Society e co-fondatore del Transtion Institute. A coordinare gli interventi sarà il giornalista Oscar Buonamano. A fare gli onori di casa saranno lo chef Peppe Zullo e il sindaco Mario Simonelli. “Stiamo lavorando su più fronti per rilanciare il paese”, ha aggiunto Simonelli. “Un rilancio che non può prescindere dal rafforzare le reti che ci connettono materialmente e digitalmente sia al nostro territorio sia su più vasta scala. E’ un processo di innovazione fondamentale per vivere, lavorare, costruire qui il presente e il futuro”.