“Gusto, vita, longevità”, a Orsara per svelare l’elisir di lunga vita

44

ORSARA DI PUGLIA (Foggia) – Si celebrerà lunedì 17 ottobre 2022 la ventisettesima edizione di Appuntamento con la Daunia. L’evento, che si terrà a Orsara di Puglia, a Villa Jamele, sarà aperto ai giornalisti e vi si parteciperà su invito. Quest’anno, sono due i temi al centro dell’incontro: “La Valle della felicità – Gusto, vita e longevità” e la presentazione del progetto “Yest-Human Biodiversity”. Alle ore 11, nella ‘casa di vetro’ di Villa Jamele, la ventisettesima edizione di Appuntamento con la Daunia sarà aperta dai saluti del sindaco Mario Simonelli e del padrone di casa Peppe Zullo. La discussione della tavola rotonda sarà coordinata dal giornalista Oscar Buonamano. Interverranno Pasquale Sasso, ricercatore universitario e giornalista di Forbes Italia; Ketty Panni, presidente di ‘Beate Vivo Farm srl”; l’imprenditore Federico Menetto; il direttore generale di Pugliapromozione, Luca Scandale; il direttore del Dipartimento Turismo ed Economia della Cultura della Regione Puglia, Aldo Patruno; ed Ettore Varricchio, docente di Qualità Agroalimentari dell’Università del Sannio.

“Se ci siamo ancora, dopo 30 anni, è perché non abbiamo mai smesso di credere in quello che facciamo, in questo territorio e nelle persone che tengono ad esso. Non è stato facile e non lo è soprattutto dopo i due anni più duri della pandemia, ma eccoci qua”, ha dichiarato Peppe Zullo, che da tre decenni organizza un evento in cui elaborare e mettere insieme nuove idee per lo sviluppo e il benessere sostenibili, a partire dal buon cibo e dalla cultura.

“Gusto, vita, longevità. In ognuno di questi termini, germoglia da radici profonde il concetto di persistenza, quello di esserci nel tempo, di proseguire un cammino virtuoso affrontando e superando difficoltà e ostacoli”, si legge nell’invito che, come da tradizione, annuncia e approfondisce i temi dell’incontro. “I ventisette anni di Appuntamento con la Daunia sono la testimonianza viva e prolifica di una continuità – e di una comunità di persone, dei loro valori e di ciò che sono capaci di ideare e produrre –  che da tre decenni è in continuo divenire. Un cambiamento persistente, alimentato da cose buone, donne e uomini capaci, luoghi e visioni che esprimono, rappresentano e offrono sogni e concretezza: vivere e sviluppare il territorio credendo e investendo sulle sue potenzialità”.

Si discuterà anche di ricerca, partendo dai risultati di un recente studio dell’Università di Foggia che ha confermato quanto l’agro di Orsara sia ricco di selenio, sostanza antiossidante che previene le patologie correlate all’età, tanto da costituire un ‘elisir di lunga vita’ per i numerosi centenari dei nostri paesi, testimonianza vivente di quanto un ambiente e un’alimentazione salubri e incontaminati siano importanti per il benessere. Natura, nutrizione e cultura sono gli ingredienti di quella che Peppe Zullo ha ribattezzato come  la Valle della Felicità, un’area che comprende Orsara e gli altri incantevoli borghi dei Monti Dauni, all’interno della quale sviluppare azioni e progetti improntati a valorizzare stili di vita, di alimentazione e fruizione del territorio capaci di costruire il futuro.