Il Malato immaginario ovvero Le Molière imaginaire in scena a Monopoli nel week-end

34

MONOPOLI (Bari) – A Monopoli in scena una delle commedie più conosciute di Molière nella riscrittura curata da Teresa Ludovico per Teatri di Bari. Sabato 4 febbraio alle ore 21 e domenica 5 febbraio alle ore 18 il palcoscenico del Teatro Radar ospita Il malato immaginario ovvero Le Molière imaginaire, nel nuovo appuntamento della Stagione 2022.23 ‘Sconfinamenti’ (spettacolo fuori abbonamento).

La scrittura e regia di Teresa Ludovico tra fedeltà al testo originale, invenzioni registiche, ironia e sarcasmo, sposta l’ambientazione dalla Francia del ‘600 a una casa del Sud Italia, in un bianco e nero da pellicola neorealista, dove si assiste alle vicende del malato brontolone Argante (interpretato da Augusto Masiello) accudito da una serva petulante e ficcanaso, insolente e fedele come sapevano essere certe nostre donne, un po’ zie un po’ comari, un po’ tuttofare che governavano casali, masserie o palazzotti di signori o finti signori. Nel meccanismo scenico gli si affiancano una figlia angelica, una moglie perfida, un fratello consigliere, un giovane innamorato e medici, tanti medici che millantano crediti, maschere farsesche in un mulinello a volte assordante. “Una danza grottesca di quel quotidiano stretto fra le pareti domestiche dove ogni sussurro si amplifica, dove covano intrighi, dove si fingono finzioni e il malato? Imaginaire” spiega la regista.

Lo spettacolo vede sul palcoscenico Con Augusto Masiello, Marco Manchisi, Sara Bevilacqua, Michele Cipriani, Christian Di Filippo, Lucia Raffaella Mariani, Paolo Summaria, con le scene e luci di Vincent Longuemare, i costumi di Luigi Spezzacatene. Componente importante nell’allestimento, la musica di Nino Rota autore tra il ’76 e il ’78 per il coreografo Maurice Béjart della suite Le Molière imaginaire, che torna quindi nello spettacolo dando vita a un dialogo “immaginario” proprio fra Rota e Molière. Le musiche sono eseguite da Michele Di Lallo (fagotto) e Cosimo Castellano (pianoforte) e si avvalgono della consulenza dei maestri Nicola Scardicchio e Leonardo Smaldone. “Uno spettacolo fortemente ‘corale’ – aggiunge Augusto Masiello – e, nella misura di un “lavoro collettivo”, vuol essere un omaggio al ‘popolo del teatro'”.

Gli spettacoli della Stagione serale 2022.23 del Teatro Radar partono da un prezzo promozionale di 8 euro, acquistabili al botteghino del Teatro Radar di Monopoli (via Magenta 71) e online sul circuito Vivaticket.com. Con il miniabbonamento da 50 euro, disponibile online e al botteghino, si potrà poi assistere a una replica del Malato immaginario e a due spettacoli a scelta della Stagione 2022.23 ‘Sconfinamenti’, oltre a ricevere quattro Radar Junior Card per far accedere i piccoli spettatori a metà prezzo agli spettacoli della Stagione 2022.23 Famiglie a teatro del Radar.