Io Posso. Al via la terza iniziativa del progetto SMASC: pubblicato il bando per usufruire gratuitamente del supporto psicologico a domicilio

52

LECCE – Al via la terza iniziativa del progetto SMASC (“Sostegno ai Malati di SLA e ai Caregiver”) realizzato da IO POSSO per migliorare la qualità di vita delle famiglie salentine colpite dalla SLA.

Fino al 25 febbraio sul sito www.ioposso.eu è possibile consultare il bando e presentare domanda per usufruire del servizio di supporto psicologico a domicilio indirizzato a cinque famiglie salentine colpite dalla SLA.
Il supporto potrà essere rivolto alla persona con SLA o ad un familiare caregiver, fornirà l’accompagnamento per dieci mesi di un team di psicoterapeute appositamente formate ed è completamente gratuito grazie al cofinanziamento ottenuto nell’ambito del bando “Puglia CapitaleSociale 30.0” della Regione Puglia.
Questa modalità di lavoro a domicilio, sperimentata già nel precedente progetto “Resilienza a domicilio”, viene incontro alle esigenze specifiche dei destinatari che, a causa della SLA, non hanno la possibilità di recarsi in maniera agevole presso studi privati o pubblici, rimanendo di fatto esclusi da un servizio si sostegno psicologico proprio nel momento di maggior necessità.

 

Il percorso di psicoterapia domiciliare inizierà a marzo 2023. La data del primo incontro viene stabilita dalla famiglia e dallo psicoterapeuta con la mediazione organizzativa della segreteria di progetto. Le date e gli orari dei successivi incontri vengono stabiliti di comune accordo tra gli utenti e il terapeuta. La frequenza media è di 3 incontri al mese per dieci mesi.

 

Le famiglie interessate dovranno inoltrare la propria candidatura esclusivamente compilando il form di partecipazione on-line cui si accede attraverso la pagina web https://www.ioposso.eu/smasc-psicoterapia-a-domicilio/ entro il 25 febbraio 2023.

 

Quella per il supporto psicologico a domicilio è la terza attività prevista da SMASC, dopo la pubblicazione, nel mese di novembre, del bando dedicato ai laboratori di arteterapia per i bambini e ragazzi familiari di persona colpita da SLA, e di quello per caregiver, a gennaio – entrambe attività ormai in corso.

 

Il progetto SMASC è un’iniziativa realizzata dall’Ass.2HE-IO POSSO in collaborazione con AISLA, Cooperativa sociale Psifia, Associazione Viva.io e Cooperativa Le Giravolte, con il sostegno della Regione Puglia (PugliaCapitaleSociale 3.0).

Per qualsiasi informazione è possibile scrivere a info@ioposso.eu o chiamare il numero 349 0063946.

 

2HE-IO POSSO

È l’associazione attuatrice del progetto solidale nazionale IO POSSO, nato sette anni fa attorno al visionario Gaetano Fuso (1976-2020), salentino, assistente capo della Polizia di Stato, nominato, tra l’altro, “Cavaliere della Repubblica” dal Presidente Mattarella nel 2018: da una sua idea, supportata dalla moglie Giorgia Rollo e da un gruppo di amici e sostenitori, nel 2015 è nata «La Terrazza “Tutti al mare!”», il primo accesso attrezzato al mare per persone affette da SLA, patologie neuromotorie e altre gravi disabilità motorie, realizzato da 2HE-IO POSSO su un tratto di spiaggia libera della marina di San Foca di Melendugno (Le). Quest’anno un’altra struttura gemella gestita da IO POSSO è nata a Gallipoli (Le) presso l’Ecoresort Le Sirené.

Da sempre 2HE-IO POSSO promuove iniziative tese a consentire, a chi è affetto da disabilità, di migliorare la propria qualità di vita, soddisfare i propri bisogni, realizzare le proprie aspirazioni e desideri. Nell’ultimo anno, tra l’altro, ha realizzato il progetto F.A.DO. (Formazione Assistenti DOmiciliari), il corso teorico pratico per OSS sulle specificità sanitarie dell’ADI per nuclei familiari colpiti da SLA o da altre malattie con decorso affine. Con IO POSSO l’associazione 2HE ha inoltre avviato un’attività di supporto alla ricerca scientifica focalizzata alle terapie geniche applicate alla cura della Sclerosi Laterale Amiotrofica.