Venerdì 3 marzo vari appuntamenti in provincia di Lecce

41

LECCE – Prosegue anche a marzo il programma di Unica – un nuovo contatto, prima stagione di teatro, musica, danza, mostre di Nasca il teatro, nuovo spazio culturale e sociale in via Siracusa 28 nella Zona 167/B del Quartiere Stadio di Lecce. Venerdì 3 marzo (ingresso con contributo associativo) la serata prenderà il via alle 19:30 con la presentazione di “Produrre teatro in Italia oggi” di Francesca D’ippolito (Dino Audino Editore). Come si produce uno spettacolo teatrale? In che modo si coniugano il desiderio artistico e la necessità di fare impresa? Attraverso l’analisi sia dei modi tradizionali (consolidati ed efficaci) di produrre teatro sia di quelli più recenti, caratterizzati dall’innovazione dei processi creativi, questo libro offre tutti gli strumenti necessari per produrre e organizzare uno spettacolo. L’autrice, che dialogherà con Margherita Macrì, si occupa da oltre dieci anni di organizzazione teatrale collaborando con molte realtà diffuse sull’intero territorio nazionale. A seguire in scena alcune pillole di “Fanculopensiero stanza 510” di Ippolito Chiarello, liberamente ispirato al romanzo Fanculopensiero di Maksim Cristan. Lo spettacolo, nei temi, nasce dal forte desiderio di parlare del disagio cui spesso ci si trova a far fronte quando ci sembra di aver perso la capacità di distinguere ciò che realmente si desidera essere e si vuole fare da ciò che, in qualche modo, si fa perché imposto o perché conseguenza di una incapacità di dire i no giusti al momento giusto. Con Fanculopensiero stanza 510 è nata anche l’esperienza del Barbonaggio Teatrale, modalità di proposta artistica indipendente “dal basso” per ridare l’arte alla gente, al pubblico e per restituire il contatto diretto, il coinvolgimento al di là delle confezioni. Nel periodo di restrizioni da Covid19, Chiarello ha iniziato a portare sotto i balconi leccesi e di tutto lo stivale, il suo Barbonaggio Teatrale Delivery, un modo per continuare a fare teatro dal vivo.  Info e prenotazioni 3286848339 – nasca@ippolitochiarello.it.

“IO TI CIELO – FRIDA KAHLO” DI AURELIA CIPOLLINI A CORIGLIANO D’OTRANTO
Nel Laboratorio Urbano giovanile in via Giuseppe Mazzini a Corigliano d’Otranto proseguono anche a marzo gli appuntamenti promossi dall’Art&Lab Lu Mbroia. Venerdì 3 marzo (ore 21:30 – contributo associativo 7 euro), dopo il sold out della scorsa settimana, torna in scena “Io ti cielo – Frida Kahlo” di e con Aurelia Cipollini accompagnata sul palco dal cantautore Massimo Donno (voce e chitarra) e dal percussionista Francesco Pellizzari con voce registrata di Tomàs Acosta. Lo spettacolo ripercorre la vita dell’artista Frida Kahlo sullo sfondo del Messico rivoluzionario. Scatti di un’esistenza tormentata, passionale, violenta; di una donna folle, dolcissima e innamorata della vita. «Frida ha dato la vita a quel che amava. Nulla ha risparmiato, tutta si è data. Questa consapevolezza ha fatto nascere in me una domanda: per cosa sto dando la mia vita? Vivo con i miei coetanei le difficoltà del mondo lavorativo, l’insensatezza, le ingiustizie», sottolinea Aurelia Cipollini. «Barcolliamo in uno spazio privo di linee guida, ci aggrappiamo al primo che passa e che racconta la sua verità, ci violentiamo nella “speranza che un giorno…”; intanto mangiano sulle nostre teste. In tutto questo caos, cosa possiamo fare? Scegliere. Domandarci ogni giorno: per cosa, a chi sto dando la mia vita? Frida continua a suggerirmi la risposta». “Io ti cielo” ruota attorno all’amore che Frida ha avuto per la sua terra, per la pittura, per Diego, per la vita, per l’amore stesso. «I linguaggi per raccontarla spaziano dal teatro alla musica: il testo è fatto di racconti, lettere del suo diario, la voce di Diego Rivera che dona sfumature diverse alla figura conosciuta della pittrice. Ed infine, la musica. Brani della tradizione messicana accuratamente scelti per arricchire ed impreziosire il racconto», conclude l’attrice e autrice. Sabato 4 marzo (ore 21:30 – contributo associativo 7 euro) appuntamento con “E veniva dal mare… – Buon compleanno, Lucio! 1943 – 2023”. A ottant’anni esatti dall’iconica data di nascita, titolo della celebre canzone 4/3/1943, la cantautrice salentina Cristiana Verardo racconterà la storia di Lucio Dalla attraverso un lungo ed emozionante percorso musicale e narrativo. Info e prenotazioni 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it.

LA MEDICINA NARRATIVA NEI PERCORSI DI CURA PER “VIVA – TANTE BELLE COSE” A CORIGLIANO D’OTRANTO
Proseguono le attività di “Viva – Tante belle cose”, un progetto pensato per gli over 50 (in particolare vedovi e vedove) che mira al benessere, alla crescita culturale, alla condivisione di conoscenze e talenti. Venerdì 3 marzo dalle 16 alle 19 le Sale Nobili del Castello Volante di Corigliano d’Otranto accoglie un nuovo incontro di “Medicina narrativa nei percorsi di cura”, a cura di LILT Lecce, coordinato dalla giornalista, project manager e consulente in comunicazione istituzionale Raffaella Arnesano (gli ultimi due appuntamenti il 10 e 17 marzo). Un percorso per conoscere gli strumenti della narrazione che cura, dalla parola all’immagine. “La Medicina Narrativa (NBM) si integra con l’Evidence-Based Medicine (EBM) e, tenendo conto della pluralità delle prospettive, rende le decisioni clinico-assistenziali più complete, personalizzate, efficaci e appropriate”, sottolinea la consulente. “La narrazione del paziente e di chi se ne prende cura è un elemento imprescindibile della medicina contemporanea, fondata sulla partecipazione attiva dei soggetti coinvolti nelle scelte. Le persone, attraverso le loro storie, diventano protagoniste del processo di cura”.  Sostenuto dal Bando Volontariato 2019 di Fondazione Con il Sud, promosso da Ecomuseo della Pietra Leccese (capofila), Coolclub, 34° Fuso, Gruppo Fratres di Cursi, Lilt – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Lecce, il progetto nei prossimi due anni ospiterà nei tre comuni coinvolti (Cursi, Castrignano de’ Greci e Corigliano d’Otranto), l’apertura di un’Officina dei saperi, la realizzazione di un fitto calendario di eventi di socialità e di formazione e l’attivazione di una Banca del tempo. Info vivailprogetto@gmail.com – 3278773894

NANDU POPU, BLUMOSSO, LEFERASIINCOMPIUTEDIELENA E STEFANO SCORRANO. ALLE OFFICINE CANTELMO DI LECCE
Venerdì 3 marzo (dalle 19:30 – ingresso libero) le Officine Cantelmo di Lecce, in collaborazione con Coolclub e Radio Wau, ospitano un nuovo appuntamento della rassegna Dischi parlanti. La serata si aprirà alle 19:30 con la presentazione del libro “Li menati. Persi tra i semi del peccato” di Nandu Popu dei Sud Sound System (Edizioni Radici Future) a cura di Radio Wau, webradio delle studentesse e degli studenti dell’Università del Salento. Dalle 21 al via i concerti con il giovane cantautore Stefano Scorrano. A seguire Blumosso, pseudonimo del cantante, autore, musicista e compositore Simone Perrone,  che – affiancato sul palco da Michele Russo (chitarra), Giuseppe Pascone (basso), Matteo “Bemolle” De Benedittis (tastiere) e Gianmarco Serra (batteria) – proporrà i brani del nuovo progetto discografico  “La battaglia di Svevia” (Luppolo Dischi). In chiusura Leferasiincompiutedielena, progetto artistico del chitarrista e compositore RafQu, accompagnato da Umberto Coviello (batteria) e Davide Codazzo (basso), con la prima assoluta del nuovo discografico “La Bella Époque”, in uscita su tutte le piattaforme digitali e negli store fisici per Romolo Dischi/ADA Music Italy.