Franco Ferrante a Ruffano con Arcangelo, per la rassegna teatrale Kairòs domenica 5 marzo

40

RUFFANO (Lecce) – Nuovo appuntamento domenica 5 marzo alle 20.00 a Ruffano con gli spettacoli organizzati da ODV Kairòs. In scena alla Sala Teatro San Francesco, Arcangelo, di e con Franco Ferrante, narratore di una storia forte, la sua storia. Non sarà solo uno spettacolo, ma un accavallarsi di più realtà, che ci faranno conoscere i dolori di un padre quando ha a che fare con la malattia del proprio figlio, i sentimenti di una vita che sembra troppo grande per noi.

 

Arcangelo è l’occasione di un padre attore, che coglie un momento particolare della sua vita – la patologia agli occhi di suo figlio – per dar sfogo al suo narcisismo; una serie di aneddoti che fanno parte del suo vissuto personale, che raccontati in teatro assumono un sapore paradossale, surreale, quasi finto. Ferrante si divide in tre ruoli: quello del padre, dell’attore e dell’uomo comune ossessionato da Facebook, che non ammette di essere vittima di una semplice e banale crisi di mezz’età, nel momento in cui la vita gli pone un problema ben più serio. Facebook diventa, così, un modo per “non vedere” il problema di suo figlio e le conseguenze difficili che comporta, una strategia per cercare un rifugio sul piano virtuale. Arcangelo è sicuramente una storia che invita lo spettatore a ridere sulle nostre avventure, personali, sociali e contemporanee, senza sentirne il peso della disavventura.

Nessuna sovrastruttura, nessun abito di scena, nessuna maschera. Franco Ferrante in scena è un attore ‘nudo’, non finge ma (ri)vive la sua storia – tra aneddoti divertenti e momenti di grande commozione – per costruire link reali e umani con chiunque ne trovi, nella sua, un’eco della propria. Eccola allora la scialuppa di salvataggio: raccontare una vita affinché un’altra possa riconoscersi e tirare un sospiro di sollievo. Per sentirsi meno soli e ancora vivi.