Mercoledì 22 marzo al Teatro Paisiello di Lecce “I figli della frettolosa”

31

LECCE – Appuntamento il 22 marzo al Teatro Paisiello di Lecce con “I figli della frettolosa” della compagnia Berardi Casolari per la stagione teatrale 2022-2023 del Comune di Lecce in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese.

 

Protagonisti Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari per uno spettacolo che affronta il tema della cecità e del significato più ampio che ha oggi la parola “vedere”. Nata nel 2003, dopo l’incontro sulla scena nel 2001 tra l’attore pugliese non vedente Gianfranco Berardi e l’attrice emiliana Gabriella Casolari, la compagnia da sempre mette in scena opere originali di drammaturgia contemporanea scritte dagli stessi fondatori. La loro poetica teatrale si muove tra il teatro tradizionale e quello più sperimentale e innovativo in cui la miseria del vivere diventa spunto comico e la leggerezza il veicolo per la riflessione. In “I figli della frettolosa” lo spettatore si troverà davanti alla cecità messa in scena allo stesso tempo come esperienza di vita reale, fisica, e come concezione metaforica, sinonimo di una miopia sociale ed esistenziale che ci riguarda in prima persona. Sul palco i protagonisti saranno gli attori non vedenti e ipovedenti del laboratorio che i due artisti terranno a Lecce nei giorni precedenti lo spettacolo, che faranno il coro, accanto a Ludovico D’Agostino, Matteo Rocco Carbone e Silvia Zaru.

 

Intanto, fino al 13 marzo è attiva la call per partecipare al laboratorio propedeutico (dal 17 al 22 marzo nell’ex Convento degli Agostiniani) dedicato ad attori e allievi attori vedenti e a persone non vedenti o ipovedenti. I partecipanti prenderanno parte al lavoro di costruzione dello spettacolo e parteciperanno direttamente alla messa in scena dello stesso.

Il laboratorio inizierà il 17 marzo e terminerà il 22 marzo, tutti i giorni fino al debutto, per circa 5 ore al giorno nel pomeriggio. I dettagli sugli orari saranno comunicati successivamente. Iscrizione gratuita. Info e prenotazioni a info@berardicasolari.it / 3205626356.

 

La scelta di questo spettacolo nasce dal desiderio del Comune di Lecce e del Teatro Pubblico Pugliese di “abbracciare” il pubblico con spettacoli che mettono al centro la parola “inclusione”, per un teatro che accoglie, diventando la casa in cui ciascuno può essere libero di essere se stesso e di sentirsi a proprio agio, senza barriere, dimostrando, anche attraverso le scelte fatte, come il linguaggio teatrale sia in grado di valicare tutte le differenze rendendosi accessibile a tutti, sempre.

Ed ecco, quindi, che in occasione dell’appuntamento del 22 marzo prossimo sarà disponibile anche un’audiodescrizione dello spettacolo per i non vedenti, attraverso l’uso dell’applicazione “Converso” scaricabile sul proprio cellulare. Lo spettatore che vorrà usufruire del servizio dovrà portarsi smartphone e cuffie. La sera di spettacolo sarà fornito un QRCODE per il collegamento.