#Eurovolley2023: presentata la tappa dell’Europeo di pallavolo maschile in programma al Palaflorio di Bari dal 9 al 12 settembre

71

BARI – Questa estate, milioni di appassionati che seguono le nazionali di pallavolo avranno la possibilità di ammirare dal vivo i loro beniamini: il nostro Paese ospiterà, infatti, i Campionati Europei Maschili 2023. Gli Europei maschili, che si disputeranno dal 28 agosto al 16 settembre, verranno organizzati congiuntamente da Italia, Bulgaria, Israele e Macedonia del Nord con i campioni continentali e mondiali allenati da Ferdinando De Giorgi che avranno, dunque, la possibilità di giocare in casa l’intero torneo.

L’Unipol Arena di Bologna ospiterà la partita inaugurale in programma il 28 agosto, che vedrà opposti i padroni di casa dell’Italia ai “Dragoni Rossi” del Belgio.

Il torneo maschile proseguirà a Perugia, Ancona, Bari e Roma. Nel capoluogo umbro andranno in scena i match della nazionale tricolore contro Estonia e Serbia. Nelle Marche, invece, gli azzurri di De Giorgi affronteranno Svizzera e Germania.

Al PalaFlorio di Bari si giocheranno gli ottavi e quarti di finale. La “Città Eterna”, invece, sarà il palcoscenico dove le quattro migliori squadre dei Campionati Europei maschili 2023 si riuniranno al Palazzo dello Sport per disputare semifinali e finali in programma rispettivamente il 14 e il 16 settembre. Migliaia di tifosi provenienti da tutta Europa, dunque, raggiungeranno in estate le città italiane coinvolte per partecipare a quella che sarà la grande festa della pallavolo europea.

Oggi a Palazzo di Città è stata svelata la Coppa dei Campionati Europei Maschili 2023, alla presenza del sindaco Antonio Decaro e dell’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli. Insieme a loro Giuseppe Manfredi, presidente Federazione Italiana Pallavolo, Paolo Indiveri, presidente FIPAV Puglia, Angelo Giliberto, presidente CONI Puglia e Lorenzo Bernardi, nuovo allenatore dell’Igor Volley Novara.

All’incontro con la stampa sono intervenuti anche Danilo Piscopo, presidente FIPAV Bari – Foggia e Agostino Greco, presidente FIPAV Taranto, insieme a loro presenti Bartolomeo Quitadamo, area manager di Bper Banca Sponsor CEV e Danilo Dainese e Antonio Dainetti per Doctor Glass, fornitore ufficiale EuroVolley 2023.

“Sarà per noi un onore e un grande piacere accogliere la nostra nazionale che torna in campo per le partite di avvicinamento all’Europeo – ha dichiarato Antonio Decaro -. Sono sicuro che la città di Bari non farà mancare il suo tifo per mister De Giorgi e i suoi ragazzi. Nel frattempo sosterremo tutti gli eventi promossi sui territori che puntano a coinvolgere i cittadini in questa fase di preparazione dei campionati oltre ad avvicinare adulti e bambini ai valori dello sport, alla pallavolo e alla nostra Nazionale che porta in alto i colori della nostra bandiera. Sarà un percorso bello quello che percorreremo in questi mesi fino alle gare di settembre, con la speranza di portare fortuna ai nostri giocatori e a tutta la Federazione”.

“Siamo orgogliosi di ospitare a Bari le fasi dell’Europeo maschile di volley – ha detto Pietro Petruzzelli -. La pallavolo ha regalato tante medaglie e soddisfazioni all’Italia, creando nel pubblico grande partecipazione ed entusiasmo tant’è che quest’anno saremo il Paese che, per la prima volta in Europa, ospiterà sia gli Europei di volley maschili che quelli femminili.  Sono sicuro che Bari saprà accogliere con calore e gioia le squadre di pallavolo che troveranno una città e una regione in cui lo sport è in forte crescita. Come amministrazione stiamo lavorando per far trovare il PalaFlorio nelle migliori condizioni possibili”.

“Il 2022 è stato un anno eccezionale – ha sottolineato Giuseppe Manfredi – ora si lavora per il 2023: tornare a Bari con un evento internazionale non è collegato a me, ma dipende dal fato che Bari è in linea con la migliore organizzazione e ha un pubblico che gremisce il palasport. La pallavolo sta diventando qualcosa di speciale soprattutto nei numeri: 13 medaglie d’oro, tutto ciò che c’era da vincere è stato vinto insieme a un bronzo mondiale femminile, ma la medaglia più bella è stata aver superato in numero tesserati i numeri di pre-covid; noi vogliamo fare tanto e sempre di più per i bambini, il vero cuore pulsante del nostro sport. Chiedo alle amministrazioni di investire sugli impianti per dare sempre più possibilità ai piccoli di praticare sport. Abbiamo iniziato la VNL abbiamo già fatto test match con nazionali con tanti giovani, questo significa che abbiamo un serbatoio che ci fa ben sperare per il futuro”.

“Io ho vinto tanto perché giocavo con dei campioni; indossare la maglia Azzurra è l’emozione più forte per chi fa sport, perché rappresenti i tuoi tifosi, la tua Nazione e ti da la dimensione di aver completato un percorso che all’inizio era un sogno – ha commentato Lorenzo Bernardi –. A Bari e in Puglia sono sempre state presente radici profonde nei club maschili e femminili. La pallavolo è uno sport per tutti e di tutti, non ci saranno solo pugliesi e baresi ad assistere alle gare degli ottavi e dei quarti ma tifosi che arriveranno da tutta Italia, le due partite sicuramente le più difficili, il crocevia per la finale, se ti va male lo vivi come un fallimento se ti va bene vai a giocarti le medaglie. Se questa aggregazione sarà vincente, sarà uno stimolo anche per le amministrazioni per credere ancora di più nel volley. Questa Nazionale va seguita, noi all’inizio non eravamo fenomeni, eravamo fenomenali perché ci credevamo tanto e questo lo rivedo nella Nazionale di oggi. Ci sono similitudini, questi ragazzi stanno diventando fenomeni e credo che gran parte del merito sia di Fefé, che con noi ha avuto la capacità di poter vivere spogliatoio, vittorie, sconfitte, condividendo valori ed emozioni e ora è stato magistrale nel saperlo trasmettere a questi ragazzi sapendosi far ascoltare”.

“Sono emozionato per aver accanto a me Bernardi, lui per me è un punto di riferimento – ha proseguito Paolo Indiveri -. Grazie al Comune, Bari e la Puglia hanno sempre dimostrato ogni volta di essere in grado di trasmettere entusiasmo e passione ma anche organizzazione e lo dobbiamo anche a un gruppo di volontari che ci dedicano tanto tempo. Noi iniziamo tra un mese con la Nazionale B allenata da Vincenzo Fanizza, che sarà a Taranto per prepararsi alle Universiadi. Negli Europei a Bari, se non ci saranno particolari problemi, vedremo giocare sia l’Italia sia la Polonia, noi questa coppa nel 2021 la abbiamo vinta, dobbiamo difenderla. Riguardo la biglietteria abbiamo in programma di riservare iniziative speciali dedicate alle nostre società della nostra Regione, la Puglia ha un amore particolare per il volley”.

“Abbiamo un osservatorio privilegiato, i numeri – ha ricordato Angelo Giliberto -, che nel volley crescono esponenzialmente. Bari come sempre si dimostra una città attiva e vicina al mondo dello sport”.

“Avevamo la necessità che la coppa uscisse dalle cattedrali dello sport e arrivasse in luoghi diversi, coinvolgendo tutto il territorio – ha evidenziato Danilo Piscopo -. La Coppa, dopo Bari ha fatto tappa a Polignano a mare e a Monopoli, che anche grazie all’importante flusso turistico hanno risposto alla grande”.

“Gli Europei saranno una spinta per tutti noi – ha concluso Agostino Greco -: le Amministrazioni devono utilizzare i grandi eventi per porre l’attenzione sugli impianti, più o meno grandi. Il territorio di Taranto e Brindisi si prepara a ospitare la Nazionale B con tanto entusiasmo”.