Riparte il “Festival d’arte Apuliae. Non soli, ma ben accompagnati – XX edizione”

98

FOGGIA – Un’estate all’insegna della musica di qualità a Foggia, con prestigiosi ospiti, talenti pugliesi, omaggi a generi e cantautori che hanno fatto la storia della musica nel nostro Paese, ma anche suoni e musiche della tradizione di Paesi lontani. Questi gli ingredienti del Festival d’arte Apuliae “Non soli, ma ben accompagnati“, la rassegna che nel 2023 giunge alla sua XX edizione con una programmazione che ogni anno si ripete e rinnova completamente, accompagnando le serate delle calde domeniche estive foggiane.

Un ciclo di appuntamenti affidato alla direzione artistica del Maestro Dino De Palma, organizzatore musicale e violinista noto a livello internazionale, che si dispone su otto domeniche di luglio e agosto. Tutti gli spettacoli, ad ingresso libero, si svolgeranno alle ore 21:00 all’interno della splendida cornice del Chiostro Santa Chiara di Foggia, situato nel cuore della città.

Si parte in grande il 2 luglio con una serata in omaggio all’immenso Lucio Dalla, che quest’anno avrebbe compiuto 80 anni. Due grandi artisti, la cantante Nicky Nicolai e il sassofonista Stefano Di Battista, ci faranno attraversare la straordinaria carriera del celebre cantautore, accompagnati dalla narrazione di Gino Castaldo, autorità del giornalismo musicale.

Il 9 luglio sarà la volta del concerto “Around Gershwin“, un viaggio nell’universo del crossover di George Gershwin, figura centrale nella storia della moderna musica americana, fautore di una visione straordinariamente profetica della musica, al cui centro troviamo quella fusione di jazz e classica. Protagonisti della serata Chrysochou Aliki, giovane soprano greco-britannica acclamata a livello internazionale, Michele Renna, pianista esperto, e l’Orchestra della Magna Grecia diretta da Raimonda Skabeikaitè.

Il 16 luglio, Napul è. La scuola cantautorale napoletana“. Una serata interamente dedicata alla canzone napoletana di oggi con la proposta di pagine notissime di autori ed interpreti che hanno fatto emozionare generazioni intere. Gigi Finizio, Enzo Gragnaniello, Roberto Murolo, l’indimenticabile Pino Daniele sono solo alcuni dei nomi scelti per omaggiare i grandi autori del presente. A condurci nel viaggio, tra i vicoli di Napoli, sarà la voce di Emilia Zamuner, napoletana doc e jazz vocalist tra le più apprezzate nel panorama internazionale. Ad accompagnarla l’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari diretta da Alfonso Girardo.

A seguire, il 23 luglio, sarà ospite una delle voci più talentuose della scena musicale italiana attuale, Serena Brancale, che si esibirà, con pianoforte e loopstation, nel concerto “Soula“. Performer eclettica e cantautrice folk, unisce tradizione ed elettronica, dialetto barese e antico rumeno, Modugno e Dalla, Beatles e Erykah Badu.

Il 30 luglio è la volta di “Vengo anch’io“, omaggio alla scuola cantautorale milanese. Dalle melodie anni Trenta di Giovanni D’Anzi alla Milano da bere cantata da Giorgio Gaber ed Enzo Jannacci, ecco che il concerto diventa una celebrazione insolita ad una città che è simbolo essa stessa dell’eterogeneità del nostro Paese, della sua vivacità e della sua musica. Un omaggio che celebra il ventesimo ed il decimo anniversario della morte di due grandissimi cantautori, simboli eccelsi della scuola cantautorale di Milano, Giorgio Gaber (2003) e Enzo Jannacci (2013). In scena il cantattore Maurizio Pellegrini e l’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari diretta da Valter Sivilotti.

Il 6 agosto, con “Questione di feeling“, sarà l’occasione per celebrare i 50 anni di carriera di uno dei grandi protagonisti della canzone italiana, Riccardo Cocciante. Beppe Delre, accompagnato dall’Orchestra Luna Matana diretta da Agostino Ruscillo, ci farà ripercorrere i successi che hanno costellato la carriera di Cocciante, autore di brani diventati la colonna sonora delle nostre vite.

La rassegna continua, dopo l’interruzione di Ferragosto, domenica 20 agosto con “Impronte“, il concerto della band “Buzzing Jars“, composta da 7 elementi: Vinicio Allegrini alla tromba e al flicorno, Dario Zara alla tromba, Lorenzo Panebianco al corno, Luca Mangini al trombone, Claudio Lotti al bassotuba, Jordan Corda al vibrafono ed Emanuele Murroni alla batteria. Una serata in cui affiorano suggestioni di altre epoche e latitudini, con la proposta di celebri standard jazz e brani che appartengono alla storia del tango, della bossa nova, del pop, delle colonne sonore spingendosi fino ai territori della dance music.

A chiudere la rassegna, il 27 agosto, “Vagone di Principio“, un concerto all’insegna della tradizione Klezmer, la musica popolare ebraica strumentale dell’est Europa. L’ensemble Klez Note, composto da Elena De Bellis al violino, Stroh violin e tamburello, Francesca Scarano al violino, Ermanno Ciccone alla chitarra, Michele Rampino alla fisarmonica e Gianluigi Valente al clarinetto, condurrà il pubblico in un viaggio musicale fatto di ritmi coinvolgenti, atmosfere d’altri tempi e armonie appartenenti a culture diverse.

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione socioculturale Spazio Musica, con il sostegno della Regione Puglia, ed è inserita nel cartellone di “Foggia Estate“, allestito dall’Amministrazione Comunale del capoluogo.

Tutti i concerti inizieranno alle ore 21.00 e saranno ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento dei posti.