Al via la nona edizione del Festival Organistico del Salento 2023

135

SALENTO – Riparte il Festival Organistico del Salento, sabato 1° luglio 2023 (alle ore 21) presso la Chiesa di San Nicola Magno di Salve. Giunto alla nona edizione, il Festival è organizzato dall’Istituto di Cultura Musicale J. S. Bach di Tricase, con la direzione artistica di Francesco Scarcella, che ne è il fondatore. Il FOS è cofinanziato dal Ministero della Cultura – Sezione Spettacolo (FUS) e dalla Regione Puglia, col patrocinio del Conservatorio Tito Schipa di Lecce e dell’Università di Lecce nonché di tutte le Diocesi della provincia di Lecce.

“Il Ministero della Cultura premia la qualità del nostro progetto artistico con l’ammissione al Fondo Unico per lo Spettacolo, per il triennio 2022-2024”, dice il direttore artistico Francesco Scarcella. “Questo ci rende orgogliosi e fieri della rete di collaborazioni cresciuta in questi anni attorno al festival, ma il ringraziamento più grande lo porgo a tutti i suoi sostenitori e seguaci. Spero anche quest’anno possa essere un’esperienza imperdibile per gli appassionati di musica con strumenti antichi e di espressioni musicali difficili da trovare nei consueti canali distributivi, nonché per la scoperta, o riscoperta, di luoghi di culto di straordinaria bellezza”.

Ospite d’onore del concerto inaugurale è il maestro Cosimo Prontera sull’ormai famoso strumento Olgiati-Mauro del 1628, tra i più antichi organi d’Italia. “A Balli e a Sonate” è il titolo del programma presentato da Prontera, docente presso il Conservatorio di Potenza e fondatore-direttore del Barocco Festival Leonardo Leo, che esalterà le sonorità straordinarie dell’antico organo con un viaggio musicale sulle danze e sulle sonate della letteratura organistica, spaziando dal Rinascimento al Barocco.
La suggestiva chiesa di Salve è perfetta per un concerto di musica antica, e la presenza del prezioso organo (restaurato e parzialmente ricostruito da Paolo Tollari nel 2013), ne fa un luogo privilegiato per questo tipo di ascolto che in questo caso comprende autori del ‘600 e del ‘700 quali Sweelinck, Frescobaldi, Scarlatti, Galuppi ed altri. Il Festival Organistico del Salento nasce infatti con l’intento di valorizzare, divulgare e promuovere il ricco patrimonio di Organi storici delle province di Lecce, Brindisi e Taranto, coinvolgendo anche le strutture ad esso affiliate: Cattedrali, Basiliche, Chiese sia cittadine sia rurali, Confraternite ed anche Cappelle site nei Palazzi storici. Il concerto inaugurale, a ingresso libero, è in collaborazione con la 43esima Stagione Concertistica sullo storico Organo, patrocinata dal Comune di Salve.

Il prossimo appuntamento con il Festival è previsto per l’8 luglio 2023 presso il Duomo di Lecce con l’organista francese Emmanuel Hocdè, titolare dei grandi organi della Cattedrale di Chartres. A Lecce Hocdè proporrà all’organo la grande letteratura romantica e moderna: dalla Sesta sinfonia di Widor, al Dieu parmi nous dalla Nativitè di Messiaen, passando per Bach e chiudendo nel solco della tradizione organistica francese con una improvvisazione su un tema dato.