All’alba di martedì 15 agosto concerto di Roberto Esposito nella Riserva naturale di Torre Guaceto

16

TORRE GUACETO – Dopo la maratona pianistica di Martina Franca con la due giorni di «Suona con noi», il festival itinerante Piano Lab organizzato dalla Ghironda col supporto di Marangi Strumenti Musicali e Steinway & Sons, prosegue martedì 15 agosto con un concerto all’alba (ore 5) nella Riserva naturale di Torre Guaceto, nel territorio di Carovigno (Br), protagonista Roberto Esposito, uno dei grandi talenti della Puglia musicale (biglietti 30 euro sul circuito vivaticket).

Musicista di formazione classica con molte escursioni nel mondo del jazz, Roberto Esposito, classe 1984, di Tricase, ha iniziato a percorre molti territori sonori dopo una rigorosa formazione accademica, peraltro portata a compimento al Conservatorio di Parma con il massimo dei voti sotto la guida di Roberto Cappello, il pianista salentino di fama internazionale, vincitore nel 1976 del prestigioso Premio Busoni. Da qui l’avvio di un’intensa carriera concertistica con collaborazioni in ambito classico, nel jazz e nella musica di confine che l’hanno portato a incontrare, tra i tanti, Fabrizio Bosso e Philip Glass.

Il primo album di inediti di Roberto Esposito risale al 2014, un disco di piano solo intitolato «The Decades» presentato in tutta Europa, negli USA e nei Caraibi. Altro album, per l’etichetta Naxos, nel 2018, nel quale compare un Concerto per pianoforte e orchestra dello stesso musicista leccese inciso con la Budapest Scoring Symphonic Orchestra diretta da Eliseo Castrignanò. In ambito pop spiccano le collaborazioni con Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Simona Molinari, Tosca, Chiara Galiazzo e Francesco Tricarico. Tre anni fa la pubblicazione del terzo album, «I mari della Luna».