“Porte a Punente”, la forza musicale di Consuelo Alfieri e della sua band domani sera di scena a Palmariggi

24

Consuelo Alfieri torna a casa: a Palmariggi, per la precisione, dove domani sera alle 22.30, presso il Santuario di Montevergine a Palmariggi, l’artista salentina – una delle cantanti soliste dell’Orchestra della Notte della Taranta – farà gli onori di casa della “Festa della bruschetta” con lo spettacolo “Porte a punente”, che prende il nome dal singolo e dal nuovo disco disponibile su tutte le piattaforme da venerdì 7 luglio. E che è ispirato  alla “world music” e alla ricchezza della danza popolare salentina, rivisitate e riproposte grazie a brani inediti capaci di coinvolgere gli spettatori con la loro energia catartica e liberatoria. Mescolando elementi di danza tradizionale e contemporanea che consentono a Consuelo Alfieri e alla sua band di recuperare la forza propulsiva primigenia dei canti di lavoro, d’amore e di lotta della cultura contadina, e di regalare al pubblico un momento di bellezza autentica e condivisione profonda.

 

La band è formata da Consuelo Alfieri (organetto e voce), Giuseppe Astore (violino e voce), Sergio Pizza (tamburi a cornice), Giacomo Contaldo (chitarra), Carlo Massarelli (fiati) e Serena Pellegrino (danza). Il disco “Porte a punente”, nato da un’idea della cantante e di Giuseppe Astore, è composto da sei brani, di cui quattro inediti – “Furtuna”, “Fojie ‘mpise”, “Porte a punente”, “Anima beddhra” – e due che rappresentano rivisitazioni e riarrangiamenti di vecchi pezzi popolari, “Pizzica di Aradeo” e “Ferma zitella”.

 

“Tornare a casa fa sempre un po’ paura”, spiega Consuelo, “ma come una mamma aspetta sempre il ritorno di un figlio, così anche io non vedo l’ora di lasciarmi cadere nelle braccia più belle, quelle che mi hanno insegnato a camminare e che mi accompagnano sempre durante il mio percorso che spesso mi vede lontana dal mio paese”.