Settimo appuntamento della rassegna “Festival d’arte Apuliae. Non soli, ma ben accompagnati – XX edizione”

19

FOGGIA – Dopo la pausa di Ferragosto, torna “Non soli, ma ben accompagnati” la manifestazione della XX edizione del Festival d’arte Apuliae inserita nel cartellone di Foggia Estate, che dagli inizi di luglio registra ogni domenica il tutto esaurito ad ogni appuntamento.

Il ciclo di concerti affidato alla direzione artistica del Maestro Dino De Palma, organizzatore musicale e violinista noto a livello internazionale, giunge domenica 20 agosto al settimo appuntamento. Nel suggestivo Chiostro Santa Chiara di Foggia andrà in scena il concerto “Impronte” con Buzzing Jars Brass Band, la travolgente compagine musicale che nasce dall’unione tra ottoni e strumenti a percussione, composta da 7 musicisti: Vinicio Allegrini alla tromba e al flicorno, Dario Zara alla tromba, Lorenzo Panebianco al corno, Luca Mangini al trombone, Claudio Lotti al bassotuba, Jordan Corda al vibrafono ed Emanuele Murroni alla batteria.

“Buzzing Jars” significa letteralmente “Barattoli Ronzanti” e rappresenta la sintesi di questo progetto musicale che vuole fondere il “ronzio” derivante dalle vibrazioni delle labbra sul bocchino degli strumenti a fiato con le sonorità e le vibrazioni dei fusti e dei tubi risonatori degli strumenti a percussione. I componenti, tutti musicisti di formazione prevalentemente classica, hanno collaborato con importanti orchestre nazionali ed internazionali ed attualmente lavorano come membri dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari.

Con il loro impasto timbrico particolarissimo, dovuto al mix tra il suono degli ottoni e quello delle percussioni, spaziano dal repertorio per quintetto di ottoni, al quale molti compositori hanno dedicato arrangiamenti di brani esistenti e brani originali, a celebri standard jazz, da brani che appartengono alla storia del tango, della bossa nova, della musica leggera, alle colonne sonore, spingendosi fino ai territori della dance music.

Il programma musicale prevede infatti l’esecuzione di brani come South American Getaway di Burt Bacharach, Oblivion-Libertango di Astor Piazzolla, Maramambo di Giovanni Agostino Frassetto, Polka miseria di David Short, You & Me di Disclosure e tanti altri.

Un viaggio tra generi e memorie, senza mai indulgere alla nostalgia di un passato musicale da riproporre in contrapposizione all’oggi. Ogni tema, tra un’improvvisazione ed un’ironica spiegazione, una sfida di virtuosismo e un gioco di relazioni, arriverà al pubblico attraverso un sound completamente nuovo, in cui il suono degli ottoni si fonde con quello di batteria e vibrafono.

 

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione socioculturale Spazio Musica, con il sostegno della Regione Puglia, ed è inserita nel cartellone di Foggia Estate, allestito dall’Amministrazione Comunale del capoluogo.

Il concerto inizierà alle ore 21:00 e sarà ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti, senza necessità di prenotazione. L’ingresso sarà consentito a partire dalle ore 20:30.