Castro Jazz Festival, domani la quinta giornata e il concerto di Francesco Bigoni e Francesco Diodati

80

CASTRO (Lecce) – Quinta giornata, domani (giovedì 31 agosto), per il Castro Jazz Festival, che fino a sabato 2 settembre animerà piazze e vicoli della cittadina salentina grazie alla musica, ma non solo.  Cofinanziato dal Consiglio Regionale della Puglia e dal Comune di Castro e organizzato dall’Associazione culturale jazz “Bud Powell”, attiva dal 2009 nel mondo della musica con attività formative ed artistiche, domani il Festival propone infatti il seguente programma:

 

attiva in mattinata la Summer school per più di 40 musicisti provenienti da tutta Italia che prevede corsi di strumento, musica d’insieme, interplay, soundpainting e orchestra e che vede all’opera docenti di fama internazionale del calibro del cantante David Linx, del sassofonista/clarinettista Francesco Bigoni, del pianista Greg Burk, del chitarrista Francesco Diodati, del contrabbassista Igor Legari, del batterista Ermanno Baron, del soundpainter Angelo Urso e del chitarrista e direttore Gabriele di Franco.

 

Alle 19 al Castello aragonese un tuffo nel jazz a cura di radio/altrisuoni, “La rivoluzione del bebop/focus: Charlie Parker e Bud Powell”. Alle 21.30 “CastelloConcerto” con Francesco Bigoni (sax) e Francesco Diodati (chitarra): il primo (sax tenore, clarinetto, elettronica live, composizione), sulla scena italiana dall’età di vent’anni, ha partecipato all’incisione di oltre sessanta lavori discografici e ha diviso il palco con musicisti del calibro di Enrico Rava, Stefano Battaglia, Mark Solborg, Greg Cohen, Alfonso Santimone, Jim Black, Benoît Delbecq, Gianluca Petrella, Evan Parker, Susana Santos Silva, Gerald Cleaver, Ralph Alessi. Francesco Diodati, compositore, improvvisatore e instancabile ricercatore musicale, ha sviluppato invece negli anni uno stile poliedrico e si è esibito nei festival jazz di tutto il mondo. Affianca alla sua attività concertistica quella di didatta presso il Conservatorio “Casella” dell’Aquila (chitarra jazz, corsi triennali e biennali) e nei master della Siena Jazz University. La serata si chiuderà alle 23 con una jam session in piazza Armando Perotti.