82^ stagione della Camerata Musicale Barese: oggi la presentazione a Palazzo di Città

30

BARI – È stata presentata questa mattina, nella sala giunta di Palazzo di Città, l’82^ stagione della Camerata Musicale Barese, rassegna patrocinata da Ministero della Cultura, Regione Puglia e Comune di Bari. All’incontro con la stampa sono intervenuti il sindaco Antonio Decaro, l’assessora alle Culture Ines Pierucci, la consigliera regionale delegata alle Politiche culturali Grazia Di Bari, la presidente della Camerata e direttrice d’orchestra  Gianna Fratta, il Maestro Dino De Palma, direttore artistico della Camerata, il rettore dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” Stefano Bronzini, il presidente del Teatro Pubblico Pugliese Paolo Ponzio, il presidente onorario della Camerata Giuliano Volpe e il direttore generale Rocco De Venuto. Presente anche il direttore del Conservatorio Nino Rota di Bari Corrado Roselli.

 

Il cartellone della stagione numero 82 della Camerata Musicale Barese è ormai completo: saranno ventuno le manifestazioni distribuite da settembre ad aprile con grandi nomi della classica, del pop, del rock, del jazz, del gospel, della danza. Il calendario lancia una stagione che si snoda tra i due massimi teatri baresi, il Petruzzelli e il Piccinni, con tre appuntamenti anche all’Auditorium “Nino Rota”. La linea artistica impressa a questa stagione è contraddistinta da una proposta variegata e multidisciplinare che punta a coinvolgere sempre più le nuove generazioni e a raggiungere ampie ed eterogenee platee di pubblico.

 

“La Camerata Musicale Barese è un pezzo importante della storia della nostra città” – ha affermato il sindaco Decaro –. “Siamo lieti di presentare la nuova edizione di questa rassegna che anche quest’anno si contraddistingue per il suo ricco calendario di eventi, ospitati da molti contenitori culturali che negli anni abbiamo restaurato e messo a disposizione di Bari e di tante compagnie. La nuova edizione della Camerata si affianca alle tante manifestazioni che sono andate in scena a Bari negli ultimi mesi e settimane: i molti appuntamenti de “Le due Bari”, il Bari Piano Festival, i concerti baresi del Locus Festival, nell’abito della Festa del Mare e tanti altri. La Camerata porterà in città, ancora una volta, grandi artisti e grande musica che saremo contenti di ospitare, nel segno di un’offerta culturale che diventa sempre più poliedrica per la nostra città e per le tante persone che ci vengono a visitare, non solo da tutta la Città Metropolitana e dalla Puglia, ma dall’Italia e da tutto il mondo. Tutte e tutti potranno godere di questa straordinaria offerta musicale, che è sempre più in grado di soddisfare le esigenze più diverse”.

 

“Ringrazio la Camerata che dopo 82 anni continua a stupirci con la forza della sua storia e del patrimonio culturale che rappresenta per la nostra città” – ha sottolineato l’assessora Pierucci -. “In questi anni, e anche questa stagione lo dimostra pienamente, la Camerata si è contraddistinta per la capacità di raggiungere due obiettivi importanti, che rispecchiano anche delle evoluzioni positive che hanno riguardato tutta la città. Il primo è l’essere riusciti a mettere in rete molti operatori del settore, un tema sul quale anche l’Assessorato alle Culture, con tutta l’amministrazione, è stato costantemente impegnato. In secondo luogo, la trasversalità e la contaminazione che sempre più contraddistingue il cartellone della Camerata. Una contaminazione che coinvolge non solo le persone ma anche gli enti, i teatri, il Conservatorio, l’Università. Anche questo è stato un obiettivo che ci ha animati in questi anni, soprattutto per coinvolgere sempre più le nuove generazioni, come con l’esperienza positiva dei laboratori che hanno contraddistinto l’esperienza de “Le due Bari”, basata su uno sforzo incessante per far vivere la cultura in modo diffuso in tutti i quartieri, con la forza della partecipazione”.

 

“Siamo lieti di presentare una stagione che abbiamo ideato per la città e per un pubblico il più possibile variegato” – ha dichiarato Gianna Fratta -. “Una stagione fatta di tante collaborazioni con realtà culturali e artistiche importanti della nostra città, che in molti casi sono chiamate a interagire con grandi artisti internazionali. Il cartellone è infatti pensato per creare un’offerta trasversale e in grado di avvicinare sempre più persone e in particolare i più giovani, che speriamo in questo modo di attrarre anche alla musica classica. Il nostro obiettivo è anche quello di dare, nel panorama odierno, anche un forte impulso agli spettacoli dal divo, che anche oggi, in un mondo segnato dalle nuove tecnologie, restano esperienze fondamentali e insostituibili che arricchiscono la nostra vita. In linea con la grande tradizione della Camerata, ritengo che questa stagione riesca a dare un forte contributo in questo senso, offrendo anche qualcosa di nuovo e di irripetibile”.

 

“La Camerata Musicale Barese – ha dichiarato Dino De Palma – porta quest’anno a Bari non solo i grandi nomi della classica, come Gidon Kremer, Sergej Krylov, Gil Shaham, Mario Brunello, le sorelle Labèque, Gerhard Oppitz, ma anche artisti che percorrono generi diversi, come Enrico Ruggeri, il frontman degli Spandau Ballet Tony Hadley, il grande fisarmonicista Richard Galliano, le voci di Serena Autieri, Nicky Nicolai, Amii Stewart. Non manca uno spazio dedicato alla danza, con due appuntamenti di pregio che vedono in scena Raffaele Paganini e Sergio Bernal, oltre agli eventi speciali come il concerto di Natale dedicato al gospel e l’inaugurazione che propone in versione sinfonica l’intero album dei Queen “Barcelona Opera Rock”, con le straordinarie voci di Johan Boding e Desirée Rancatore, dirette da Roberto Molinelli. Sul palco anche le nuove tecnologie, che accompagnano il ricchissimo spettacolo Seasons, in cui tre cicli di stagioni verranno interpretate da altrettanti violinisti, le stagioni di Vivaldi saranno affidate a Federico Guglielmo, quelle di Piazzolla ad Alessandro Quarta e io stesso interpreterò quelle di Richter. Ad accompagnare i tre cicli immagini sincronizzate della Puglia nelle quattro stagioni, danza e giochi di luci. Molte le collaborazioni con meritorie realtà artistiche pugliesi, come la compagnia AltraDanza di Domenico Iannone, l’Orchestra della Magna Grecia, l’Orchestra Suoni del Sud. Valorizzare le compagini pugliesi è sicuramente uno degli obiettivi della Camerata che nella sua lunga storia ha sempre dimostrato di saper fare rete, unire le forze e puntare su collaborazioni e partenariati, come quello con il Teatro Pubblico Pugliese. Da citare l’importante contributo e il sostegno di Puglia Promozione per i cinque concerti della rassegna Notti di stelle – winter edition, inseriti all’interno del cartellone dei Grandi Eventi”.

 

Nel cartellone molti gli spettacoli in esclusiva regionale e tanti gli artisti presenti a Bari per la prima volta.

Tre le formule di abbonamento previste dalla Camerata, una cumulativa per tutti i 21 appuntamenti, un abbonamento specifico per gli amanti del pop, rock e jazz con i 5 appuntamenti della rassegna Notti di stelle – winter edition e per gli amanti della classica 13 gli eventi previsti nell’abbonamento “Solo Musica”.

 

Inaugurazione della stagione e di Notti di Stelle – winter edition il 24 settembre al “Teatro Petruzzelli”: in scena Queen – Barcelona Opera Rock, spettacolo che omaggia la grande rock band britannica, proponendo l’ascolto, oltre che di grandi successi come We are the champions, The show must go on, Bohemian Rhapsody, anche dell’intero album-capolavoro Barcelona Opera Rock, nato dalla collaborazione tra le voci di Freddy Mercury e Monserrat Caballé, rispettivamente interpretate da Johan Boding e Desirée Rancatore. Il tutto in versione sinfonica con l’Orchestra della Magna Grecia diretta da Roberto Molinelli.

Si continua il 10 ottobre al Teatro Piccinni con Concerto italiano, sofisticato concerto dedicato alla musica barocca, e in particolare a Bach, suonata su strumenti originali. Al violoncello piccolo Mario Brunello accompagnato dall’Accademia dell’Annunciata diretta da Riccardo Doni.

 

Il 12 ottobre si prosegue al Teatro Petruzzelli con il secondo appuntamento di Notti di Stelle – winter edition. In scena Enrico Ruggeri si racconta, spettacolo che pone al centro, in una originale intervista che si snoda tra parole e musica, il grande cantautore milanese.

 

Il 16 ottobre è la volta di Sinfonia Concertante. Sul palco dell’Auditorium “Nino Rota” il virtuoso violinista russo Sergej Krilov, nella doppia veste di solista e direttore della Lithuanian Chamber Orchestra, affiancato per il celebre doppio concerto mozartiano dal violista Dino De Palma.

 

Giovedì 19 ottobre, ancora all’Auditorium “Nino Rota”, il tenore argentino Josè Cura, per la prima volta a Bari nella veste di cantante e direttore, proporrà al pubblico il programma Canzoni argentine, dedicate alle più belle canzoni sudamericane, con musiche di Gustavino, Herrera, Walsh e dello stesso Cura.

 

Il 31 ottobre terzo appuntamento di Notti di stelle – winter edition al Teatro Petruzzelli con la straordinaria voce di Tony Hadley, il frontman degli Spandau Ballet, in concerto con l’Orchestra della Magna Grecia diretta da Piero Romano. Una carrellata di grandi successi della band britannica che è a buon diritto diventata parte della storia della musica rock contemporanea.

 

Lunedì 6 novembre al Teatro Piccinni in scena Seasons, spettacolo di musica, danza e tecnologia dedicato a tre cicli di stagioni (Vivaldi, Piazzolla, Richter) con i Solisti Filarmonici Italiani ed i violinisti Federico Guglielmo, Alessandro Quarta e Dino De Palma. Spettacolo multitecnologico realizzato in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese che vede in scena la Compagnia AltraDanza con coreografie di Domenico Iannone e Sabrina Speranza.

 

Lunedì 13 novembre sempre al Teatro Piccinni The Big B’s con Janoska Ensemble, gruppo cameristico di straordinaria bravura formato da Ondrej Janoska e Roman Janoska, violinisti, Frantisek Janoska, pianoforte, Julius Darvas, contrabasso. Musiche di Bartok, Beethoven, Brahms.

 

Lunedì 27 novembre in scena il quarto appuntamento di Notti di stelle – winter edition con il fisarmonicista Richard Galliano impegnato nello spettacolo Passion Galliano, originale itinerario musicale contemporaneo, che vira agevolmente dal tango al jazz, dalla musica popolare all’improvvisazione.

 

Martedì 28 novembre al Teatro Petruzzelli giunge a Bari uno dei più grandi violinisti di sempre con il suo trio. Si tratta di Gidon Kremer, affiancato, in un programma che va da Schubert a Rachmaninov, da Giedrė Dirvanauskaitė al violoncello e Georgijs Osokins al pianoforte.

 

Quinto e ultimo appuntamento di Notti di stelle – winter edition il 3 dicembre, al Teatro Petruzzelli, con la bellissima voce di Serena Autieri con musiche da My fair lady, Rugantino, Vacanze Romane in versione sinfonica.

 

Ultimi due concerti del 2023: martedì 12 dicembre al Teatro Piccinni in programma Da Couperin a Bartok con la grande virtuosa del pianoforte Ying Li, pluripremiata in tanti noti concorsi pianistici internazionali, e lunedì 18 dicembre al Teatro Petruzzelli il tradizionale Concerto di Natale con un gruppo gospel d’eccezione per la prima volta a Bari Florida Inspirational Singers.

 

Il 2024 della Camerata si apre sabato 27 gennaio al Petruzzelli con la splendida voce della regina della dance anni ’80, Amii Stewart, impegnata nel programma Ci vorrebbero mille canzoni, una carrellata di successi italiani e internazionali degli ultimi 40 anni, in versione sinfonica con l’Orchestra Suoni del Sud diretta da Antonio Palazzo.

 

Il 30 gennaio al Teatro Piccinni Concerto della Memoria con il Trio Metamorphosi nello spettacolo Beethoven in Vermont. I tre componenti del trio, Mauro Loguercio al violino, Francesco Pepicelli al violoncello e Angelo Pepicelli al pianoforte, terranno anche un matinée per le scuole, in considerazione dell’importante ricorrenza.

 

Il 19 febbraio al Teatro Piccinni A Due Pianoforti con le celebri pianiste Katia e Marielle Labèque, con musiche di Bernstein e Glass.

 

Domenica 24 marzo al Teatro Petruzzelli Mille bolle blu con Nichi Nicolai voce, Stefano Di Battista sassofono, Andrea Rea pianoforte, Daniele Sorrentino contrabasso, Luigi Del Prete batteria.

 

Il 9 aprile, al Teatro Piccinni, lo storico Quartetto Oistrakh in concerto. Sul palco 4 tra i più eccezionali musicisti russi di oggi: Andrey Baranov e Rodion Petrov, violinisti, Fedor Belugin, violista, Alexey Zhilin, violoncellista. In programma musiche di Borodin, Shostakovich, Beethoven, Bartok.

 

 

Ultimo concerto della stagione sabato 13 aprile all’Auditorium “Nino Rota” con il duo violino e pianoforte formato da Gil Shaham e Gerard Oppitz, due strabilianti musicisti contemporanei.

 

Non mancano nella programmazione due appuntamenti con la danza: il primo domenica 4 febbraio al Teatro Petruzzelli con il balletto Shine – Pink Floyd Moon, opera rock di Micha Van Hoecke con Raffaele Paganini, creata sulle canzoni della leggendaria band inglese suonate dal vivo, e il secondo martedì 5 marzo al Teatro Piccinni, dove sarà di scena Il re del flamenco e il calore della danza spagnola, una notte con Sergio Bernal.

 

La Camerata Musicale propone formule di abbonamento differenziate:

– per l’intera stagione (21 spettacoli) abbonamenti in vendita da € 100 a € 520;

– abbonamenti a Notti di Stelle – winter edition (5 spettacoli: Queen – Barcelona Opera Rock, Enrico Ruggieri, Richard Galliano, Tony Hadley, Serena Autieri) in vendita da € 85 a € 150;

– abbonamenti Solo Musica (13 appuntamenti di sola musica classica) in vendita da € 220 a € 300.

Biglietti singolo evento da € 15 a € 44. Sono previste scontistiche per gruppi sopra le 12 persone, giovani e particolari categorie.