L’Union Sudamericana Trio per Jazz a Corte. A Palazzo delle Arti Beltrani la nuova formazione di musicisti internazionali dal latin jazz raffinato tra improvvisazione e interplay

48

TRANI (BAT) – Un notevole interesse da parte di un pubblico eterogeneo sta decretando il successo della V edizione di Jazz a Corte, format conosciuto ed apprezzato in cui la Corte ‘Davide Santorsola’ di Palazzo delle Arti Beltrani a Trani si apre alle varie sfumature del jazz. Lo splendido connubio compiuto dalla musica e dalla scenografica terrazza del palazzo nobiliare è l’elemento distintivo dell’atmosfera che artisti e spettatori respirano nei vari appuntamenti del festival musicale en plein air. Uno spazio privilegiato per musicisti affermati del territorio e nomi di caratura nazionale e internazionale, ma anche per nuove formazioni che scelgono la corte come ribalta. È il caso del prossimo appuntamento di domenica 10 settembre che vede esibirsi per la prima volta insieme grandi musicisti con legami forti con l’America Latina. Trani attende l’Union Sudamericana Trio. La nuova formazione dal latin jazz raffinato composta dal pianista italo-argentino Gerardo Di Giusto (già pianista dei Cordoba Reunion e Gaia Cuarto), dal contrabbassista e bassista brasiliano Matheus Nicolaiewsky (già contrabbassista anche del Francesca Tandoi trio) e dall’italo-venezuelano Corrado Ferrareis alla batteria (cresciuto musicalmente tra il Sudamerica, l’Italia e l’Austria con performance live e didattiche in vari generi musicali). Il concerto, che fonde linguaggi diversi con grande spazio all’improvvisazione e all’interplay, prevede l’esecuzione di brani sudamericani nei vari stili musicali dei Paesi dell’area atlantica e dell’area caraibica come Argentina, Brasile, Cuba e Venezuela, influenzati dalla concezione jazzistica afroamericana. Predominante il linguaggio argentino: molte delle opere in programma, infatti, sono del geniale compositore argentino Gerardo Di Giusto, “invitado especial” del trio, dalla carriera internazionale tra Francia, Italia, Giappone e Germania.

Alcune perle punteggeranno la notte del Palazzo Beltrani: dall’esecuzione del famosissimo brano del sassofonista Stan Gets e del chitarrista brasiliano João Gilberto “Para machucar meu coração” ad un tango di sicura fascinazione come “La Cambiada” del Di Giusto,  fino a brani caraibici. Il trio ruota musicalmente intorno alla figura del compositore italo-argentino e si avvale di figure di grande calibro come Matheus Nicolaiewsky, bassista con un gran carattere e una ferrea disciplina musicale e Corrado Ferrareis, batterista che ha unito il gruppo, intuendone le potenzialità. Ferrareis, con un elevato senso dell’improvvisazione, ha studiato alla drummer collective di New York e suona spessissimo nelle jam session jazz.

Il biglietto per il concerto del 10 settembre (intero € 20,00, ridotto € 15,00 riservato a over 65 e minori) è disponibile al seguente link: https://www.i-ticket.it/eventi/union-sudamericana-trio-palazzo-delle-arti-beltrani-biglietti, acquistabile anche on line con Bonus Carta del docente e 18 App.

I biglietti di tutti gli spettacoli della stagione artistica 2023 di Palazzo delle Arti sono disponibili al seguente link: https://www.i-ticket.it/groups/stagione-artistica-palazzo-delle-arti-beltrani; la brochure con tutti gli appuntamenti è scaricabile al seguente link: https://www.flipsnack.com/675AA577C6F/palazzo-delle-arti-beltrani-2023/full-view.html

Tutti gli spettacoli cominciano alle 21.00, porta alle 20.30. Per info: 0883.50.00.44 e  www.palazzodelleartibeltrani.it

La programmazione artistica di Palazzo delle Arti Beltrani, contenitore culturale polifunzionale della città di Trani, gode della media partner di Radio Selene ed è stata realizzata dall’Associazione delle Arti con la collaborazione ed il sostegno dell’Assessorato alla cultura della Città di Trani, il patrocinio del Festival Internazionale di Andria Castel del Monte e di Costa Sveva, l’intervento della Regione Puglia, il PACT Polo Arti Cultura Turismo della Regione, Piano straordinario 2022 “Custodiamo la Cultura in Puglia” – Fondo speciale Cultura e Patrimonio culturale L.R. 40/2016, art.15, comma 3.