Cinema a Corte illumina settembre con le proiezioni dei film di tre grandi della comicità

37

TRANI (BAT) – A Palazzo delle Arti Beltrani è l’ora della settima arte. Torna “Cinema a Corte”, la rassegna cinematografica in collaborazione con Il Circolo del Cinema “Dino Risi” di Trani. Dopo il successo dell’anteprima di “Mirabile Visione: Inferno” di Matteo Gagliardi dello scorso luglio, settembre ci regala sei imperdibili appuntamenti con la risata nella splendida Corte Davide Santorsola, vocata naturalmente agli spettacoli en plein air.

Si parte da venerdì 15 fino al 29 settembre, con le proiezioni alle ore 21,00.

Tre le grandi stelle del cinema italiano al centro del cartellone: il romano Carlo Verdone, il fiorentino Francesco Nuti e il partenopeo Massimo Troisi, tra le più splendenti di un decennio. Con loro la nuova stagione della commedia italiana volta pagina ed esplora i nuovi tic della vita moderna e le irrequiete prospettive delle relazioni di coppia. Le sceneggiature sono insolite e rivoluzionarie nel linguaggio, alla luce dei frenetici cambiamenti del costume, con uno stile meno farsesco rispetto al passato e più dolcemente attento alle nuove mode e allo scandaglio psicologico dei protagonisti.

Questo nuovo genere di racconto registra record strabilianti di incassi nelle sale e saluta l’affermazione di tre grandi interpreti del nostro tempo che tracciano una grande epopea cinematografica.

Proprio Verdone inaugura venerdì 15 settembre il cartellone di Cinema a Corte con “Carlo!”, un’intima confessione del grande attore e regista attraverso l’acuto documentario firmato da Gianfranco Giagni e Fabio Ferzetti, in un gioco a specchi dei luoghi della sua cinematografia, con piccole lezioni di recitazione e regia e tante testimonianze di amici e colleghi.

Nella giornata successiva di sabato 16 settembre la sua fortunata pellicola del 1996 “Sono pazzo di Iris Blond”, che cementa il feeling artistico tra Carlo Verdone e Claudia Gerini, dopo la popolarità conquistata con il precedente “Viaggi di nozze”, nella storia di un musicista depresso e rianimato da una cartomante che preconizza un incontro fatale, seguito da mille colpi di scena.

Martedì 19 settembre è il tempo di “Laggiù qualcuno mi ama”, il bellissimo omaggio del regista Mario Martone al genio tenero e surreale di Massimo Troisi. Il docufilm trova le radici più intime dello stile inconfondibile di un artista schivo e sensibilissimo, malinconico e delicato nella più intima essenza, che la prematura morte per una grave patologia cardiaca hanno consegnato al mito.

Mercoledì 27 settembre in programma un suo capolavoro del 1983, “Scusate il ritardo”, che sottolinea il grande repertorio di Troisi, accanto agli impeccabili Giuliana De Sio e Lello Arena, grazie alla storia dell’accidioso disoccupato Vincenzo, alle prese con un amico depresso e una fidanzata passionale e incompresa.

È stato più crudele e ingrato il destino di Francesco Nuti, geniale testimone della nuova commedia italiana, con alcuni problemi personali e un grave incidente domestico, che hanno spento il suo inimitabile estro guascone e scanzonato. Nella data di giovedì 28 settembre “Francesco Nuti … e vengo da lontano” (un evidente richiamo al suo celebre film “Willy Signori e vengo da lontano”), il commovente ricordo di quieta vita familiare e di meritata celebrità artistica creato da Mario Canale, con il contributo di amici e colleghi del rimpianto attore e regista toscano. La sua maestria si percepisce nell’atto conclusivo della rassegna di Palazzo Beltrani prevista per venerdì 29 settembre. “Stregati” del 1986 è una sua divertente commedia con la felice coppia Nuti-Muti, che fa duettare deliziosamente la radiosa Ornella con il timido e poetico fiorentino. La storia del dj e speaker notturno e della sua inattesa liaison con una promessa sposa, in una Genova notturna e preda dei goliardi e dei perditempo, è stata un cult di quell’annata.

La rassegna Cinema a Corte fa parte della programmazione artistica di Palazzo delle Arti Beltrani che gode della media partner di Radio Selene ed è realizzata dall’Associazione delle Arti con la collaborazione ed il sostegno dell’Assessorato alla cultura della Città di Trani, il patrocinio del Festival Internazionale di Andria Castel dei Mondi e di Costa Sveva, l’intervento della Regione Puglia, il PACT Polo Arti Cultura Turismo della Regione, Piano straordinario 2022 “Custodiamo la Cultura in Puglia” – Fondo speciale Cultura e Patrimonio culturale L.R. 40/2016, art.15, comma 3.

Porta ore 20,30 – inizio ore 21,00. È possibile acquistare i biglietti (costo 5 euro a persona) dalle ore 16,00 alle 20,00 tutti i giorni, escluso il lunedì, direttamente presso il botteghino del Palazzo delle Arti Beltrani in via Beltrani 51 a Trani (BT).