Torre Alemanna, il Medioevo affascina i visitatori: tanta gente alla “Rievocazione storica”

63

Tanti visitatori hanno partecipato alla due giorni della “Rievocazione storica” che si è svolta a Torre Alemanna, sito a Borgo Libertà, a pochi chilometri da Cerignola. Nel fine settimana, infatti, all’interno del complesso monumentale e sul piazzale esterno, grandi e bambini hanno potuto vivere un’esperienza immersiva nel Medioevo grazie alle fedeli ed accurate riproduzioni di abiti, utensili, arredi, scenografie, musiche, cibi, che hanno ricostruito un ampio spaccato della comunità dell’antica Corneto. Cavalieri Teutonici, artigiani, popolani, guerrieri saraceni e monaci, danzatori, hanno contribuito a rendere magica l’atmosfera riprodotta, a far rivivere un luogo di grande importanza per la storia del meridione d’Italia, tra i pochi insediamenti teutonici del Mediterraneo.

 

La “Rievocazione storica” è stata organizzata dalla cooperativa sociale Frequenze, ente gestore di Torre Alemanna, in collaborazione con l’associazione Imperiales Friderici II e finanziata dal Comune di Cerignola attraverso l’assessorato alle Politiche Sociali. «Nel corso della due giorni i visitatori hanno potuto rivivere la cerimonia di insediamento dei Cavalieri Teutonici accolti dalla comunità festante di Corneto – racconta Alessandro Strinati, presidente di Imperiales Friderici II – .  La cerimonia è avvenuta in seguito alla donazione delle terre da parte dell’imperatore Federico II all’Ordine religioso militare dei Cavalieri Teutonici.  In questo viaggio nella storia è stato possibile conoscere le danze e le musiche medievali, visitare il Mercato e il Collegio di arti e mestieri, assistere alle esibizioni di combattimenti di scherma e tiro con l’arco, assaporare pietanze medievali. Nell’ex Circolo, i visitatori hanno potuto visitare i banchi di mercanti di stoffe e cacciagione, artigiani e falegnami. Gli interni di Torre Alemanna sono stati allestiti per riproporre in modo storicamente accurato la vita e le attività quotidiane che si svolgevano nella Commenda nel 1200».

Borgo Libertà, quindi, è stata popolata da monaci, cavalieri, popolani, danze e musici medievali, combattimenti tra guardie saracene, maestri di tiro con l’arco e degustazioni di menù medievali. «Abbiamo fatto rivivere Borgo Libertà, perché la nostra intenzione è quella di valorizzare le nostre borgate e la loro storia, come quella di Torre Alemanna, un importante polo culturale per tutto il territorio – ha evidenziato Maria Dibisceglia, assessora alle Politiche Sociali del Comune di Cerignola – E’ stata una bella occasione per rivivere e respirare i sapori di quel tempo, in un’immersione nel 1200 per raccontare le vicende di questo luogo». Oltre sessanta le persone coinvolte nella realizzazione dell’evento, tra rievocatori, attori, figuranti ed artisti che hanno animato la rievocazione e dato vita ai luoghi esterni ed interni del Complesso: associazione storico-culturale Imperiales Friderici II, Teatro della Polvere, Musica è, Sartoria Shangrillà, Cavalieri de li terre Tarentine, Camerata Mvsica Antiqva, Equiseo, Accademia Medievale del Gusto. La manifestazione, dunque, si inserisce nel filone di attività culturali che Frequenze sta organizzando a Torre Alemanna con la finalità di valorizzare non solo le bellezze storiche ed architettoniche del Complesso Monumentale, ma anche per ripopolare gli spazi di Borgo Libertà, favorendo momenti di socializzazione, di incontro e di conoscenza di cui a beneficiarne è stato l’intero territorio.