Giovedì 28 dicembre al via KIDS – Festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni a Lecce

18

LECCE – Da giovedì 28 dicembre a sabato 6 gennaio a Lecce (info, programma e biglietti kidsfestival.it) si rinnova l’appuntamento con KIDS. La decima edizione del Festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni torna quest’anno sul tema “Che la festa cominci”. Undici luoghi del capoluogo salentino (Teatro Apollo, Teatro Paisiello, Manifatture Knos, Museo Ferroviario della Puglia, Castello Carlo V, Complesso degli Agostiniani, Convitto Palmieri, Nasca il Teatro, L’Acchiappalibri, Tagghiate Urban Factory, Teatro Koreja) ospiteranno oltre venti compagnie straniere, italiane e pugliesi per quasi ottanta repliche di spettacoli per piccolissimi, piccoli e grandi spettatori, tra teatro, danza, circo, narrazione e linguaggi innovativi della scena contemporanea, due focus dedicati al centro di residenza pugliese Trac e al regista e drammaturgo Fabrizio Pallara, e un “village” con incontri, laboratori, performance e attività di formazione. Immancabile anche l’Operazione Robin Hood, il biglietto sospeso che rende Kids ancora più inclusivo, e il laboratorio per piccoli critici teatrali. Il festival Kids è ideato e organizzato da Factory Compagnia Transadriatica e Principio attivo teatro con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Puglia, Comune di Lecce, Teatro Pubblico Pugliese, Trac – Teatri di residenza artistica, Futuro Presente, Fondazione Nuovi mecenati in collaborazione con Polo Biblio-Museale di Lecce, Assitej Italia, Chain Reaction, BlaBlaBla, le biblioteche L’AcchiappaLibri e OgniBene, CPK Lecce, Manifatture Knos e Cirknos.

Giovedì 28 dicembre la prima ricchissima giornata si concluderà alle 20:30 al Teatro Apollo con Kids Chorus Band, un’inedita festa concerto per celebrare i dieci anni di kids e il bambino che è in ognuno di noi attraverso un viaggio nelle canzoni di un tempo e di oggi. Un progetto speciale a cura di Rachele Andrioli con gli acrobati della scuola di Cirknos e altri artisti. Già alle 10 nella biblioteca Acchiappalibri partiranno le tante attività del Kids Village, una moltitudine di sguardi differenti sul mondo dell’infanzia, a cura di BlaBlaBla in collaborazione con Fermenti Lattici, Zero Meccanico, Spazio Natura, Tribù Digitale, Tina Aretano, Maria Rosaria De Benedittis, Raparossa, WWF Salento, Cirknos. Fino a sabato 30 e da martedì 2 a venerdì 5 (info 3207087223), Kids Village sarà uno spazio di incontro, aperto a bambine e bambini, a idee, visioni e progetti, a partire dalle diversificate esperienze di tutti gli ospiti che abitano questo villaggio creativo. Alle 10:30 e alle 17 (doppia replica anche venerdì 29) alle Manifatture Knos la compagnia olandese Mime Wave proporrà Home (per tutti dai 2 anni) una storia avvincente con dipinti animati e musica. Lo spettacolo si ispira alla vera storia della regista Anastasiia Liubchenko che ha lasciato la sua casa in Ucraina per trovarne una nuova nei Paesi Bassi. Alle 10:45 e alle 11:45 sui treni storici del Museo Ferroviario della Puglia parte l’immancabile appuntamento con In viaggio con le storie, piccolo festival della narrazione per l’infanzia (in programma anche domenica 31 e mercoledì 3 e venerdì 5). Ad accogliere gli spettatori, un capostazione clown e il suo immancabile assistente e tre vagoni pronti a trasformarsi in teatri e scenari straordinari per ogni storia. Il primo viaggio proporrà “Il seme del melograno” con Nunzia Antonino a cura di Carlo Bruni, “Piccole donne” di e con Angela De Gaetano, “Storia di una lumaca” con Maria Tucci. Alle 17:30 al Teatro Paisiello la Fondazione TRG di Torino sarà “In viaggio con il Piccolo principe” per la regia di Luigina Dagostino con Claudio Dughera, Claudia Martore, Michele Puleio (dai 5 anni – in replica venerdì 29 alle 17). Gli intensi personaggi del long-seller di Antoine De Saint- Exupéry mettono in scena l’amore, l’amicizia e il paradosso in cui vivono gli adulti. Alle 18.30, prima della chiusura all’Apollo, le Manifatture Knos accoglieranno VU della francese Compagnie Sacékripa con Etienne Manceau (per tutti dai 7 anni – in replica venerdì 29 alle 18:30 e 20:30). A metà fra il teatro d’oggetti, il circo in miniatura e un clown involontario, questo solo per manipolatore di oggetti quotidiani vede in scena un protagonista meticoloso e delicato; un uomo irascibile ed estremamente curato.

Venerdì 29 dicembre si parte alle 10 nella biblioteca Acchiappalibri con le tante attività del Kids Village, una moltitudine di sguardi differenti sul mondo dell’infanzia, a cura di BlaBlaBla in collaborazione con tante realtà. Alle 10 e alle 12 nel parco Tagghiate Urban Factory il coreografo francese David Rolland propone “Donne moi la main”, uno spettacolo partecipativo in cui il pubblico, tra gioco e danza, sarà guidato da una colonna sonora riprodotta in cuffia (per tutti dagli 8 anni – in replica anche sabato 30 e domenica 31). Alle 10:30 e alle 17 alle Manifatture Knos la compagnia olandese Mime Wave con le ultime due repliche di Home (per tutti dai 2 anni) una storia avvincente con dipinti animati e musica. Lo spettacolo si ispira alla vera storia della regista Anastasiia Liubchenko che ha lasciato la sua casa in Ucraina per trovarne una nuova nei Paesi Bassi. Alle 11:30, 17 e 18:30 nelle sale del Castello Carlo V la compagnia bresciana Teatro Telaio con Arcipelago (per tutti dai 5 anni – in replica anche sabato 30), un’installazione teatrale agita e resa viva dai bambini stessi che vengono immersi in un contesto simbolico in cui possono riconoscere alcune metafore dentro le quali orientarsi. Alle 17 sul palco del Teatro Paisiello la Fondazione TRG di Torino sarà nuovamente “In viaggio con il Piccolo principe” per la regia di Luigina Dagostino (dai 5 anni). Alle 17:30 nella Chiesa degli Agostiniani, Solares Fondazione delle Arti – Teatro delle Briciole e Caracò mettono in scena Distanze con Fabrizio Campo per la regia di Riccardo Lanzarone (per tutti dai 5 anni – in replica sabato 30 alle 17). Distanze parte da un’indagine del diverso, di chi agli occhi del mondo risulta strano e fuori tempo. Alle 18:30 nel Convitto Palmieri, per il focus a cura del centro di residenza pugliese Trac, l’autrice e attrice Elisabetta Aloia propone Evelina vien dal mare (per tutti dai 7 anni). Un viaggio alla scoperta di se stessi. Una storia originale, una sorta di fiaba sulla presa di coscienza del proprio valore e sull’accettazione dell’unicità di ciascuno di noi in una realtà che ci vuole tutti uguali, incasellati in schemi ben precisi, difficili da scardinare. Alle 18.30 e alle 20:30 le Manifatture Knos accoglieranno VU della francese Compagnie Sacékripa con Etienne Manceau (per tutti dai 7 anni). A metà fra il teatro d’oggetti, il circo in miniatura e un clown involontario, questo solo per manipolatore di oggetti quotidiani vede in scena un protagonista meticoloso e delicato; un uomo irascibile ed estremamente curato.

Sabato 30 dicembre la terza giornata si aprirà alle 10 nella biblioteca Acchiappalibri con i laboratori del Kids Village, una moltitudine di sguardi differenti sul mondo dell’infanzia, a cura di BlaBlaBla in collaborazione con tante realtà. Alle 10, per il focus a cura del centro di residenza pugliese Trac, la Compagnia Fika di Firenze sarà nel al Convitto Palmieri con la danza di Habitat Kids (dai 3 agli 8 anni). Due personaggi abitano uno spazio fantastico fatto di forme, luci e colori. Muovendosi in questo luogo onirico evocano immagini, storie e giochi in cui i bambini e le famiglie potranno dare forma alle loro fantasie. Alle 10 e alle 12 nel parco Tagghiate Urban Factory il coreografo francese David Rolland con “Donne moi la main”, uno spettacolo partecipativo in cui il pubblico, tra gioco e danza, sarà guidato da una colonna sonora riprodotta in cuffia (per tutti dagli 8 anni). Alle 11:30, 17 e 18:30 nelle sale del Castello Carlo V la compagnia bresciana Teatro Telaio con Arcipelago (per tutti dai 5 anni), un’installazione teatrale agita e resa viva dai bambini stessi che vengono immersi in un contesto simbolico in cui possono riconoscere alcune metafore dentro le quali orientarsi. Alle 17 nella Chiesa degli Agostiniani, Solares Fondazione delle Arti – Teatro delle Briciole e Caracò con Distanze con Fabrizio Campo per la regia di Riccardo Lanzarone (per tutti dai 5 anni). Alle 18:30 nel Convitto Palmieri il Teatro Viola di Roma con Lo spirito del Natale (per tutti dagli 8 anni – in replica domenica 31 alle 11). Lo spettacolo, liberamente ispirato a “Christmas Carol” di Charles Dickens con Federica Migliotti e Fabio Pappacena per la drammaturgia e la regia di Paolo Civati, è una storia senza tempo che parla del Natale, a tutte le età, e fa riflettere sulla possibilità, sempre aperta, di poter cambiare, di poter rimediare agli errori, di essere generosi e solidali con gli altri. Alle 20:30, infine, sul palco del Teatro Paisiello la Compagnia La luna nel letto di Ruvo di Puglia con Buoni|Cattivi (per tutti dagli 8 anni – in replica domenica 31 alle 11). Lo spettacolo di Michelangelo Campanale liberamente tratto da “Storia di un bambino cattivo. Storia di un bambino buono” di Mark Twain, vede in scena l’attore Ippolito Chiarello.

Domenica 31 dicembre in attesa del nuovo anno si inizia alle 10 e alle 12 nel parco Tagghiate Urban Factory con le ultime repliche di “Donne moi la main” del coreografo francese David Rolland, uno spettacolo partecipativo in cui il pubblico, tra gioco e danza, sarà guidato da una colonna sonora riprodotta in cuffia (per tutti dagli 8 anni). Alle 10:45 e alle 11:45 sui treni storici del Museo Ferroviario della Puglia seconda mattinata con l’immancabile appuntamento In viaggio con le storie, piccolo festival della narrazione per l’infanzia (in programma anche mercoledì 3 e venerdì 5). Ad accogliere gli spettatori, un capostazione clown e il suo immancabile assistente e tre vagoni pronti a trasformarsi in teatri e scenari straordinari per ogni storia. Anche questo secondo viaggio proporrà “Il seme del melograno” con Nunzia Antonino a cura di Carlo Bruni, “Piccole donne” di e con Angela De Gaetano, “Storia di una lumaca” con Maria Tucci. Alle 11 sul palco del Teatro Paisiello la compagnia La luna nel letto di Ruvo di Puglia con Buoni|Cattivi (per tutti dagli 8 anni) di Michelangelo Campanale con Ippolito Chiarello. Sempre alle 11 al Convitto Palmieri il Teatro Viola di Roma con Lo spirito del Natale (per tutti dagli 8 anni). Lo spettacolo, liberamente ispirato a “Christmas Carol” di Charles Dickens con Federica Migliotti e Fabio Pappacena per la drammaturgia e la regia di Paolo Civati, è una storia senza tempo che parla del Natale, a tutte le età, e fa riflettere sulla possibilità, sempre aperta, di poter cambiare, di poter rimediare agli errori, di essere generosi e solidali con gli altri.

 

Dopo una pausa nel giorno di Capodanno, Kids riprenderà da martedì 2 a sabato 6 gennaio. In scena la Compagnie de la libertè del mimo francese Julién Cottereau, considerato l’erede di Marcel Marceau, con Imagine toi! (martedì 2 e mercoledì 3 alle 21 al Teatro Apollo) e À fleur de mots (mercoledì 3 alle 11 al Teatro Koreja), il teatro d’attore e d’ombre per 25 spettatori a replica con Dentro la tana degli spagnoli Farrés Brothers (martedì 2 e marcoledì 3 alle 17, 18 e 19 nella Chiesa degli Agostiniani), Ma solitud con il piccolo circo di Guillem Albà (mercoledì 3 alle 19 e giovedì 4 alle 18 e 20:30 alle Manifatture Knos),  la Compagnia Dimitri/Canessa e l’associazione Pilar Ternera di Livorno con L’orso felice (giovedì 4 e venerdì 5 alle 17 al Teatro Koreja), l’associazione Culturale Zebra di Verona con la danza di Miss Lala al Circo Fernando con Marigia Maggipinto, storica interprete del Tanztheater di Wuppertal, realtà fondata da Pina Bausch (giovedì 4 alle 17, 18 e 19 e venerdì 5 alle 16, 17 e 18 al Convitto Palmieri), il Teatro Le Giravolte con Zio Mondo di Francesco Ferramosca (giovedì 4 alle 19 alle Manifatture Knos), Meraki Teatro di Genova con Il volo ovvero la signora Ida alla fermata del bus (venerdì 5 gennaio alle 17 e sabato 6 alle 11 alle Manifatture Knos).

Un Focus sarà dedicato al teatro delle idee del regista e drammaturgo Fabrizio Pallara che, da più di vent’anni, con la compagnia Teatro delle apparizioni propone spettacoli tout public. Appuntamento dunque con le Fiabe da tavolo (Cappuccetto rosso, I tre porcellini, La teiera e il brutto anatroccolo), interpretate da Desy Gialuz (mercoledì 3 alle 16:30 e 18 e giovedì 4 alle 10:30 e 16:30 da Nasca – Il teatro), Kafka e la bambola viaggiatrice (venerdì 5 gennaio alle 20:30 e sabato 6 gennaio alle 17 al Teatro Paisiello), un contributo nelle narrazioni di In viaggio con le storie e un incontro al Teatro Nasca (giovedì 4 alle 11.30), occasione per ragionare attorno alle forme e ai linguaggi che permettono di parlare alle nuove generazioni, e agli adulti che hanno accanto.

Le due compagnie di casa presenteranno alcune novità: Factory Compagnia Transadriatica proporrà Piccolo sushi, coprodotto con Fondazione Sipario Toscana, di Tonio De Nitto con Michela Marrazzi e la sua marionetta (martedì 2 alle 18 e mercoledì 3 alle 17:30 alle Manifatture Knos) mentre Principio Attivo Teatro sarà sul palco con La favola di Peter che scoprì il peso dell’ombra con Silvio Gioia e la regia di Giuseppe Semeraro (venerdì 5 alle 18:30 e sabato 6 alle 18 alle Manifatture Knos). Dal 2 al 6 nel Convitto Palmieri torna con tante repliche anche la Casa mobile a pedali, un piccolo viaggio poetico dove accadono cose di Principio Attivo Teatro con Cristina Mileti e Francesca Randazzo.

Nella biblioteca Acchiappalibri proseguono fino a venerdì 5 le tante attività del Kids Village, una moltitudine di sguardi differenti sul mondo dell’infanzia, a cura di BlaBlaBla, mentre alle Manifatture Knos continua il laboratorio di arti circensi. Mercoledì 3 e venerdì 5 alle 10:45 e alle 11:45 sui treni storici del Museo Ferroviario della Puglia si conclude l’immancabile appuntamento con In viaggio con le storie, piccolo festival della narrazione per l’infanzia. Ad accogliere gli spettatori, un capostazione clown e il suo immancabile assistente e tre vagoni pronti a trasformarsi in teatri e scenari straordinari per ogni storia. In scena All’improvviso con Fabrizio Pallara (solo il 3), Il gigante egoista con Francesco Stefanizzi e L’usignolo con Daria Paoletta (3 e 5) e Le storie di Zio Zachi con Renato Grilli (solo il 5). Kids, nell’ambito del progetto Chain Reaction, ospiterà anche momenti di scambio e incontro come le masterclass Pasta Madre. Le Manifatture Knos accoglieranno una mostra delle illustrazioni realizzate per ogni edizione del festival a cura dell’artista Ilaria Guarducci e una selezione dei momenti più belli di questi dieci anni attraverso lo sguardo dei fotografi ufficiali Eliana Manca e Giovanni William Palmisano. Gran finale sabato 6 gennaio alle 19:30 alle Manifatture Knos con Circus cabaret a cura di CirKnos – Scuola di Circo in collaborazione con Compagnie Tau e Compagnia Los Filonautas.