A Palazzo Rubino l’omaggio di Michael White alla black music

17

TRIGGIANO (Bari) – Sabato 13 aprile, alle 21.30, a Palazzo Rubino di Triggiano, l’associazione Al Nour, diretta da Angela Cataldo, proporrà lo spettacolo “Soul Deep” con Michael White, un omaggio ai grandi artisti della black music.

All’anagrafe Michele Roberto, il cantante ha iniziato a fare musica già all’età di 14 anni, quando ha intrapreso la carriera di dj. Dopo poco si è dato al canto, partecipando a diverse manifestazioni e distinguendosi per la timbrica calda e allo stesso tempo graffiante della sua voce, ottenendo grande consenso di critica e pubblico. L’impressionante somiglianza vocale con l’artista siciliano Mario Biondi gli ha permesso di esibirsi nei più prestigiosi locali e teatri italiani con la sua band Michael White and soul Brothers. Grazie a questa somiglianza, White in passato si è esibito anche in importanti trasmissioni televisive come “Tale e quale show” condotto da Carlo Conti su Rai 1, “Fake Show” condotto da Max Giusti su Rai 2 e “Cultura Moderna” condotto da Teo Mammuccari su Canale 5. Nel 2014 è stato special guest nel concorso Premio Alex Baroni a San Benedetto del Tronto, dove ha ricevuto il riconoscimento come “eccellenza artistica”.

Sfruttando il mio timbro vocale – spiega il cantante – propongo uno spettacolo incentrato sul soul e sulla black music. In questa occasione proporrò un viaggio nella storia di questi generi musicali, eseguendo dei successi di sempre, non solo quelli di artisti italiani come Mario Biondi, ma anche di stranieri”.

Durante la serata White proporrà i celebri brani di mostri sacri come Barry White, Ray Charles, Stevie Wonder, Sade, Vandross, George Benson e tanti altri, sino ai contemporanei come Gregory Porter. Un evento-tributo che racchiuderà in sé la storia degli artisti che hanno reso grande la musica afroamericana e i vari generali musicali che questa racchiude.