Barletta Piano Festival, una parata di talenti per una manifestazione sempre più grande

31

BARLETTA (BAT) – Diciottesimo compleanno e cartellone titanico per il Barletta Piano Festival diretto da Pasquale Iannone, che diventa maggiorenne e cresce nella proposta con una programmazione comprendente ben ventuno concerti dall’1 luglio al 10 agosto nell’Hotel La Terrazza, una masterclass di perfezionamento e un’anteprima di tre appuntamenti dal 17 al 22 giugno, nello spazio d’arte A Stare, dedicata ad altrettanti giovani talenti, non solo degli ottantotto tasti.

La città della Disfida, che guarda con molta attenzione alle nuove generazioni di pianisti, accoglierà molti interpreti di primo piano del re degli strumenti, da Alessandro Taverna (24 luglio), esploso sulla scena internazionale dopo l’affermazione nel 2009 al Concorso Pianistico di Leeds, all’ucraina Anna Kravtchenko (30 luglio), vincitrice del Concorso Busoni nel 1992, dalla polacca Joanna Trzeciak (15 luglio) al duo formato da Robert Andres e Honor O’Hea (2 agosto), musicisti che fanno coppia nell’arte e nella vita, sino ai nostri Roberto Corlianò (6 luglio) e Antonio Di Cristofano (11 luglio), passando per diversi altri ospiti internazionali, con un focus sui talenti emergenti di altri Paesi, tra cui il vincitore del Concorso Casagrande 2022, lo scozzese di origini orientali Yuanfan Yang (3 luglio), deciso a proporre fuori programma una serie di improvvisazioni su suggerimento del pubblico, e la cipriota Anna Avramidou (17 luglio), un anno fa vincitrice del Franz Liszt Young Artists International Piano Competition di Weimar.

Il Barletta Piano Festival, organizzato dagli Amici della Musica «Mauro Giuliani» presieduti da Francesco Saverio Caporale con il sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Puglia e del Comune di Barletta, riserverà come sempre particolare attenzione al movimento pianistico pugliese con Serena Valluzzi (5 luglio), Giorgio Trione Bartoli (in duo con la violoncellista Silvia Gira, 8 luglio), Maurizio Zaccaria (al quale è stato affidato un brano in prima esecuzione commissionato a Carmen Fizzarotti, 12 luglio) e Viviana Lasaracina (20 luglio). Ci sarà anche un concerto spettacolo ispirato al libro «Il segreto di Sigismund Thalberg» con il pianista Francesco Nicolosi e il narratore Stefano Valanzuolo (13 luglio).

Una delle grandi novità riguarderà proprio il direttore artistico Pasquale Iannone, pianista e didatta di fama internazionale che sulla piazza d’armi del Castello farà il suo debutto assoluto alla direzione d’orchestra sul podio della Filarmonica Pugliese. Il concerto vedrà in veste di solisti i pianisti Leonardo Colafelice e Francesco Marra, l’undicenne enfant prodige salentino che due anni fa ha incantato gli inglesi aggiudicandosi l’oro alla London Youth Piano Competition International Venue (28 luglio).

E altri due giovani talenti pugliesi «around 18 age» sono attesi nella sezione «non solo piano», entrambi violinisti: si tratta di Maria Serena Salvemini (18 luglio), che ha già vinto la Golden Medal with Honours alla prestigiosa Vienna International Music Competition, e di Paride Losacco (31 luglio), lo scorso anno decretato il più bravo studente di violino dei conservatori italiani. Prevista anche una finestra dedicata al compositore friulano Cristian Carrara, che verrà celebrato con un incontro-concerto dai pianisti Camilla Chiga, Angelo Nasuto, Modesto Picci e Filippo Alberto Rosso (6 agosto). Nuova musica si ascolterà anche con il tributo del Pianofone Trio a Massimilano Coclite (27 luglio). E poi, i due concerti finali della masterclass condotta da Iannone (8 e 10 agosto).

Pre-festival al via il 17 giugno con il recital pianistico di Giulia Falzarano, seguita il 21 giugno dalla chitarrista Bianca Maria Minervini e il 22 giugno da Alessio Falciani, altro pianista di belle speranze.

I concerti avranno inizio tutti alle ore 21.15.

IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO

La diciottesima edizione del Barletta Piano Festival avrà un’anteprima nello spazio eventi A Stare. Si parte il 17 giugno con il recital pianistico di Giulia Falzarano e si prosegue il 21 giugno con la chitarrista Bianca Maria Minervini e il 22 giugno con Alessio Falciani.

La manifestazione, in programma nell’Hotel La Terrazza, prenderà il via ufficialmente l’1 luglio a ritmo di swing col jazz di Francesca Tandoi (pianoforte) e Stefano Senni (contrabbasso) prima di entrare nel vivo il 3 luglio con il recital tra Liszt, Debussy e Fauré del britannico Yuanfan Yang, vincitore del primo premio al Concorso Casagrande 2022, pronto anche a improvvisare accogliendo i suggerimenti del pubblico.

Il 5 luglio sarà di scena Serena Valluzzi con brani di Debussy, Sévérac e Albéniz seguita il 6 luglio da Roberto Corlianò, che renderà anche omaggio a Puccini nel centenario della scomparsa.

L’8 luglio Giorgio Trione Bartoli (pianoforte) e Silvia Gira (violoncello) dialogheranno sulle note di Weinberg, Grieg e Rachmaninov, mentre l’11 luglio Antonio Di Cristofano terrà insieme pagine di Schubert, Liszt, Berg e Chopin, così come il 12 luglio Maurizio Zaccaria suonerà Liszt, Wagner, Skrjabin e Schumann oltre a un inedito su commissione della compositrice pugliese Carmen Fizzarotti, «Breath, and lights, and leaves».

Il 13 luglio sarà ispirato al libro «Il segreto di Sigismund Thalberg» il concerto spettacolo con Francesco Nicolosi (pianoforte) e Stefano Valanzuolo (voce recitante) che precederà il recital del 15 luglio della pianista polacca Joanna Trzeciak chiamata a omaggiare il connazionale Chopin.

Ha solo sedici anni ma un talento superiore all’età anagrafica la cipriota Anna Avramidou, la vincitrice del Franz Liszt Young Artists International Piano Competition di Weimar un anno fa, attesa il 17 luglio in un programma tra Sette e Ottocento comprendente musiche di Scarlatti, Mozart, Chopin e Liszt.

Dopo il concerto del 18 luglio, quando la violinista Maria Serena Salvemini sarà accompagnata dal pianista Pietro Laera, il 20 luglio la scena sarà di Viviana Lasaracina con un programma tutto dedicato a Rachmaninov, mentre tutto viennese sarà il recital del 24 luglio di Alessandro Taverna con musiche di Gulda, Schubert, Berg e Johann Strauss.

Musica Nuova di Massimiliano Coclite ispirata a Nino Rota si ascolterà il 27 luglio con il Pianofone Trio di Paolo Debenedetto (sassofono), Valter Nicodemi (sax) e Nicole Brancale (piano), mentre il 28 luglio ci sarà il debutto da direttore di Pasquale Iannone in un concerto fuori abbonamento nella Piazza d’armi del Castello.

L’evento clou sarà il 30 luglio con Anna Kravtchenko, la vincitrice del Busoni nel 1992 che a Barletta suonerà musiche di Rameau, Schubert-Liszt, Chopin e Mendelssohn.

Dopo il giovane violinista Paride Losacco, che il 31 luglio si esibirà accompagnato da Fiorella Sassanelli, i pianoforti il 2 agosto diventeranno due con Robert Andres e Honor O’Hea e il loro raffinato programma comprendente musiche di Moszkowski, Barber, Milhaud e Rachmaninov.

Completano il programma l’omaggio del 6 agosto al compositore Cristian Carrara, che sarà intervista da Livio Costarella ed eseguito da Camilla Chiga, Angelo Nasuto, Modesto Picci e Filippo Alberto Rosso e i concerti dell’8 e del 10 dei corsisti che parteciperanno dal 3 al 10 agosto alla masterclass condotta da Pasquale Iannone.