Trame Contemporanee, domani lo spettacolo “D.O.S.E. Anatomic Sound” con la coreografa e danzatrice Jaqueline Bulnés al Teatro Babilonia di Molfetta

8

Una conversazione tra danzatrice e compositore, che combina coreografia, voce e musica elettronica. Continua con “D.O.S.E. Anatomic Sound” la settimana del festival Trame Contemporanee (direzione artistica di Marianna de Pinto e Marco Grossi) domani, alle 21, al Teatro Babilonia di Molfetta: protagonista la coreografa e danzatrice cubana-americana Jaqueline Bulnés, solista nelle prestigiose compagnie di Martha Graham, José Limón, Dance Theatre of Harlem e Merce Cunningham Trust di New York, su una colonna sonora creata ed eseguita dal compositore danese Niklas Emborg Gjersøe.

I suoni della danzatrice saranno catturati da microfoni stetoscopici attraverso un body unico progettato specificamente per registrare il respiro, il battito cardiaco e il ritmo coreografico dei gesti della performer e realizzato da Karin Gjersøe.  Una performance dal carattere fortemente interattivo alla scoperta della complessa e reciproca influenza tra mondo esterno e mondo interiore, che rappresenta un’esperienza emozionante e vivace sia per gli artisti che per il pubblico.

Dal 17 al 21 giugno (al Teatro Babilonia), Jacqueline Bulnés con la filmmaker, autrice e insegnante Cristina Ki Casini, guiderà “Scritto sul corpo”, laboratorio che unisce danza, scrittura e fotografia in un percorso di ricerca sull’identità.

 

Si continua, per la prima volta in Puglia, domenica 16 giugno alle 20 alla Cittadella degli Artisti, con “Il mistero buffo” del premio Nobel Dario Fo, nella felicissima interpretazione di Matthias Martelli per la regia di Eugenio Allegri. Una riproposizione targata Teatro Stabile di Torino da oltre 200 repliche in Italia e nel mondo: l’attore è solo in scena, senza trucchi, con l’intento di coinvolgere il pubblico nell’azione drammatica, passando in un lampo dal lazzo comico alla poesia, fino alla tragedia umana e sociale.