Incontro con lo scrittore e musicista David Conati, mercoledì 5 giugno a Manduria

491

MANDURIA (Taranto) – Mercoledì 5 giugno alle ore 18.00 l’Istituto Comprensivo “Don Bosco” di Manduria, in collaborazione con Popularia Onlus e l’Agenzia Libraria “AlfaLIBRI”, presenta, presso l’Auditorium del Liceo Scientifico “G.Galilei”di Manduria, l’incontro con lo scrittore David Conati, a conclusione dell’ormai consolidato Progetto di Lettura “Un libro per amico”, che la scuola ripropone ogni anno per avvicinare sempre di più i ragazzi alla lettura.

David Conati è paroliere e compositore, musicista, “katalizzatore” e “incantAutore”, ha lavorato con Tito Schipa Jr, Gino e Michele, Mogol. Collabora come traduttore per diverse agenzie. Ha scritto oltre un centinaio di testi teatrali, molti per ragazzi, alcuni premiati in importanti festival nazionali. Ha pubblicato saggi, filastrocche, romanzi, canzoni, guide didattiche e manuali educativi. Si occupa da anni di scrittura creativa e teatro con gli alunni della Scuola Primaria e Secondaria in giro per l’Italia. Il libro che l’I.C. “Don Bosco” ha scelto, letto e approfondito quest’anno è “Amici virtuali”, un bel romanzo per ragazzi che, partendo dalla vicenda di Marco, un adolescente appena arrivato in una nuova classe e in una nuova città, affronta le tematiche dell’amicizia e del contrasto tra quella reale e quella virtuale, di rapporti familiari difficili, di bullismo, di chat e di filmati in rete, di identità segrete e individui reali, dell’uso delle moderne tecnologie di comunicazioni, ma anche di sentimenti, di amore, di lezioni e compagni di scuola, il tutto con un linguaggio fresco, molto vicino a quello giovanile, intervallato da citazioni di autorevoli cantanti e stralci di brani musicali graditi ai ragazzi.

Sicuramente quello con David Conati sarà un incontro-spettacolo che affascinerà tutti, ragazzi, docenti, genitori: tutti invitati!

Il Dirigente, professor Roberto Cennoma e i docenti dell’Istituto sono sempre più convinti dell’importanza del Progetto Lettura perchè leggere serve ad aprire le menti, ad allargare gli orizzonti, a scardinare pregiudizi e ad abbattere frontiere. Inoltre sottolineano che leggere è un diritto, un piacere per tutti, un viaggio verso la libertà. Leggere, infine, dà diritto alla speranza, in un momento così triste e difficile per la comunità del paese.

La serata poi si concluderà in festa con la premiazione dei ragazzi vincitori delle Olimpiadi di Matematica.