Nel “Mediterraneo” di Jovanotti suona il Salento del Canzoniere Grecanico Salentino

42

Ci sono anche Mauro Durante e il Canzoniere Grecanico Salentino tra gli ospiti di “Mediterraneo“, il nuovo progetto discografico di Jovanotti, disponibile da oggi 1 aprile sulle piattaforme streaming e negli store digitali. Otto nuove canzoni (più il primo singolo I love you baby e un remix), che arrivano a tre mesi dal debutto del Jova Beach Party 2022.

Proprio il brano che dà il titolo all’Ep si chiude con l’emozionante pizzica del Canzoniere Grecanico Salentino, miglior gruppo di world music al mondo ai Songlines Music Awards 2018, composto da Alessia Tondo (voce, percussioni), Giulio Bianco (zampogna, armonica, flauti e fiati popolari, basso), Silvia Perrone (danza), Massimiliano Morabito (organetto), Emanuele Licci (voce, chitarra, bouzouki), Giancarlo Paglialunga (voce, tamburrieddhu), Francesco Aiello (fonico) e guidato da Mauro Durante (voce, tamburi a cornice, violino).

Durante, che ha ereditato la leadership nel 2007 dal padre Daniele, suona anche il violino in Everest, e firma i tamburi in Corpo a corpo (con la partecipazione di Enzo Avitabile, anche nella versione “Mix Galvanizzato”) e Ricordati di vivere.

Mediterraneo” è un nuovo capitolo della collaborazione tra il gruppo salentino e il cantautore. Nel 2013, infatti, Jovanotti aveva ospitato Mauro Durante in una jam session al South by Southwest di Austin negli Stati Uniti, mentre nel 2019 aveva fortemente voluto il Canzoniere Grecanico Salentino nella lineup del Jova Beach Party.

Siamo emozionati e felici per questa collaborazione. La title track è davvero un inno per il Mediterraneo dei nostri giorni“: racconta Mauro Durante. “Ero entusiasta quando Lorenzo mi ha chiamato per registrare in alcuni brani del suo nuovo disco, accanto a un’altra leggenda come il produttore statunitense Rick Rubin. Quando poi ci è venuta l’idea di creare una coda del brano, una pizzica con lui e il Canzoniere tutto, siamo impazziti”. “È stato esaltante – continua – aggiungere con Francesco (il fonico del CGS), le voci di Alessia, Giancarlo ed Emanuele (oltre ai loro tamburi e bouzouki), l’organetto di Massimiliano e la zampogna di Giulio. Sempre con la danza di Silvia nel cuore, in attesa di eseguire il pezzo tutti insieme durante il Jova Beach Party“.

Fondato nel 1975 dalla scrittrice Rina Durante, il Canzoniere Grecanico Salentino è il primo e più importante gruppo di musica popolare pugliese. La band è composta dai principali protagonisti della scena della pizzica. Il CGS continua a innovare e a rappresentare la musica italiana nel mondo, collaborando con artisti del calibro di Ludovico Einaudi, Ballake Sissoko, Ibrahim Maalouf, Stewart Copeland, Erri De Luca. Acclamata da pubblico e critica con 20 album e innumerevoli tour internazionali, la formazione ha fatto la storia della world music italiana, riconosciuta nel 2018 come Miglior Gruppo di world music al mondo ai Songlines Music Awards 2018. L’ultimo album “Meridiana” (Ponderosa – Puglia Sounds Record), uscito a maggio 2021, è stato votato come il migliore dell’anno dalla prestigiosa World Music Charts Europe, storica e prestigiosa classifica mensile stilata da EBU, circuito delle radio e televisioni pubbliche europee. A poche settimane dalla release ufficiale l’album era già entrato in numerose classifiche ottenendo recensioni importanti da prestigiose testate internazionali (Songlines Magazine, BBC Radio, Rootsworld, The Times, The Guardian solo per citarne alcune) e nazionali. Il tour di presentazione è approdato in tanti festival in Italia, Spagna, Albania, Croazia, Germania e Austria. Ad agosto 2021 il gruppo si è anche esibito, in una masseria salentina, per la festa di compleanno di Madonna. Il violinista e cantante Mauro Durante ha pubblicato, sempre per Ponderosa, “Still Moving” in coppia con Justin Adams, chitarrista, produttore, compositore, collaboratore storico di Robert Plant. Il disco è stato eletto Miglior album del 2021 per Songlines Magazine, la più prestigiosa testata internazionale di world music, e per PodWireless (il podcast che prosegue il lavoro della storica testata Folkroots) e ha ottenuto entusiastiche recensioni in Italia e all’estero. Sempre nel 2021 ottimi riscontri anche per l’esordio solista di Alessia Tondo (“Sita” – Ipe Ipe Records – Puglia Sounds Record) e per il secondo cd di Giulio Bianco (“Delayed” – CGS/OYEZ – Puglia Sounds Record).